<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 20 maggio, 2019
Topic Hubspot

Una gestione a 360 gradi dei contatti, con lo scopo di arrivare più velocemente ed in modo più efficace alla conversione in clienti attraverso segmentazione delle liste, e-mail personalizzate ed un percorso ben delineato di telefonate ed incontri; un’organizzazione migliore tra reparti, con la possibilità di assegnare alla singola persona specifiche task e di programmare incontri in tempo reale; un servizio clienti migliore, che interviene immediatamente per rispondere alle numerose domande dell’utente. Ti sembra un sogno? No, non lo è: è HubSpot, una piattaforma nata nel 2004 per alleggerire la vita delle aziende, rivolgendosi specificatamente ai reparti marketing, sales e customer care. Qualunque impresa di qualunque dimensione può oggi avvalersene, entrando nel meccanismo attraverso una versione Starter. Sei curioso di saperne di più? Viaggia con noi in questo articolo riguardo HubSpot Starter!

HubSpot-Starter

Cos’è HubSpot Starter?

Prima di addentrarci in modo più approfondito nell’argomento, è bene fare un po’ di chiarezza. HubSpot è una piattaforma con 15 anni di esperienza alle spalle. Il concetto per cui nasce è quello che vede al centro di tutto l’inbound marketing, un modo di fare marketing che nasce contestualmente con la piattaforma ad esso dedicata. Per farla in breve, una strategia di web marketing di questo tipo prevede di realizzare, all’interno del sito e con specifiche attività (per esempio, e-mail marketing, Social Media Marketing, Content Marketing...), un percorso per l’utente. Questo, infatti, viene attirato al sito, dove impara a conoscere l’azienda step by step. Dopo essere stato informato con contenuti interessanti ed intriganti, il visitatore si sente attratto dall’impresa e decide di mettersi in contatto con essa. Ovviamente l’argomento è molto più ampio e non lo approfondiremo in questo articolo. Puoi comunque trovare tutte le informazioni che cerchi nei seguenti post:

Cuore-Dot-Rosso Cos’è l’inbound marketing: definizione e significato in italiano;

Cuore-Dot-Rosso Inbound Marketing: cos’è e come puoi usarlo per la tua azienda?

Cuore-Dot-Rosso Differenze tra inbound e outbound marketing: qual è la strada giusta per la tua azienda?

Tornando a noi, HubSpot dà la possibilità anche a coloro che ancora non conoscono bene la piattaforma ma che vorrebbero provarla, di accedere al pacchetto Starter. Con una quota fissa mensile che può variare da una 50ina ad un centinaio di euro a seconda della versione prescelta, è quindi possibile scoprire le sue funzioni e i suoi benefit e, successivamente, decidere se proseguire con questa versione o con una più evoluta.

HubSpot Starter può essere di 4 tipi diversi, a seconda dell’esigenza manifestata:

Cuore-Dot-Rosso Marketing Hub;

Cuore-Dot-Rosso Sales Hub;

Cuore-Dot-Rosso Service Hub;

Cuore-Dot-Rosso Growth Suite.

Vediamo assieme quali sono le loro caratteristiche e in cosa differiscono l’uno dall’altro.

# Marketing Hub: per chi vuole fare marketing strategico

 

marketing hub starter

Come indica il nome stesso, la versione “Marketing Hub” di HubSpot rappresenta la soluzione ideale di chi vuole rendere più efficace la propria strategia di marketing, a partire dal proprio sito. Come ben saprai, il sito, se sfruttato a dovere, può divenire una fonte rilevante di potenziali clienti pronti a mettersi nelle mani della tua azienda. Per farlo, però, il sito dev’essere congeniale alla creazione di un percorso interno dedicato all’utente.

Marketing Hub ti permette di comprendere al meglio le dinamiche che rendono il tuo sito efficace o meno e, di conseguenza, di disporre degli strumenti idonei ad attirare nuovi visitatori e, soprattutto, convertirli in potenziali clienti. Con Marketing Hub, infatti, hai la possibilità di compiere molteplici attività, sempre legate al concetto di inbound marketing. Marketing Hub Starter ha un costo mensile di 46€.

Vediamo assieme le sue principali funzionalità.

Form di contatto

Il form di contatto, come dicevamo anche nel nostro articolo “Come ottimizzare la qualità dei contatti B2B online: ecco 5+1 step!”, rappresenta un elemento fondamentale all’interno del sito: permette, infatti, all’utente di contattare la tua azienda con poche, semplici mosse e alla tua impresa di comprendere fin da subito se l’utente è qualificato o meno. La versione Starter di Marketing Hub ti dà la possibilità, in questo senso, di realizzare form di contatto con molteplici campi e di diverse tipologie, a seconda della pagina del sito in cui essi verranno inseriti.

