<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Il matrimonio dei Ferragnez: uno sposalizio tra il marketing e i Social Network

“Amami o odiami: entrambi sono a mio favore. Se mi ami, sarò sempre nel tuo cuore. Se mi odi, sarò sempre nella tua mente”: con queste parole William Shakespeare riempiva i teatri inglesi nell’opera “Sogno di una notte di mezza estate”. Ad oggi, questa frase può attribuirsi perfettamente al matrimonio dei Ferragnez, Federico Leonardo Lucia – in arte Fedez – e Chiara Ferragni. Che li si ami o che li si odi, è innegabile che i 2 VIP abbiano suscitato interesse in tantissimi utenti in tutto il mondo, e non solo per la lieta novella delle loro nozze. Con un matrimonio da sogno, forse più “social” che romantico, i Ferragnez hanno dato il via ad un nuovo modo di fare marketing: quello che sfrutta appieno le potenzialità di Instagram, il Social Network del momento. Ma andiamo per ordine e scopriamo perché il matrimonio tra Fedez e Chiara Ferragni ha sancito il definitivo sposalizio tra il marketing ed i Social Network e cos’è scaturito da tutto questo.

Compila il form
e parla con

Il matrimonio dei Ferragnez: uno sposalizio tra il marketing e i Social Network

foto copertina-2

#1 Addio televisione e giornali, benvenuto Instagram!

Il matrimonio italiano dell’anno, tenutosi lo scorso 1 settembre nella splendida cittadina siracusana di Noto, prima ancora che numeri di visibilità strabilianti, ha portato con sé una consapevolezza: quella del ruolo importante che i Social Network ricoprono nel marketing odierno. Durante il matrimonio dei Ferragnez, la televisione e i giornali sembravano essere rimasti rinchiusi nei camerini: la coppia ha espresso la volontà di non cedere i diritti d’immagine del proprio “giorno perfetto” a nessun canale televisivo e a nessuna testata giornalistica.

Fino a qualche anno fa una decisione del genere sarebbe stata interpretata con la voglia di rimanere nell’anonimato e nell’intimità in un giorno così particolare. I Ferragnez hanno rivoluzionato anche questo concetto: nulla di ciò che è stato del matrimonio è passato inosservato. A partire dal viaggio dalla Lombardia alla Sicilia, passando per la festa pre-matrimoniale con i 150 invitati e concludendo con la celebrazione delle nozze e la serata che ne è seguita: ogni momento è stato messo in scena attraverso i Social Network. O meglio, il Social Network. Gli invitati e gli sposi hanno ripreso ogni istante della festa, dai momenti più romantici a quelli più goliardici, sempre su Instagram. I fan della coppia, ma anche coloro che i Ferragnez non li possono proprio vedere, hanno avuto la possibilità di prendere parte all’evento, commuovendosi o scuotendo la testa per l’eccessiva esuberanza dimostrata.

Il matrimonio è stato raccontato non solo con le foto e con i video postati dalla coppia nelle ore immediatamente successive al “sì”, ma anche attraverso le “stories”, vero e proprio trend del Social Media Marketing nel 2018: la possibilità di condividere un momento di gioia che rimarrà presente solo per 24 ore ha prodotto una corsa a visitare i profili della Ferragni e di Fedez, che sono stati letteralmente presi d’assalto. Si parla, infatti, di 3.2 milioni di visualizzazioni delle loro stories relative al matrimonio. È anche su questo che la coppia ha puntato: sull’effimerità delle foto e dei video postati nelle stories (anche se poi queste sono state messe in evidenza all’interno dei loro profili).  

stories instagram

Insomma, se alla notizia che la coppia non avrebbe fatto partecipare giornali e televisione al proprio matrimonio c’era stato un po’ di scetticismo, si può dire che questo si sia completamente dissolto l’1 settembre: l’assenza dei vecchi, cari, canali di marketing tradizionale non è stata nemmeno lontanamente percepita. È l’emblema del marketing del giorno d’oggi, quello che punta sulle potenzialità dei Social Network, al bacino d’utenza ampissimo che si può raggiungere grazie alla portata rivoluzionaria di ogni singolo hashtag e delle "stories".

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2021-2022?Parla con Elisa

#2 I numeri raggiunti sui profili di Instagram: è boom Ferragnez!

Posto che il matrimonio dei Ferragnez ha trovato in Instagram il suo luogo ideale, è giunto il momento di chiedersi: esibirsi in questo modo ha prodotto buoni frutti? Probabilmente sì. I profili Social di Fedez e di Chiara Ferragni si sono riempiti di utenti che, anche senza seguire il rapper e la fashion blogger, sono rimasti incuriositi dal fenomeno e hanno “spulciato” le diverse fotografie e video inseriti, ora dopo ora. Subito dopo l’1 settembre, infatti, Fedez e consorte hanno cominciato a pubblicare una lunga serie di nuovi elementi, scatenando la curiosità di molti. La coppia era già famosa – e criticata – per postare sui Social la propria vita privata (la foto del figlio Leone, di pochi mesi, è apparsa qualche ora dopo la sua nascita, scatenando la bufera tra gli utenti), ma subito dopo l’1 settembre la media dei post è aumentata in modo clamoroso: Chiara Ferragni su Instagram ha postato una cinquantina di immagini e video relativi al prima, durante e dopo le nozze. Non da meno è stato il marito, che si è fermato “con eleganza” ad una trentina di post.

