<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Una delle difficoltà maggiori incontrate da imprese di grandi dimensioni che hanno saputo conquistare una quota di mercato tradizionale rilevante è quella di diffondere l’identità del brand anche online. I 2 canali – offline e digitale – agiscono e producono risultati in maniera differente; per questo, non è sempre facile per le aziende adattarsi al cambiamento richiesto dalla digital transformation.

Nel corso degli anni, NetStrategy ha collaborato con molte aziende di questo tipo, aiutandole a trasferire i loro valori e la loro offerta anche online. Un esempio è Juice, uno tra i più importanti Apple Premium Reseller d’Europa per fatturato e numero di negozi fisici. L’azienda si è affidata a NetStrategy con l’obiettivo di incrementare le visite e le vendite dell’e-commerce. La collaborazione ha avuto come punto focale una strategia di digital marketing, ma non solo: era importante in questo caso anche entrare appieno nelle dinamiche aziendali del Cliente, che collabora attivamente con Apple, leader mondiale nel settore hi-tech.

Com’è andata? Quali risultati hanno raggiunto NetStrategy e Juice insieme? Ma, soprattutto, oggi il negozio online può essere considerato un nuovo strumento di crescita per l’azienda? In questo case study analizziamo nel dettaglio i frutti di questa importante collaborazione.

Juice-case-study

Il Cliente

Juice è uno dei principali Apple Premium Reseller in Europa. Il suo mercato offline comprende 28 negozi fisici, situati in varie regioni d’Italia. Il core business di Juice è costituito dalla vendita di prodotti e accessori Apple, ma l’azienda offre anche servizi di assistenza e corsi di formazione, rivolti sia ai privati che alle imprese: Juice, infatti, dispone di venditori qualificati e tecnici certificati Apple.

All’inizio del 2017, Juice si mette in contatto con NetStrategy. L’azienda possiede già un proprio sito web, www.juice.it, che funge non solo da vetrina per i negozi offline, ma anche da e-commerce. Tuttavia, questo canale non riesce a generare visite, ordini e quindi revenue in maniera significativa. L’obiettivo di Juice è quindi chiaro: l’azienda vuole affiancare al canale tradizionale quello digitale, applicando una strategia di web marketing che permetta la diffusione del marchio anche nel mercato online. In questo modo, l’azienda può raggiungere tutti quei potenziali clienti che ricercano sul web prodotti e servizi e avere a disposizione un nuovo strumento per l’incremento del fatturato.

A seguito di un’analisi approfondita del negozio online di Juice vengono delineati 3 obiettivi:

  • Miglioramento del posizionamento sui motori di ricerca. Per poter attirare nuove visite e nuovi potenziali clienti al sito, Juice deve acquisire autorevolezza e visibilità sui motori di ricerca: Google, infatti, è lo strumento che oggigiorno viene utilizzato più spesso dal consumatore per ricercare informazioni o prodotti online.
  • Ottimizzazione della User Experience. Nell’ottica di vendere di più, un sito e-commerce deve rendere fluida e piacevole la navigazione dell’utente. Grazie a specifiche azioni volte al miglioramento della User Experience, è possibile giungere all’incremento del tasso di conversione, ossia della percentuale di coloro che arrivano all’acquisto sul totale delle visite.
  • Aumento del traffico complessivo al sito. Accanto all’ottimizzazione per i motori di ricerca, è importante anche adottare una strategia di web marketing omnichannel, focalizzata cioè su canali differenti (social network, email e così via). L’obiettivo è quello di acquisire nuove visite al sito e, soprattutto, costruire un’identità del marchio anche nel mercato digitale.
  • Massima coerenza con gli store tradizionali. La strategia applicata deve necessariamente essere allineata con le modalità con cui l’azienda si propone nel mercato offline: solo in questo caso il brand viene riconosciuto in tutti i canali in cui è presente e associato ai valori che da sempre persegue.

Dopo numerosi colloqui e incontri intercorsi con i membri del team di Juice e di Apple, l’azienda ha deciso di affidarsi a un partner che fosse disposto di entrare appieno nei meccanismi aziendali, come NetStrategy. Il primo step della collaborazione è stato dedicato alla strutturazione di una strategia di web marketing su misura, che comprendesse molteplici attività strategiche e canali. Di seguito vengono delineate le azioni intraprese e vengono mostrati i risultati ottenuti nei primi 3 anni di collaborazione.

