<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 9 agosto, 2018

Per poter essere sempre un passo avanti ai propri competitor è necessario riuscire a farsi un nome come azienda, ossia puntare la propria strategia di marketing verso l’incremento della brand reputation. Ottenere buone recensioni, clienti soddisfatti che ritornano e una percezione positiva attorno al marchio è fondamentale per poter far crescere il proprio business. In questo articolo scopriremo assieme 5 tecniche che hai a tua disposizione per aumentare la brand reputation!

brand reputation

Cos’è la brand reputation?

Per definizione la brand reputation è la reputazione di un’impresa che tiene conto dei valori su cui si fonda, dei suoi obiettivi, dei suoi punti di forza e dei suoi punti di debolezza. È ciò che pensa (e dice) un consumatore riguardo un marchio specifico, quell’idea che può influenzare la decisione di acquistare nella tua impresa o meno.

brand reputation 2Partiamo subito in quarta con un esempio per capire meglio il concetto. Stai cercando una tuta con cui andare a correre durante le fredde mattine invernali. Ti viene proposto di acquistare un capo dell’Adidas e uno di una qualunque azienda italiana produttrice di capi d’abbigliamento sportivi che però non conosci. Sono quasi certa che in questo caso la tua decisione, a parità di prezzo, si orienterebbe verso la tuta dell’Adidas: questo succede non tanto per la paura che l’azienda italiana non produca tute di qualità – la qualità sta alla base del Made in Italy –, quanto perché non ha un nome. È inutile negarlo: di norma optiamo per un marchio rispetto che per un altro perché è conosciuto e perché gode di ottima visibilità. Nella psicologia del consumatore che ogni giorno deve scegliere tra migliaia di marchi e miliardi di prodotti, la brand reputation gioca un ruolo importante ed è per questo che va alimentata costantemente.

Ma come si può incrementare la brand reputation della propria azienda? Esiste una strategia di marketing online che negli ultimi anni ha spiegato le ali e ha permesso a molte aziende di affermarsi su un territorio ampio e di migliorare la propria brand reputation: stiamo parlando dell’Inbound Marketing.

Di cosa si tratta? L’Inbound Marketing, o marketing in entrata, è un metodo di marketing innovativo che pone al centro di tutto la persona. L’obiettivo principale è quello di partire dal consumatore a cui l’impresa vuole rivolgersi, ossia il suo cliente ideale, per poter raggiungere la sua esigenza più profonda e proporgli la soluzione migliore. Questo metodo di marketing non ha come scopo principale quello di arrivare alla vendita il più in fretta possibile, bensì quello di instaurare un rapporto duraturo con il cliente, che non si esaurisca con l’acquisto ma che vada oltre: il potenziale cliente viene accompagnato in tutto il suo percorso decisionale e anche oltre. Grazie all’Inbound Marketing l’azienda riesce a relazionarsi con il potenziale cliente nel momento esatto in cui quest’ultimo manifesta un bisogno che l’azienda può soddisfare: non si lancia un messaggio su un pubblico ampio nella speranza che venga recepito da qualcuno, ma ci si rivolge esattamente a chi ha presentato un determinato problema e sta cercando la soluzione.

Prima di proseguire nella lettura dell’articolo, ti consiglio di soffermarti sugli aspetti chiave dell’Inbound Marketing, grazie ai seguenti contenuti:

 

 

Tutto questo processo ti permette non solo di incrementare le visite al sito e il numero di clienti, ma anche di aumentare la brand reputation della tua attività. Scopriamo come!