La presenza di numerosi templates da cui trarre ispirazione rende il tuo compito (o quello del team marketing) ancora più semplice e veloce:

Marketing Hub

Ogni form di contatto realizzato con HubSpot contiene già un codice di tracciamento, che ti permette in ogni momento di monitorare:

Cuore-Dot-Rosso Il numero di visualizzazioni;

Cuore-Dot-Rosso Il numero di coloro che hanno compilato il form;

Cuore-Dot-Rosso Il CTR, ossia click through rate, la percentuale di coloro che compilano il form su quelli che lo vedono.

Pop-up form

Questo è il nome nuovo del caro, vecchio, “HubSpot lead flow”: si tratta di quell’avviso che appare all’utente quando si trova all’interno di determinate pagine del sito o nel momento in cui cerca di uscire dallo stesso. In questo avviso, solitamente, lo si invoglia a rimanere o a compiere un’azione (per esempio, scaricare un e-book o contattare in modo rapido l’impresa), fornendo fin da subito un form di contatto.

Facciamo un esempio:

Pop-up

 Pop-up 2

Realizzare i lead flows è fondamentale perché permette di raccogliere istantaneamente nuovi contatti che, successivamente, verranno formati per mezzo di una strategia di lead nurturing e spinti delicatamente alla conversione finale. Ebbene, attraverso HubSpot Starter per il reparto marketing, puoi realizzare pop-up e decidere in che posizione del sito inserirli:

pop-up 3

Successivamente, hai la possibilità di personalizzare il colore ed il testo, di inserire un’immagine e un form di contatto con i campi (nome, cognome, indirizzo e-mail, numero di telefono, ecc...) dei dati che desideri ottenere dai tuoi contatti. Nel momento in cui un utente lo compila, puoi anche destinare la follow up e-mail che riceverà sulla sua casella postale. Infine, puoi stabilire quando far apparire il pop-up (a seguito di un movimento di scroll della pagina, di un intento di uscire dal sito o dopo un determinato numero di secondi) e in quali pagine.

Ovviamente, come per i form di contatto, anche i lead flows prevedono il totale tracciamento del CTR, per comprenderne in ogni istante l’efficacia.

CRM

Avere un CRM aggiornato è fondamentale per tutte le aziende: permette, infatti, di avere costantemente sotto controllo il numero di lead (potenziali clienti dell’impresa), di clienti, di contatti e di instaurare con loro una relazione che si compie in diversi step. Ebbene, all’interno di Marketing Hub Starter è presente una sezione contatti, in cui verranno inseriti i dati di coloro che compilano i form di contatto. Non solo. La sezione “deals” permette di destinare il contatto in uno step preciso (per esempio, “da contattare”, “contattato e ci sta pensando”, “non contattare” e così via), con la possibilità di assegnare task specifiche ai consulenti e/o commerciali. In questo modo i contatti che arrivano dal sito vengono sfruttati al meglio, senza insistenza e con un percorso ben delineato, per aumentare le probabilità di successo.

Chatflow

Il servizio di Chatflow si rivela particolarmente utile per tutte quelle imprese che desiderano offrire risposte immediate all’utente, nell’ottica di sfruttare il momento in cui egli è caldo, conosce l’azienda e si avvicina ad essa. Grazie al chatflow, l’utente verrà quindi invitato ad entrare nel live team, dove potrà esporre le proprie domande e i propri dubbi e riceverà l’assistenza da parte degli operatori aziendali.

Oltre a questo modello di chatflow, più “umano”, è presente anche la versione “rotobizzata”, ossia automatizzata: l’utente riceve determinate risposte in base alle domande poste attraverso un bot specifico. Al termine del percorso, il visitatore può essere direttamente indirizzato agli operatori, entrando a tutti gli effetti nell’ambito del chatflow.

Perchè HubSpot può giovare alla tua azienda? Scoprilo!

# Sales Hub: per chi vuole chiudere con successo le trattative commerciali

sales hub starter

Ci sono aziende che dispongono già di un reparto marketing efficace, in grado di portare un ottimo numero di contatti, ma che non riescono a sfruttare questi al meglio: è nell’ottica di massimizzare le probabilità di successo di una trattativa commerciale che nasce Sales Hub, disponibile anche nella versione Starter a 46€ al mese.