#1 Ottimizzazione SEO

Ottimizzazione tecnica

A seguito dell’approvazione del piano di marketing, NetStrategy ha dato il via alle prime attività strategiche, che sono coincise con l’ottimizzazione del sito e-commerce a livello tecnico: l’obiettivo era quello di risolvere le frizioni che non permettevano una navigazione fluida e, al tempo stesso, di acquisire credibilità agli occhi dei motori di ricerca. Ecco alcune delle modifiche che sono state apportate al sito.

  • Sito responsive. Oggigiorno sono tantissimi gli utenti che si connettono a un sito direttamente dallo smartphone. Inizialmente, il sito non garantiva una buona visualizzazione da dispositivi mobili e ciò causava la perdita immediata di potenziali clienti per l’azienda, che abbandonavano il sito e acquistavano dalla concorrenza. NetStrategy ha verificato quali file CSS causavano problematiche in questo senso e li ha corretti. Inoltre, sono stati ridimensionati elementi multimediali (immagini e video) che risultavano troppo grandi, ricoprendo per intero lo schermo da smartphone. A oggi, il sito si naviga perfettamente sia da desktop sia da mobile.
  • Sito sicuro. Per un sito e-commerce, la sicurezza è una priorità. Nessun potenziale cliente inserisce i propri dati personali e quelli della carta di credito in un sito che non risulta “affidabile”. All’inizio, il sito presentava 3 sintassi di URL del sito, ma tra questi era del tutto assente la versione con protocollo https. Lo stesso Google avvisava l’utente di essere in presenza di un sito con una navigazione poco sicura quando quest’ultimo entrava sul sito del Cliente. Ciò portava a un crollo del tasso di conversione e a un incremento vertiginoso della frequenza di rimbalzo. Per ovviare a questo problema, NetStrategy ha implementato la versione del sito con protocollo https, rendendolo sicuro e affidabile agli occhi dell’utente e del motore di ricerca.
  • Ottimizzazione meta tag. I meta tag (meta title e le meta description) permettono di far capire al motore di ricerca e all’utente quale sia il contenuto della pagina di riferimento, ottenendo un posizionamento migliore e un maggior numero di clic. Il sito presentava una serie di meta tag duplicati e decisamente poco appealing. NetStrategy ha ottimizzato i meta tag, rendendoli più persuasivi nei confronti dell’utente e più efficaci nei confronti di Google.

Questi sono stati i focus di NetStrategy nelle prime settimane di attività. Oltre a ciò, sono state corrette anomalie relative ai redirect, ai tag H1, H2, H3 e molto altro. Superato questo scoglio iniziale, il sito del Cliente ha cominciato a rappresentare l’azienda in modo degno anche nel mondo offline.

Per assicurare la massima fruibilità del sito, inoltre, in tempi recenti è stata completata la migrazione a Magento 2 da Magento 1: quest’ultima piattaforma, a partire dal 30.06.2020, ha terminato gli aggiornamenti di sicurezza, divenendo di fatto obsoleta. Il sito è stato quindi tempestivamente migrato alla piattaforma più evoluta di Magento con implementazioni tecniche tali da renderla ancora più performante.

Content marketing

Successivamente alla parte di sviluppo IT, NetStrategy ha dato il via all’ottimizzazione dei contenuti: l’obiettivo era quello di posizionare il sito sui motori di ricerca per numerose parole chiave. In questo modo, chiunque avesse cercato su Google prodotti e servizi legati al core business di Juice, avrebbe trovato l’azienda.

Prima dell’intervento di NetStrategy, il sito del Cliente non era visibile su Google. Basti pensare che quando si digitava il brand si era soliti trovare principalmente siti che vendevano succhi alla mela.

Il punto di partenza delle attività SEO ha riguardato lo studio dei Buyer Persona, ossia i prototipi di cliente ideale dell’azienda: il sesso, l’età, la formazione, la carriera lavorativa e così via. Sulla base di questi dati, sono state analizzate le parole chiave adatte a posizionare in modo efficace il sito, rispondendo all’esigenza del cliente-tipo di Juice. È stata svolta un’analisi completa di tutte le categorie e a ognuna di esse è stata associata una parola chiave di riferimento, che presentasse volume di ricerca elevato e bassa concorrenza. Sulla base di queste informazioni, è stata poi realizzata una nuova alberatura, che tenesse conto non solo dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, ma anche dell’intuitività e della facilità di navigazione del sito.