Come l’Inbound Marketing può aumentare la brand reputation della tua azienda:

#1 L'APPROCCIO "MULTICANALE" DELL'INBOUND MARKETING TI RENDE VISIBILE SU PIù PIATTAFORME

multi canale brand reputationAnche se il centro ideale dell’Inbound Marketing è il sito, questa strategia di marketing presenta un approccio che potremmo definire “multicanale”. Che cosa intendiamo con questo termine e perché è importante per aumentare la brand reputation della tua azienda? Per poter instaurare una relazione con i potenziali clienti, l’Inbound Marketing può sfruttare diversi canali. I principali tra questi sono il Social Media Marketingl’email marketing, il marketing sui motori di ricerca, che spingono l’utente a tornare o ad entrare per la prima volta nel sito aziendale attraverso post e contenuti accattivanti. Un approccio multi-channel è fondamentale nell’ottica di aumentare la propria brand reputation: l’azienda riesce ad incontrare il potenziale cliente proprio nel canale da lui prediletto e ad estendere la portata del messaggio che il brand vuole lanciare. Prova a pensare a quanti utenti ogni giorno sono attivi sui diversi Social Network: si tratta di numeri spropositati, miliardi di persone a cui tu puoi mostrare i tuoi contenuti.

Grazie ad un approccio multicanale, puoi imprimere la tua presenza sui Social Network e fare in modo che tutte le tue strategie di marketing seguano una direzione ben precisa, quella dell’acquisizione di nuovi visitatori del sito. Non si tratta più, come abbiamo visto nell’articolo “Marketing non è pubblicità. 3 errori di marketing che la tua azienda oggi può evitare!”, di scrivere qualche post confusionario al giorno, giusto perché “lo fanno tutti”, ma di avere uno scopo definito e una linea di marketing da seguire. In questo modo la tua attività può essere costantemente sotto i riflettori. Grazie ai Social Media, inoltre, puoi rapportarti con i tuoi utenti in modo diretto, senza filtri: puoi scegliere il tono di voce che intendi perseguire e, sulla base di questo, dare una “voce” e un “volto” al tuo marchio.

La posta elettronica viene sfruttata, invece, per riportare all’interno del sito utenti che hanno già avuto un approccio con la tua azienda e, addirittura, ti hanno rilasciato i propri dati: potrebbero aver scaricato guide o altri contenuti dal sito o averti contattato per chiarire i propri dubbi. Grazie all’email marketing puoi proseguire questo rapporto, che si presenta ancora acerbo, mostrare le tue novità, le tue comunicazioni, i tuoi prodotti e permettere al potenziale cliente di conoscerti più a fondo. Ma, soprattutto, l’email marketing ti permette di essere riconosciuto come marchio: un utente che, anche un anno dopo averti contattato continua a ricevere le tue email informative, inizierà ad avere una maggior consapevolezza della tua attività. Tutto questo ti aiuterà ad aumentare la tua brand reputation, in quanto acquisirai fiducia e credibilità, oltre che autorità e riconoscibilità.

In che modo un approccio multicanale può aiutarti ad aumentare la tua brand reputation? Poter sfruttare i diversi canali utilizzati dagli utenti per "saltare all'occhio" è fondamentale per incrementare la reputazione che questi possono avere di un determinato marchio. Non tutti i consumatori, infatti, utilizzano lo stesso canale per cercare la risposta alle loro esigenze: c'è chi si affida a Google, chi ai Social Network, chi trova la propria risposta attraverso la posta elettronica. È in questo contesto che l'Inbound Marketing, aperto a numerosi canali, può venire in tuo aiuto per renderti  riconoscibile in ogni momento e su ogni piattaforma. Da qui, potrai cominciare a lanciare il messaggio che vuoi dare e riuscirai ad incrementare la percezione dell'utente nei confronti della tua azienda.

Migliora la tua brand reputation con NetStrategy! Scopri come!

