<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 15 febbraio, 2017

Quando l’Inbound Marketing e Internet non esistevano, l’unico modo per trovare nuovi clienti era investire in pubblicità (cartelloni pubblicitari, volantinaggio, spot televisivi e radiofonici ecc), acquistare delle liste di contatti e poi aspettare. Ora i mezzi a tua disposizione sono molto più vari e questo lo si deve anche all’Inbound Marketing, che ha inventato un modo per accalappiare l’utente senza darglielo troppo ad intendere. Le tattiche di Inbound Marketing capaci di generare lead sono molte, noi ne abbiamo scelte 4!

Inbound-Marketing-leads.jpg

Content Marketing

La tecnica del Content Marketing è forse la più rappresentativa dell’intera filosofia Inbound, ed è anche quella che riesce ad acchiappare maggiormente l’attenzione dell’utente. Prima di attuare questa strategia è necessario creare uno spazio adatto alla diffusione dei contenuti, come la sezione Blog o News sul tuo sito web. Il contenuto prodotto deve essere frutto non solo delle tue conoscenze e competenze in ambito, ma anche di ricerche mirate. Ecco cosa il Content Marketing è in grado di fare:

  • Fa avvicinare l’utente al tuo sito.content-marketing-2.jpg
  • È capace di generare interesse nell’utente al punto da convincerlo a lasciarti informazioni sul suo conto (attraverso la compilazione di form)
  • Attraverso la produzione di sempre nuovi contenuti può far crescere la fiducia del lead nei tuoi confronti, fino a farlo convertire in cliente
  • È capace di generare brand awareness e quindi portare il lead ad acquistare anche in futuro (quindi mantiene l’engagement del lead al brand)

Sito Web e SEO

Il sito web è lo strumento che veicola il tuo messaggio. Questi deve essere strutturato in modo tale da provocare interesse nell’utente in un tempo brevissimo, in caso contrario questi rimbalzerà via dal sito dopo la prima occhiata. Come ottimizzare il sito in un’ottica di generazione lead?

  • Avere una grafica accattivante, scorrevole e intuitiva permette un primo colpo d’occhio positivo.
  • È necessario predisporre contenuti freschi e che stimolino la curiosità, spingendo il visitatore a continuare la sua navigazione.
  • Utilizzare le call-to-action, ovvero armi indispensabili capaci di trasformare il semplice utente in lead. L’utilizzo di queste “chiamate all’azione” va studiato con precisione: non basta inserire un bottone colorato alla fine di un articolo per ottenere il risultato sperato.

Una buona strategia di SEO, messa appunto magari da un'agenzia SEO specializzata, invece permetterà al sito di raggiungere un ranking positivo nella prima pagina dei motori di ricerca. In questo modo aumenterà la visibilità del sito e quindi anche i click. Un posizionamento organico alto incide molto positivamente sul risultato finale, ovvero sulla lead generation.

Stai pensando all'inbound marketing per la tua azienda? Scopri se è la strada  giusta.Parla con Sara

Landing Page

Se l’obiettivo è quello di convertire un visitatore in lead, niente e nessuno ci può riuscire meglio della Landing Page. Questa pagina viene visualizzata dall’utente solo nel caso in cui egli abbia compiuto un’azione specifica, come cliccare su di una call-to-action. La perfetta Landing Page non esiste, ci sono però delle regole da dover seguire perché questa sia sufficientemente efficacie:

  • newplaneshot.pngFai in modo che l’utente percepisca una connessione tra lui ed il contenuto della pagina. Hai a disposizione all’incirca 2 secondi per guadagnare l’attenzione del visitatore ed evitare che esca dalla pagina senza convertire.
  • Non distrarre l’utente con contenuti inutili o superflui. Mantieni un layout semplice ed evita di inserire link ad altre pagine o articoli. L’utente non deve avere la possibilità di andarsene con facilità.
  • Una volta che l’utente avrà compilato il form (fidandosi di te), lo dovrai reindirizzare alla Thankyou Page creata appositamente per il tuo target. Questa pagina ha la funzione di ringraziare l’utente, ormai diventato lead, consegnandogli una ricompensa o il contenuto con il quale è stato attirato.

Email Marketing

Non sembra una tattica di Inbound Marketing vero? Eppure lo è, e se applicata correttamente può davvero fare la differenza. Dopo la conversione a lead, avvenuta tramite la Landing Page, l’utente riceverà immediatamente una email di benvenuto. Questa email, oltre ad incarnare un senso di professionalità e serietà, dovrà anche avere un linguaggio semplice e amichevole: ciò porterà l’utente ad avvicinarsi sempre di più all’azienda. La costruzione di un rapporto duraturo tra l’azienda e il lead parte proprio dalla strategia di email marketing. Come rendere questa corrispondenza davvero efficacie?

  • Utilizza CTA all’interno delle email, camuffandole per renderle meno aggressive e pubblicitarie.
  • Fai in modo che l’oggetto della email susciti interesse alla prima occhiata. Gli oggetti scritti in maniera superficiale e poco attenta fanno sì che la email non venga mai aperta, ne letta.
  • Queste email non possono essere inviate in qualsiasi momento della giornata. Scegli l’orario più opportuno in base al tuo target.

Conclusione

L’Inbound Marketing è un mondo sconfinato che racchiude in se molte tecniche per acquisire lead e clienti. In questo articolo abbiamo voluto mettere l’accento su 4 di queste, che noi apprezziamo particolarmente. Se mai avessi dubbi, perplessità o anche solo una domanda specifica sull’argomento, siamo qui per te! Buon Marketing.

Scopri con noi la tua strada.

Stai pensando all'inbound marketing per la tua azienda? scopri se è la strada giusta

 

Condividi questo articolo

Sara Stabili

SEM Specialist & Project Manager - La sua tesi sull’Inbound Marketing è stata solo l’inizio di un percorso di successo: Sara si è laureata in Marketing e Comunicazione per le Aziende con il massimo dei voti e da quel momento in poi non ha più abbandonato il mondo del digital marketing. Nel 2016 ha sviluppato un progetto volto ad aumentare awareness e consideration di un’azienda italiana leader nel proprio settore, segnando un grosso punto per NetStrategy. Oggi, Sara è la colonna portante del reparto SEM e gestisce web reputation e strategie di sviluppo per i clienti di NetStrategy.

Lascia un commento