Successivamente, l’ottimizzazione ha riguardato principalmente i seguenti aspetti:

  • I prodotti dell’e-commerce. Inizialmente, le schede prodotto presenti nel sito erano soggette a un elevato di numero di contenuti duplicati: si trattava di informazioni generiche che racchiudevano le caratteristiche tecniche del prodotto e che si potevano trovare su qualsiasi altro sito che vendesse il medesimo articolo. Il team di NetStrategy ha quindi dato il via a un processo di produzione di contenuti testuali originali e persuasivi, che proiettava l’utente direttamente all’uso quotidiano del prodotto. Ciò ha giovato sia il posizionamento organico, sia il tasso di conversione.
  • Google My Business. Per un’azienda che, oltre a gestire il sito e-commerce, detiene anche numerosi negozi fisici, è fondamentale apparire su Google Maps. In questo modo, l’utente che ricerca un negozio di prodotti Apple per mezzo della geolocalizzazione, può facilmente trovare Juice. NetStrategy ha ottimizzato le schede dei negozi su Google My Business in base alle città di appartenenza, permettendo di fatto un incremento della visibilità dell’azienda su Google Maps.

Juice 17

  • Blog aziendale. Nel medio e lungo periodo, pubblicare contenuti ottimizzati lato SEO con costanza nel blog aziendale permette di acquisire ulteriore traffico al sito. Per questo, NetStrategy realizza periodicamente un piano editoriale, che nasce dall’analisi delle parole chiave ricercate dagli utenti. Gli articoli del blog vengono suddivisi in base al livello d’interesse dell’utente (TOFU, MOFU, BOFU) e hanno l’obiettivo di convertire quel pubblico non ancora pronto ad acquistare. In questo modo, inoltre, è possibile evidenziare il tone of voice professionale e competente dell’azienda.

Juice 18

Il nostro prossimo successo può essere anche il tuo. Inizia da qui

#2 Inbound marketing

La SEO, così come la pubblicazione di articoli nel blog aziendale, rientra in una strategia di inbound marketing studiata su misura per le caratteristiche e le esigenze di Juice. Si tratta di una strategia di marketing nata appositamente per non disturbare l’utente: infatti, in questo caso non è più l’azienda a cercare il potenziale cliente, ma è il potenziale cliente che trova l’azienda su differenti canali qualora manifesti un bisogno a essa correlato.

L’obiettivo della strategia di inbound marketing strutturata per Juice è quello di accompagnare l’utente lungo l’intero processo decisionale: il brand Juice dev’essere presente non solo nel momento in cui desidera acquistare un prodotto Apple, ma anche nel momento in cui sta ancora reperendo informazioni molto generiche. Proprio per raggiungere questo obiettivo, all’interno dell’e-commerce e del blog di Juice sono stati implementati i seguenti elementi:

  • Call-to-action. L’integrazione di questi pulsanti invoglia l’utente a compiere un’azione, che si tratti di acquistare un prodotto, richiedere maggiori informazioni o scaricare diversi tipi di contenuti.

Juice 19

  • Landing page. Una call-to-action dev’essere accompagnata da una landing page efficace, una pagina che invogli l’utente a scaricare/chiamare/acquistare, fornendogli tutte le informazioni di cui necessita.
    Juice 20
  • Contenuti premium. Questo genere di contenuti hanno lo scopo quello di solleticare la curiosità dell’utente che non è ancora pronto ad acquistare. Per Juice, è stato realizzato un contenuto premium dal titolo “Perché scegliere Juice?”: in questo modo, l’utente scopre i benefit di affidarsi a Juice, avvicinandosi ulteriormente al brand e all’acquisto.

Juice 22

  • Pop-up. Appena l’utente entra sul sito, appare in basso a destra un pop-up che lo invita a scaricare il contenuto premium. Non si tratta di un banner invasivo e fastidioso: il pop-up può essere facilmente chiuso cliccando sulla X. Al tempo stesso, rappresenta il modo migliore per dare la possibilità al potenziale cliente di scaricare il report in pochissimi secondi.

Juice 21

Grazie a tutti questi elementi, il sito diviene di fatto non solo un canale di vendita, ma anche un percorso per il potenziale cliente di Juice: reperendo di volta in volta le informazioni e le risposte che sta cercando, riesce così a raggiungere la consapevolezza del prodotto e servizio migliore per le sue esigenze; in questo modo, memorizza il marchio e lo ricerca nel momento in cui si sente finalmente pronto per l’acquisto.