#2 con il content marketing diventi una risorsa per l'utente

Abbiamo appena visto che l’Inbound Marketing presenta un approccio multicanale, che ha principalmente come obiettivo quello di portare nuovi utenti all’interno del sito aziendale. Ma una volta giunti qui, cosa succede? La soluzione a questo enigma è data dal Content Marketing, una parte fondamentale dell’Inbound Marketing.

content marketing idee attirare nuovi clientiDi cosa si tratta? Il Content Marketing racchiude tutti i contenuti, che possono essere testuali e non, che un’azienda sfrutta per poter monetizzare i visitatori del proprio sito. Lo scopo di quest’attività, che non si conclude in pochi giorni ma deve proseguire con costanza nel corso del tempo, è quello di aumentare la durata media di permanenza dei visitatori del sito. Grazie al Content Marketing puoi informali e successivamente convertirli in clienti. Il Content Marketing può essere rappresentato dal blog, esempio principale di questa strategia: vengono realizzati articoli ricchi di informazioni e dettagli, generici e più dettagliati, con una certa costanza, per poter attirare la curiosità dell’utente. Nel caso dell’Inbound Marketing, gli articoli sono volti ad informare ed istruire l’utente che sta cercando la soluzione al proprio problema.

Non solo il blog aziendale, anche ebook, guide pratiche e definitive da scaricare, infografiche che mostrano in una sola immagine il riassunto di un intero articolo, video e presentazioni Power Point fanno parte del Content Marketing. In tutto questo anche i case study giocano un ruolo importante: si tratta di esempi concreti, con dati e grafici alla mano, di piccoli e grandi successi ottenuti dalla tua azienda. Di norma vengono presentati facendoli spaziare di settore in settore, così da potersi avvicinare al meglio alle esigenze di ogni utente. Questo, infatti, si immedesimerà nel tuo caso di successo e penserà: “Se l’azienda X è riuscita ad ottenere questi risultati con un’impresa del mio settore, perché non dovrebbe riuscirci anche con me?”.

Il risultato definitivo di questa strategia è estremamente efficace: ti permette di far conoscere la tua azienda, mettendo in mostra le sue caratteristiche e i suoi punti di forza e ponendo in primo piano la tua competenza ed empatia nei confronti dell’utente che deve soddisfare un bisogno specifico. Tutto questo processo ti consente di aumentare notevolmente la brand reputation: grazie ai tuoi contenuti riesci a dare una voce professionale alla tua attività e a renderla la risposta che cercano i visitatori del tuo sito. Inoltre, puoi raccontare la tua storia, i valori su cui si fonda la tua azienda e le tue ambizioni, gli obiettivi che vuoi raggiungere a lungo termine. Mostrerai la tua attività a 360 gradi e potrai così instaurare un rapporto con il visitatore, che si fiderà maggiormente e si metterà nelle tue mani per poter soddisfare la propria necessità.

In che modo il Content Marketing può aiutarti ad aumentare la tua brand reputation? Il principio su cui si fonda quest'attività, una delle principali dell'Inbound Marketing, è quello di offrire un beneficio all'utente. Non solo, quindi, sottolinei ciò che fai e quanto i tuoi prodotti siano belli ed efficaci, ma riesci a divenire una risorsa per l'utente che sta cercando risposte alle sue esigenze. Tutto questo ti consente di acquisire fiducia e riconoscibilità ai suoi occhi, incrementando di conseguenza anche la brand reputation.

#3 con i messaggi personalizzati riesci a far sentire unici gli utenti

Sarebbe impensabile poter raggiungere con gli stessi contenuti tutti i visitatori del tuo sito e convertirli in clienti, non credi? È proprio per ovviare a questo problema che l’Inbound Marketing si fonda su un principio ben preciso: quello di seguire l’utente in tutto il suo Buyer’s Journey, viaggio verso l’acquisto.

personalizzazione brand reputationDi cosa stiamo parlando? Il Buyer’s Journey rappresenta il processo decisionale che, ogni giorno, noi, come consumatori, affrontiamo prima di arrivare all’acquisto di un prodotto o di un servizio. Prova a pensare: quante volte sei entrato in un negozio solo per vedere se c’era qualcosa di interessante e alla domanda della commessa “Vuole una mano?”, hai risposto “No, grazie, sto solo dando un’occhiata”? Ecco, in quel momento non avevi un bisogno chiaro, specifico. È ciò che accade anche online. Non tutti gli utenti che entrano sul tuo sito hanno le idee chiare e sono pronti ad acquistare, anzi, purtroppo, la maggior parte di loro sono ancora ben lontani da quella fase. C’è chi vuole semplicemente perlustrare i contenuti, le sezioni, le immagini della tua piattaforma online e chi, invece, ha capito qual è il proprio bisogno ma non sa ancora in che modo soddisfarlo. È per questo che l’Inbound Marketing propone contenuti personalizzati a seconda della fase del Buyer’s Journey in cui si trova l’utente.