Sales Hub presenta alcune caratteristiche in comune con Marketing Hub, ma è maggiormente focalizzato sulla gestione ottimale dei contatti e sulla reportistica: è fondamentale, infatti, constatare quanti sono coloro che da potenziale cliente vengono convertiti in clienti per studiare l’efficacia del reparto Sales.

Vediamo assieme le sue funzioni principali.

CRM

Il CRM, ancor più per chi gestisce il reparto marketing, è fondamentale per il Sales Team ed è per questo che dev’essere evoluto ed innovativo. All’interno della versione Starter di Sales Hub è già presente questa funzionalità, che permette di:

Cuore-Dot-Rosso  Eseguire azioni automatizzate per salvare contatti e dati;

Cuore-Dot-RossoConstatare quali pagine del sito web ha visitato l’utente e, quindi, quali sono gli elementi che lo interessano di più;

Cuore-Dot-RossoImmagazzinare, tracciare e gestire le nuove opportunità di vendita, distinguendole tra “contatti qualificati”, “contatti non qualificato”, “connect call già eseguita”, “exploratory call già eseguita” e molteplici altre attività che si possono inserire manualmente;

Cuore-Dot-RossoIntegrare HubSpot con Gmail o Outlook, potendo quindi cambiare lo status di un lead (per esempio, da contatto non contattato a contatto già richiamato) con un solo click, senza entrare ogni volta nella piattaforma.

In questo modo hai la possibilità di gestire al meglio i tuoi contatti, tenendo traccia di ogni singolo step che porta alla chiusura con successo della trattativa commerciale.

Prenotazione di chiamate ed incontri

Grazie ad un’integrazione con Google Calendar o Microsoft Office 365 Calendar, puoi realizzare un calendario personalizzato e pubblicarlo sul sito. A cosa servirà? Molto semplicemente, ti sarà utile per fare in modo che l’utente che naviga sul sito possa, con pochi clic, prenotare la sua chiamata o il suo incontro con l’azienda, conoscendo fin da subito le fasce orarie in cui tu ed i tuoi commerciali siete disponibili.

Questo sistema lo utilizziamo anche noi di NetStrategy:

Calendar

In questo modo i nostri consulenti interni riescono ad assicurare non solo la propria presenza a quei contatti che desiderano una call con noi, ma anche un’esperienza duratura e non unicamente qualche minuto di telefonata. Solo così è possibile conoscere al meglio le loro realtà e le problematiche che stanno incontrando ed offrire la migliore soluzione in base ad esse.

Templates di e-mail

I templates di e-mail possono velocizzare notevolmente le operazioni all’interno del Sales Team, senza però intaccare la qualità dei processi aziendali. Questo perché, in base alle caratteristiche delineate riguardo il contatto di riferimento, è possibile scegliere un’e-mail preimpostata, personalizzarla ed inviarla.

Template

Il template è solamente un facsimile dell’e-mail che invierai: successivamente potrai modificarla e aggiungere elementi, quali:

Cuore-Dot-RossoSnippet. Come indica il nome stesso, si tratta di “frammenti” di testo che utilizzi spesso e che puoi salvare per inserirli in blocco all’interno dell’e-mail;

Cuore-Dot-RossoDocuments. La sezione “documenti” di HubSpot ti permette ti inserire documenti (allegati in Word, PDF, presentazioni di Power Point,...);

Cuore-Dot-RossoToken. Si tratta di elementi di personalizzazione, che rendono l’e-mail non più generica, bensì costruita su misura per il singolo contatto: puoi così inserire il nome del contatto, il numero di telefono, l’indirizzo e-mail ed altre accezioni per renderla particolare;

Cuore-Dot-RossoLink del calendario. Se desideri stabilire una data e una fascia oraria per una telefonata o un incontro, puoi facilmente inserire il link che rimanda al tuo calendario. Darai quindi carta bianca all’utente nella scelta del periodo più consono alle sue esigenze.

Ricorda che puoi programmare l’invio delle tue e-mail nel momento a te più consono, per evitare di dimenticartene o addirittura per raggiungere l’utente nel momento della giornata in cui risulta più attivo.

Tracciamento delle e-mail

Grazie al fatto che Sales Hub Starter può facilmente essere integrato con la tua casella postale, hai la possibilità di realizzare un tracciamento efficace delle e-mail. Cosa significa? Attraverso un innovativo sistema di monitoraggio presente nelle e-mail, ti arriverà una notifica su desktop in tempo reale quando l’utente leggerà l’e-mail che gli hai mandato. Non solo: puoi sapere perfettamente se ha cliccato sul link al suo interno o se ha chiuso immediatamente il messaggio.