#3 Social Media Marketing

Ogni giorno, sono milioni e milioni gli utenti che si connettono ai social network da ogni parte del mondo. È proprio per questo che una strategia di digital marketing deve necessariamente tenere conto delle piattaforme social: grazie a queste, infatti, è possibile incontrare nuovi potenziali clienti e condurli efficacemente all’acquisto. Questi importanti risultati si raggiungono, però, solamente quando la presenza dell’azienda sui canali social è costante e mirata.

Al momento dell’avvio della collaborazione, il Cliente era presente in maniera approssimativo su Facebook: i post non erano studiati, ma pubblicati casualmente nei “ritagli di tempo”. Il nostro team ha quindi elaborato grafiche e testi specifici per questo canale. Inoltre, si è optato per l’apertura di un profilo su Instagram: attraverso il potere di immagini e testi persuasivi e l’utilizzo strategico di hashtag, Juice avrebbe così potuto raggiungere nuovi potenziali clienti in tutto il mondo.

NetStrategy realizza settimanalmente un piano editoriale per Facebook e Instagram: in questo modo, ogni post viene calendarizzato, potendo così organizzare al meglio i contenuti da proporre al pubblico di Juice. Gli argomenti variano in base alle singole esigenze del momento (per esempio, l’apertura di un nuovo negozio fisico) e in base alle tematiche già trattate in precedenza, evitando quindi di riproporre a pochi giorni di distanza i medesimi topic.

Juice 23

Juice 24

Lo stile comunicativo adottato dall’azienda è perfettamente coerente con quello del sito e del blog: professionale, semplice e incisivo; bastano pochissime righe per proiettare l’utente all’interno della realtà giovanile e moderna di Juice. Per quanto riguarda le immagini, il team di NetStrategy realizza foto ad hoc per ogni post; vi è comunque un filo conduttore nelle grafiche, per fare in modo di riconoscere immediatamente i post di Juice nella home che l’utente scorre.

Per offrire la massima visibilità ai post, vengono sponsorizzati attraverso Facebook Ads. Le performance degli annunci e delle campagne attive vengono monitorate in maniera costante: ciò permette di ottimizzare i copy e le immagini e di comprendere qual è il target giusto, quali sono gli orari migliori per pubblicare e qual è l’area di interesse. Pubblicando in maniera strategica – e non più casuale – oggi gli utenti sanno quando e come trovare i post di Juice: di fatto, si crea un “appuntamento” tra l’azienda e il cliente e ciò incrementa le interazioni e le probabilità di nuove visite e nuove vendite al sito, nonché di ottenere clienti fidelizzati.

#4 Search Engine Marketing (SEM)

Per offrire visibilità immediata a Juice sui motori di ricerca, nonché per incrementare le vendite nei periodi di “bassa stagione” o in quelli in cui la SEO necessitava di supporto, sono state strutturate campagne a pagamento. L’obiettivo è quello di raggiungere le prime posizioni per parole chiave particolarmente ricercate, facendo in modo che l’azienda possa acquisire nuove visite e nuove vendite nel breve periodo.

Per citare un esempio, in fase di uscita del nuovo iPad Pro si è scelto di creare una serie di annunci a pagamento che apparivano nelle prime posizioni su Google alla ricerca di termini quali:

  • Nuovo iPad Pro;
  • iPad Pro a rate;
  • Acquisto online iPad.

Juice 25

Ogni annuncio rimanda a una landing page coerente e pertinente con la ricerca effettuata dall’utente. In questo modo, dapprima viene offerta una risposta al suo quesito, presentando le caratteristiche e i punti di forza del prodotto; successivamente, l’utente può acquistare l’iPad direttamente dal sito, accedendo anche ai finanziamenti che Juice, in collaborazione con Cofidis, mette a disposizione.

Il nostro prossimo successo può essere anche il tuo. Inizia da qui

#5 La marketing automation

Una delle esigenze manifestate fin dall’inizio dal Cliente riguardava anche l’automazione delle email. Questo processo perseguiva un duplice obiettivo: in primis, alimentare ulteriormente la relazione tra utente e azienda; in secundis, un miglioramento nel coordinamento degli store fisici.

Come si è scelto di agire in questo caso? Innanzitutto, l’automazione nelle email è stata implementata nell’ambito dei carrelli abbandonati. A partire dall’utilizzo di tool tecnici, NetStrategy ha constato un elevato numero di coloro che inserivano i prodotti nel carrello, ma non completavano l’acquisto. Per evitare di perdere potenziali clienti giunti già al punto cruciale del processo decisionale, è stata realizzata un’email ad hoc: il consumatore riceve quindi un avviso che lo riporta al carrello, permettendogli di terminare l’acquisto in pochissimi secondi.