Nel caso dell’Inbound Marketing, il Content Marketing non viene svolto senza una strategia precisa, ma secondo una logica ben definita. Ci saranno articoli, guide e video indirizzati agli utenti che non hanno ancora capito qual è il loro bisogno e desiderano informazioni molto generiche; ci saranno contenuti più specifici, per coloro che hanno le idee un po’ più chiare ma sono ancora lontani dall’acquisto; infine, nel tuo sito saranno presenti contenuti che mostrano perché un potenziale cliente dovrebbe scegliere te, quale benefit potrai portare nella sua vita: questi contenuti saranno rivolti a coloro che si trovano alla fine del Buyer’s Journey.

Realizzare contenuti personalizzati è fondamentale per potersi distinguere dai competitor e far capire all’utente che ti interessa di lui e non di tutti in modo generico: in un mondo dove si lanciano messaggi ad ampio raggio, il potenziale cliente vuole sentirsi importante ed unico e la tua attività di marketing deve centrare appieno il suo bisogno più profondo. Seguire l’utente passo dopo passo nel suo Buyer’s Journey sarà un modo per la tua azienda di migliorare l’esperienza che il potenziale cliente vive assieme a te all’interno del sito. Diventando un supporto e una risorsa per lui, aumenterai anche la percezione che lui ha nei confronti del tuo brand, ossia la brand reputation.

In che modo i messaggi personalizzati possono aumentare la tua brand reputation? Riuscire a raggiungere l'utente proprio nella fase del processo decisionale in cui si trova è importante per rispondere al meglio alla sua esigenza. È in questo contesto che entrano in gioco i messaggi personalizzati, studiati a fondo per poter divenire un beneficio per ogni consumatore, a seconda del punto esatto del processo decisionale in cui si trova. Riuscendo a cogliere proprio nel bel mezzo del suo "mal di pancia", ossia del suo problema, senza proporre contenuti generici e poco efficaci, ti permetterà di essergli davvero d'aiuto, di aumentare la tua brand reputation e anche le tue vendite.

#4 L’Inbound Marketing ti porta alla fidelizzazione del cliente

Dopo aver attirato nuovi utenti nel tuo sito grazie ad un approccio “multi-channel”, averli incuriositi tramite i contenuti presenti al suo interno, resi personalizzati a seconda delle loro esigenze, è giunto il tempo di arrivare alla vendita. E di andare anche oltre.

Ifidelizzazione cliente brand reputationl principale modo per aumentare la tua brand reputation è la fidelizzazione del cliente. Non c’è nulla al mondo che migliori la percezione del consumatore nei confronti di un brand come il parere di un cliente soddisfatto, che parla bene di te con amici e parenti e anche nell’online. Un aspetto importante dell’Inbound Marketing è che non si ferma con la vendita, ma va anche oltre: questa strategia presuppone una fase specifica per il post-vendita, che viene definita “delight”, ossia “deliziare”. Dopo l’acquisto, il cliente continua a ricevere email relative alla tua attività, con offerte esclusive, comunicazioni importanti o contenuti specifici rivolti solo a chi ha già comprato. In questo modo il rapporto azienda-cliente prosegue anche dopo la vendita e diventa a lungo termine. Ciò porta ad un benefit per entrambe le parti: la tua attività sa di avere dalla propria parte un cliente fisso, che diviene di conseguenza “promotore” dell’azienda; dall’altro lato, il cliente è cosciente della tua competenza e sa di potersi affidare ad un’attività che già conosce. Ovviamente, l’intero processo di fidelizzazione del cliente passa per un servizio clienti efficiente, che sia costantemente disponibile per soddisfare le sue richieste e per chiarire i suoi dubbi.