Anche se può apparire una qualità di poco conto, il tracciamento delle e-mail è fondamentale per sapere quando ricontattare un potenziale cliente, che subito dopo aver letto un’e-mail avrà ben chiaro il nome della tua azienda e sarà maggiormente disponibile a discutere con te. Inoltre, ti permette di valutare approfonditamente le performance delle tue e-mail, constatando quanti utenti cliccano sul link al loro interno e/o rispondono tempestivamente.

Gestione efficace del Sales Team

Abbiamo già accennato al fatto che, prima di raggiungere la vendita del prodotto o del servizio, un contatto oltrepassa molteplici step. Per esempio:

Cuore-Dot-Rosso Connect call;

Cuore-Dot-Rosso Exploratory call;

Cuore-Dot-Rosso Preventivo;

Cuore-Dot-Rosso Telefonata post-preventivo;

Cuore-Dot-Rosso Chiusura positiva o negativa della trattativa.

L’intero percorso, come si evince, può durare pochi giorni (in rari e fortunati casi) o addirittura mesi interi, se non anni. È per questo che è necessario mantenere una relazione attiva con il potenziale cliente anche a distanza di settimane e avere ben chiare le scadenze in cui ricontattarlo. Per farlo, anche la versione Starter di Sales Hub ti offre la possibilità di stabilire tasks specifiche,

Perchè HubSpot può giovare alla tua azienda? Scoprilo!

# Service Hub: per chi vuole un servizio clienti all’altezza

service hub starter

Disporre di un servizio clienti tempestivo, competente e disponibile è un valore aggiunto notevole per ogni tipo di azienda, che si tratti di un e-commerce o di una struttura fisica. Molto spesso, infatti, si perdono potenziali clienti a causa della lentezza nella trasmissione delle informazioni o di una disorganizzazione interna. È per questo che nasce Service Hub, presente anche nella sua versione basic, ossia “Starter”, sempre a 46€ al mese.

Grazie ad una particolare attenzione nei confronti del ticketing, della live chat e del supporto telefonico, oltre che alle diverse funzionalità di CRM, Service Hub Starter consente di fornire un customer care all’altezza, permettendo alla tua attività di dare un’assistenza ottimale prima e dopo l’acquisto.

Ecco quali sono le principali funzionalità di Service Hub Starter.

Conversazioni inbox

Anche se la versione Starter prevede una limitazione ad un’unica casella di posta, Service Hub dà la possibilità di gestire al meglio le comunicazione 1-a-1 con i clienti o potenziali clienti grazie ad un sistema “inbox”. In questo modo, la conversazione intrattenuta con ogni singolo cliente viene memorizzata per intero dalla memoria interna di HubSpot, così da poter riprendere in ogni momento le informazioni già ottenute, evitando inutili ripetizioni.

All’interno dello spazio “inbox” puoi organizzare non solo le conversazioni con la live chat (presente in modo efficace su Service Hub Starter), ma anche le e-mail e tutto quanto riguarda il singolo contatto. In questo modo, ogni dettaglio ed ogni informazione è già presente nel sistema e accessibile in modo semplice ed intuitivo dall’intero team.

Bot automatico

Ovviamente, il servizio clienti difficilmente sarà attivo h24. È proprio per questo che Service Hub Starter si compone anche di particolari servizi di chat bot automatici, con risposte personalizzabili e preimpostate in base alla domanda dell’utente. Puoi quindi realizzare un percorso guidato per il visitatore del sito o il cliente che ti richiede informazioni, affinché possa trovare in modo tempestivo e anche nei momenti meno opportuni (per esempio, in piena notte) le risposte ai propri dubbi e alle proprie domande.

Nel momento in cui il servizio clienti sarà attivo, il bot automatico constaterà la presenza dell’operatore e gli re-indirizzerà la richiesta dell’utente. A quest’ultimo arriverà quindi un messaggio che gli consentirà di parlare con una persona reale e, quindi, ancora più competente. Tutto ciò avrà comunque consentito di non perdere una domanda e, quindi, di evitare di perdere un potenziale cliente o un cliente che aveva necessità di mettersi in contatto con l’azienda.

Report

Per migliorare il customer care della tua azienda potresti aver bisogno di un sistema di monitoraggio innovativo, che non tenga conto unicamente del numero di ticket aperti, ma anche di altri fattori. La sezione “report” di Service Hub Starter tiene traccia di:

Cuore-Dot-Rosso Numero di richieste attive e risolte;

Cuore-Dot-Rosso Volume del ticket;

Cuore-Dot-Rosso Tempi di risposta;

Cuore-Dot-Rosso Feedback dei clienti.