Per quanto riguarda l’organizzazione interna di Juice, molto spesso una persona doveva occuparsi di smistare manualmente le email che giungevano ai diversi negozi fisici, causando una notevole perdita di tempo. Questa fase è stata automatizzata per mezzo di specifici form di contatto collegati a email personalizzate. In pratica, oggi, se un utente compila il form chiedendo di contattare il negozio Juice di Genova, riceve un’email in cui gli viene comunicato che sarà ricontattato a breve. Nello stesso momento, allo store di Genova arriva un’altra email, contenente tutti i dati di contatto del consumatore. Si tratta di uno step molto importante, perché permette di risparmiare tempo e denaro, evitando le operazioni “manuali” di smistamento. Inoltre, con un’organizzazione interna migliore è possibile rispondere con maggiore tempestività all’utente, offrendo un servizio di customer care di elevata qualità.

#6 Attività strategiche di promozione dei negozi

Periodicamente, Juice rinnova la propria proposta offline, aprendo nuovi negozi in zone o città in cui prima non era presente. Aprire un nuovo negozio significa investire in nuovi territori e nuovi potenziali clienti: per fare in modo che questo investimento sia fruttuoso, è fondamentale dare il via a strategie dedicate alla promozione degli store prima, durante e dopo l’inaugurazione.

Anche in questo caso, NetStrategy punta sull’omnicanalità: è necessario, infatti, che il target di riferimento dell'azienda sappia dell’apertura dei nuovi negozi a partire da qualsiasi canale (blog, social network o motore di ricerca). Il nostro team realizza quindi un articolo di attualità, in cui presenta lo store fisico, la sua offerta, la zona in cui è inserito.

Juice 8

Successivamente, l’articolo viene linkato all’interno dei canali social, Facebook e Instagram, con lo scopo di fargli ottenere una maggiore visibilità. Grazie alla sponsorizzazione dei post, è possibile targetizzare – e quindi mettere in evidenza – i contenuti al pubblico dell’area geografica in cui verrà inaugurato lo store fisico.

Juice 9

Per supportare ulteriormente queste 2 attività strategiche, NetStrategy realizza campagne di annunci sponsorizzati sui motori di ricerca. In questo caso, vengono realizzate 2 tipologie di annunci diversi:

  • Annunci targetizzati per l’area geografica di riferimento. Per esempio, se un utente geolocalizzato ad Aosta cerca su Google “rivenditore Apple”, trova l’annuncio; se, invece, a cercarlo è un utente di Milano, città in cui non sono previste inaugurazione in quel determinato momento, non lo trova. Così facendo è possibile rendere visibile l’annuncio a un pubblico realmente interessato e vicino, evitando quindi di disperdere il budget in target poco qualificato.
  • Annunci la cui parola chiave contiene la città di riferimento. Per esempio, l’annuncio apparirà a un utente di Milano che ricerca “rivenditore Apple Aosta” o keyword

Juice 10

Juice 11

Juice 12

#7 La collaborazione con i partner strategici del Cliente

Proprio per le dimensioni del Cliente, una delle esigenze principali della collaborazione era quella di riuscire a entrare perfettamente nelle complesse dinamiche aziendali. Nel suo business model, infatti, Juice intrattiene relazioni strategiche e significative con aziende importanti, che richiedono di perseguire linee guida talvolta anche rigide e stringenti. L’obiettivo era quello di far cooperare tutte le parti in gioco, in un’ottica di crescita di Juice.

La collaborazione con il Cliente e con i suoi partner principali non ha mai comportato una limitazione della creatività e della proattività di NetStrategy. Anzi. Ha condotto a una coordinazione efficace delle molteplici attività da svolgere, ottenendo risultati ancora più redditizi. I vari partner impegnati nel progetto si scambiano costantemente informazioni, feedback e aggiornamenti; l’invio di contenuti è regolare e reciproco, con l’obiettivo di rispettare puntualmente le scadenze.

A partire da queste partnership, sono state attivate specifiche campagne strategiche. Un esempio fra tutti è la promozione del servizio PagoDIL, nato dalla collaborazione tra Juice e Cofidis. NetStrategy ha realizzato post sui social network e articoli del blog, ma non solo: si è occupata anche della realizzazione dello script del video e della sua diffusione, raggiungendo in breve tempo più di 700.000 visualizzazioni.