In che modo la fidelizzazione del cliente può influire sulla brand reputation della tua azienda? Prima di rispondere a questa domanda, poniamocene un’altra: quante possibilità ci sono che un cliente non fidelizzato diventi promoter della tua attività, ossia svolga un’efficace attività di passaparola, sia online che offline? Difficilmente se la strategia di marketing si ferma alla vendita, si può ottenere un miglioramento della propria immagine aziendale: per quanto un cliente possa ritenersi soddisfatto, sarà quasi impossibile che, senza instaurare un rapporto duraturo, possa ricordarsi chi sei nel corso del tempo.

In che modo la fidelizzazione del cliente può aumentare la tua brand reputation? Se il rapporto prosegue con fiducia da entrambe le parti anche a seguito della vendita, sarà probabile che il cliente possa inserire recensioni su Internet e sviluppare un’attività di passaparola con le persone che conosce. Tutto questo porterà ad un duplice vantaggio: prima di tutto, aumenterai la tua brand reputation, in quanto il tuo marchio verrà ricordato anche dopo anni e verranno valorizzati i punti di forza della tua attività; dall’altro lato, acquisirai nuovi potenziali clienti, che leggeranno le recensioni del cliente fidelizzato e che si dimostreranno interessati a conoscerti o che sapranno già chi sei perché il cliente ha parlato loro di te.  

Migliora la tua brand reputation con NetStrategy! Scopri come!

#5 L’Inbound Marketing ti permette di misurare la tua brand reputation

Sarebbe inutile spendere tempo ed energia per raggiungere un obiettivo e non tenere monitorati i passi percorsi, non credi? Anche se può apparire come qualcosa di intangibile, anche la brand reputation può essere misurata e l’Inbound Marketing ti aiuta anche in questo senso.

In che modo questa strategia di marketing ti permette di monitorare costantemente il tuo livello di brand reputation? Innanzitutto, si tratta di una metodologia che presenta la caratteristica di essere “multi-channel”, ossia di riferirsi a numerosi canali. Attraverso il monitoraggio di questi, puoi facilmente intuire se stai raggiungendo l’obiettivo di aumentare la brand reputation: controlla se, giorno dopo giorno, riesci a far crescere il numero di like sulla tua pagina aziendale di Facebook e se riesci ad incrementare il numero di reazioni ai tuoi post. Svolgi questo processo per ogni Social Network in cui sei presente: ti aiuterà a capire se sei sulla strada giusta per farti conoscere e aumentare la percezione che gli utenti hanno nei confronti della tua azienda.

Per quanto riguarda l’email marketing, puoi facilmente constatare se sono apprezzate: il tasso di apertura, ossia la percentuale tra il numero di destinatari dell’email e il numero di coloro che decidono di aprire la tua newsletter, dovrebbe aumentare di volta in volta. Allo stesso modo, tramite Google Analytics, puoi notare se il numero di visitatori sul sito cresce o resta stabile e, soprattutto, da dove questi provengono: arrivano dai motori di ricerca? Dai Social Media? Da ricerca diretta? Grazie a tutti questi dati, puoi capire se ti stai avvicinando all’obiettivo di migliorare la brand reputation della tua azienda, oppure se sei ancora lontano. E, a questo punto, puoi decidere di iniziare ad aprirti ad altri canali che potrebbero risultare efficaci per la tua azienda o di implementare la tua presenza su quelli attuali.

misura brand reputationAltri elementi che assumono importanza nella misurazione della brand reputation della tua attività sono le recensioni online. Quante stelle ottieni sui Social Media e su Google? Ci sono commenti positivi o prevalentemente negativi? Tieni presente che gli utenti al giorno d’oggi si affidano moltissimo ai pareri degli utenti di Internet per ponderare se affidarsi ad un’azienda o meno. Cerca di rispondere ad ogni commento, positivo o negativo che sia, e di prendere spunto da questi ultimi per capire cosa puoi migliorare: se noti che alcune parole si ripetono di recensione in recensione, come “disorganizzazione” o “scarsa efficacia del servizio clienti”, prendi provvedimenti per migliorare i tuoi servizi.