È fondamentale, infatti, monitorare prima di tutto la tempestività, per evitare di far aspettare l’utente e, di conseguenza, di fargli perdere la pazienza. Da questo fattore deriveranno quindi feedback positivi. Quelli negativi, invece, verranno utilizzati per comprendere le criticità del servizio clienti e renderlo giorno dopo giorno sempre più efficace.

Telefonate

Oltre ad un’assistenza tramite messaggi ed e-mail, l’utente potrebbe necessitare anche di una telefonata per comprendere approfonditamente quali passaggi compiere per risolvere il proprio problema. Immaginiamo una persona poco avvezza all’uso della tecnologia, che vuole però acquistare un prodotto nel tuo e-commerce: sicuramente faticherà a comprendere immediatamente dove si trova la voce “carrello”, come inserire i dati di pagamento e come conoscere preventivamente i costi e le spese di spedizione. È proprio per aiutare chi si trova più in difficoltà che nascono le telefonate tramite VOIP di Service Hub, che vengono impostare direttamente dall’account HubSpot o tramite un telefono fisico.

Per quanto riguarda la versione Starter, è possibile usufruire di 8 ore mensili di telefonate, a cui si aggiungono ulteriori ore quando si passa ai pacchetti più evoluti, che danno anche la possibilità di registrare le chiamate ed assegnarle al contatto.

Perchè HubSpot può giovare alla tua azienda? Scoprilo!

# Growth Suite: la piattaforma completa per i principianti

computer-working-person-group-people-meeting-559565-pxhere.com

Non sai quale scegliere tra Marketing Hub, Sales Hub e Service Hub? Pensi che un servizio completo potrebbe rappresentare la soluzione ideale per la tua attività? Ebbene, HubSpot ti mette a disposizione Growth Suite, la piattaforma, disponibile anche in versione Starter, che ti permette di accedere ai benefit di ogni pacchetto elencato fino ad ora.

Con un costo pari a 138 euro al mese (ma molto spesso lo si trova scontato anche fino al 25%) puoi quindi controllare e rendere più efficace ogni step della tua azienda, dal reparto marketing a quello del servizio clienti, passando per il Sales Team.

Ecco le principali funzionalità di Growth Suite Starter:

Cuore-Dot-Rosso Integrazione con Gmail e Outloook;

Cuore-Dot-Rosso Realizzazione form di contatto e lead flows;

Cuore-Dot-Rosso Template di e-mail e tracciamento nell’invio;

Cuore-Dot-Rosso Programmazione dell’invio delle e-mail;

Cuore-Dot-Rosso Gestione dei contatti;

Cuore-Dot-Rosso 8 ore di telefonate al mese;

Cuore-Dot-Rosso Calendario incontri e chiamate.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto in cosa consiste HubSpot Starter: si tratta di una versione della piattaforma HubSpot realizzata appositamente per chi richiede un servizio efficace ad un basso costo mensile e per chi vuole approcciarsi per la prima volta con questa realtà, assaporandone passo dopo passo le sue funzionalità. Come abbiamo visto, esistono 3 versioni diverse di HubSpot Starter, dedicate ai singoli reparti aziendali (marketing, commerciale, servizio clienti), e una versione completa, che permette di rendere più efficace ogni singola area dell’impresa.

È chiaro come, al giorno d’oggi, per fare il salto di qualità e migliorare le performance dell’azienda e l’immagine esterna della stessa, è imprescindibile affidarsi alla tecnologia. Il caro, vecchio, foglio Excel con i contatti non basta più: serve uno strumento che ruoti attorno al cliente sia prima, sia durante, sia dopo l’acquisto, che lo coccoli e lo faccia sentire importante. E grazie alle caratteristiche innovative ed automatizzate di HubSpot è possibile raggiungere questo obiettivo.

Desideri implementare HubSpot nella tua azienda? Siamo qui per questo! Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo  progetto.

Stai pensando di usare HubSpot? Scopri se è la strada giusta per te

 

Condividi questo articolo

Fabio Giacomello

Project Manager - Dotato di tanta creatività digitale e altrettanta abilità oratoria, Fabio possiede competenze in ambito informatico che vanno ad unirsi a una lunga esperienza in ambito commerciale. Grazie al suo background, Fabio rappresenta un ottimo valore aggiunto all’interno di NetStrategy, occupandosi sia della gestione del reparto di Web Development che della gestione dei clienti e riuscendo sempre – in ogni minuto libero – a strapparci una risata.

Lascia un commento