Juice 26

Il nostro prossimo successo può essere anche il tuo. Inizia da qui

In conclusione…

La collaborazione con Juice ha rappresentato per NetStrategy una sfida avvincente. La stretta relazione dell’azienda con importanti partner strategici implicava infatti l’attenzione a rigide linee guida, tempestività nelle risposte e il perfetto rispetto delle scadenze. NetStrategy si è inserita in modo congeniale nei meccanismi aziendali di Juice e, grazie a una strategia di web marketing completamente su misura per l’azienda, la sfida è stata vinta.

Oggi, Juice può vantare un nuovo canale di acquisizione dei clienti, quello online, che, accostato agli store tradizionali, ha permesso un incremento notevole del fatturato negli ultimi 3 anni. La digitalizzazione dell’azienda ha preso il via con un focus sulla SEO e, soprattutto, sulla User Experience: ciò ha permesso di aumentare in maniera incisiva le visite organiche già nel primo anno di collaborazione. Nel seguente grafico è possibile delineare i risultati ottenuti grazie alla SEO già nei primi 12 mesi di attività.

Juice 1

Di seguito presentiamo invece un grafico che confronta i risultati, sempre in termini organici, dei primi 8 mesi del 2020 con lo stesso periodo del 2017, anno di avvio delle attività di NetStrategy.

Juice 2

Le visite organiche, dopo 3 anni di attività, sono aumentate di più del 329%, passando dalle 109.000 del 2017 alle 469.000 del 2020.

La creazione di schede prodotto originali e persuasive, combinata con l’implementazione di call-to-action, landing page, pop-up e contenuti premium da scaricare, ha beneficiato anche il tasso di conversione di anno in anno. Dal 2017, agli arbori della strategia, il tasso di conversione complessivo dell’eCommerce è più che quadruplicato, con un incremento complessivo del 472%!

Rimanendo sempre sui motori di ricerca, le campagne su Google Ads hanno permesso a Juice di acquisire, solo negli ultimi 8 mesi, più di 27.000 nuove visite al sito: utenti che sono entrati in contatto con il brand, acquistando o informandosi in merito a prodotti o servizi in vista di un acquisto futuro.

E per quanto riguarda i social network? Una strategia di social media marketing mirata, non più casuale e approssimativa, ha permesso di incrementare notevolmente il numero di “mi piace” sul profilo Facebook di Juice: a oggi sono quasi 25.000, in continua crescita. Ciò significa che, potenzialmente, 25.000 persone sono interessate ai contenuti proposti dal brand e in futuro potrebbero divenire clienti fidelizzati.

Juice 15

Tutte queste attività strategiche hanno permesso non solo la crescita del canale e-commerce, ma anche una maggiore redditività degli store fisici. Ciò deriva anche da una migliore presenza sui motori di ricerca: oggi Juice è presente, con le schede o le pagine relative ai negozi, tra i primi risultati della SERP per parole chiave come “rivenditore Apple Milano” (#1 e #2 posizione), “assistenza Apple Genova” (#2 posizione) e “Apple Mantova” (#1 posizione).

Juice 3

Juice 4

Juice 5

Inoltre, una strategia personalizzata per l’apertura di ogni negozio ha permesso di far conoscere il brand anche laddove prima non era presente: raggiungendo il target di riferimento giusto per mezzo del sito, dei social network e dei motori di ricerca, anche le vendite offline sono considerevolmente aumentate.

In virtù del rapporto di fiducia instaurato e dei risultati ottenuti, la collaborazione tra NetStrategy e Juice prosegue ancora oggi. Il primo passo, quello di far sapere al consumatore che Juice non è solo un negozio fisico, ma è presente anche online, è stato compiuto con successo. Lo dimostra il numero di visite dirette giunte al sito negli ultimi 8 mesi: quasi 353.000 persone hanno digitato direttamente l’URL, consce che Juice è presente online e può soddisfare la loro esigenza.

Juice 16

Dopo gli importanti traguardi raggiunti nel primo triennio, la collaborazione tra Juice e NetStrategy si è consolidata e rafforzata per raggiungere uniti nuovi importanti traguardi. Ora non resta che proseguire per la strada intrapresa, guardando al futuro con l’ottimismo di chi sa che resta ancora molto da fare, ma che con passione, costanza e strategia, ogni obiettivo è raggiungibile.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda nel 2019-2020?

Case Study

Condividi questo articolo

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Lascia un commento