Perché misurare la tua brand reputation è importante per la tua azienda? È fondamentale nell’ottica di aumentare la brand reputation avere una panoramica completa di tutte le attività di marketing che stai attuando: è anche in questo che l’Inbound Marketing può risultare utile, poiché hai a portata di mano una serie di dati ripresi da più canali che rientrano nell’enorme cappello di un’unica strategia. Si tratta di numeri ben definiti, che ti danno l’idea certa di ciò che sta succedendo attorno alla tua azienda, e non di dati precisati “a spanne” o “a sentimento”.

Se vuoi conoscere più a fondo le metriche per misurare le tue attività di marketing, leggi l’articolo dedicato, dal titolo “Come misurare i risultati della tua attività di marketing? Ecco le metriche!”.

Conclusione

In questo articolo abbiamo capito quanto sia importante aumentare la brand reputation della nostra azienda, ossia la percezione che i consumatori hanno nei confronti del nostro marchio. Per raggiungere questo obiettivo, l’Inbound Marketing potrebbe rappresentare una strada efficace. Si tratta di una strategia di marketing online che si basa sulla comprensione del reale bisogno dell’utente che entra nel sito aziendale, con lo scopo di offrirgli la soluzione migliore. L’Inbound Marketing contribuisce ad aumentare la brand reputation di un’impresa grazie al suo approccio multicanale, ossia che si riferisce a diversi canali: Social Network, email marketing, motori di ricerca, a seconda degli interessi dell’utente. Grazie ad una strategia "omnichannel" potremo veicolare il messaggio che vogliamo lanciare su tutti i canali utilizzati dal nostro target. L’Inbound Marketing, inoltre, si fonda sul Content Marketing e sulla creazione di contenuti personalizzati a seconda della fase del processo decisionale in cui si trova l’utente. In questo modo abbiamo la possibilità di proporre testi, video, ebook che mirano proprio all’esigenza di quel momento del potenziale cliente e miglioriamo la sua esperienza all’interno del sito. Una particolarità dell’Inbound Marketing è che presuppone una fase specifica, definita “delight”, per raggiungere la fidelizzazione del cliente. Grazie a contenuti specifici per chi ha già acquistato, possiamo instaurare con lui un rapporto duraturo che porta al passaparola e, quindi, a rendere maggiormente noto il brand e ad acquisire nuovi clienti. Per aumentare la brand reputation, infatti, il primo step da raggiungere è quello di fidelizzare i nostri clienti e fare in modo che questi ricordino il nostro brand e parlino bene della nostra azienda. Tutte le attività di marketing risultano futili se la brand reputation non viene misurata: l’Inbound Marketing è utile anche in questo senso. Misurando l’efficacia dei diversi canali si può capire se si è sulla strada giusta o se bisogna modificare qualcosa, sempre nell’ottica di aumentare la brand reputation.

Sei curioso di conoscere più a fondo l’Inbound Marketing e di scoprire quale potrebbe essere la strategia ideale per la tua attività? Contattami direttamente o prenota una consulenza!

Migliora la tua brand reputation con NetStrategy!

Share This Article

Sara Stabili

Dopo una laurea magistrale con il massimo dei voti in Economia, Sara ha sviluppato una forte predisposizione al marketing digitale in ogni sua forma. Celebre è il progetto di Inbound Marketing che ha sviluppato nel 2016 per aumentare awareness e consideration di un'azienda italiana leader mondiale nel proprio settore. Oggi Sara ricopre un ruolo chiave nell'Inbound Marketing di NetStrategy®, coordinando e gestendo la web reputation e le strategie di sviluppo di importanti brand nel panorama nazionale.

Leave A Comment