La cosa incredibile è che, post dopo post, l’attenzione degli utenti non è mai calata. Se nelle foto prima dell’1 settembre la coppia Ferragnez arrivava a contare al massimo 500.000 “cuori” per ogni post rappresentante la loro vita quotidiana, durante il matrimonio questo numero è stato addirittura sestuplicato: per citare un esempio, il post della fashion blogger che rappresenta la coppia nel momento seguito subito allo scambio delle fedi nuziali, con la scritta “Yes, I do, forever”, è arrivato a contare 3 milioni di mi piace.

post instagram

Addirittura, pur non avendo considerato in modo rilevante gli altri Social Network, il fenomeno è stato così forte da influenzare anche Facebook e Twitter. In quest’ultima piattaforma, in particolare, l’argomento è riuscito ad essere considerato un “trend”, in cui l’hashtag #ferragnez è ripiombato in più e più tweet, creando talvolta accese discussioni.

twitter ferragnezUn esempio dei trend di Twitter i giorni successivi al matrimonio dei Ferragnez

Chiara Ferragni e Fedez hanno saputo cavalcare l’onda. Probabilmente, se avessero postato le diverse immagini delle nozze nel corso dei mesi, non avrebbero ottenuto gli stessi risultati. Ben consapevoli che la notizia del loro matrimonio fosse rimbalzata sui più disparati canali – digitali e non –, ne hanno approfittato per migliorare la propria immagine, elemento fondamentale per 2 imprenditori di sé stessi.  

#3 Le grandi aziende non sono state a guardare (e hanno fatto bene!)

Le più grandi aziende hanno capito subito la portata rivoluzionaria del matrimonio dei Ferragnez. Sapevano, infatti, che la coppia avrebbe fatto parlare di sé, in quanto aveva già fatto abituare ad “eventi epici”. Basti pensare che la proposta di matrimonio, datata maggio 2017, era arrivata di fronte al pubblico nutrito dell’Arena di Verona, durante il J-Ax-Fedez Tour. Il video era stato condiviso su tutti i canali per giorni e giorni, arrivando a contare migliaia di visualizzazioni su YouTube. In virtù di questo, molte aziende hanno fatto a gara per partecipare da protagoniste all’evento.

Se il main sponsor del matrimonio è stata l’azienda automobilistica tedesca BMW, grande importanza hanno avuto le case di moda di lusso: il rapper ha portato un completo blu senza cravatta marcato Versace (stesso marchio per il completo del piccolo Leone); la fashion blogger ha indossato, nel corso della giornata, ben 3 abiti differenti. Tutti e 3 erano di Dior e uno, addirittura, aveva come stampa le parole delle canzoni dell’amato. Le damigelle d’onore della sposa, invece, erano firmate Alberta Ferretti.

dior

Ma non solo aziende produttrici di abiti di lusso. Anche Lancome ha avuto la sua parte, grazie al make-up presentato da Chiara Ferragni (che vi ha dedicato persino un post!). E poi Pringles, M&M’s e Trudi, per citare alcuni esempi, che hanno ricoperto un ruolo importante soprattutto nel pre e post-cerimonia. Ma l’azienda che, forse, ha fatto più scalpore di tutte è stata Alitalia, che ha customizzato un volo da Milano Linate a Catania riservato agli sposi e agli invitati. Tovagliette, sedili, snack personalizzati con il marchio “The Ferragnez”, pupazzi giganti Trudi a somiglianza dei neo sposini: Alitalia è divenuto il brand più in vista del matrimonio dei Ferragnez, forse anche a causa delle discussioni sopraggiunte.

alitalia instagram

Cos’hanno guadagnato le aziende da questo evento? Prima di tutto, un’ondata incredibile di visibilità. In secondo luogo, denaro. Tanto denaro. Launchmetrics, società di monitoraggio e di analisi dei dati sul Web, ha studiato l’impatto digitale raggiunto dai brand di abbigliamento e cosmetica che hanno preso parte attiva all’evento. Per farlo, la società ha realizzato un algoritmo, il Media Impact Value (MIV), che valuta l’impatto a livello economico che le interazioni – engagement – sui Social Media producono su un’azienda. Ecco alcuni risultati scaturiti:

  • Dior presenta un Media Impact Value pari a 1,6 milioni di dollari generati solamente dai post che Chiara Ferragni ha dedicato all’azienda, il 31% del MIV totale di Dior;
  • Alberta Ferretti, rimasta un po’ in oscurità (la fashion blogger non ha realizzato un post specifico per questo marchio), ha guadagnato lo stesso 354.000 dollari, secondo il Media Impact Value, grazie alle 390.000 interazioni pervenute;
  • Lancome avrebbe un Media Impact Value pari a 700.000 dollari, con 1,3 milioni di engagement nel post presentato dalla Ferragni.

Insomma, non si è trattato di un semplice matrimonio, ma anche e soprattutto di un ottimo modo per le aziende di mettersi in mostra e aumentare il proprio fatturato. Il tutto, ovviamente, passando sempre dai post su Instagram. È qui che torna un altro concetto che sta spopolando nel mondo del marketing: quello relativo all’Influencer Marketing. Mettendo in evidenza determinati marchi, Chiara Ferragni e Fedez hanno spinto numerosi consumatori ad acquistare prodotti provenienti da questi brand. In pratica, anche nel giorno del loro matrimonio la coppia Ferragnez ha fatto da vetrina alle aziende.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2021-2022?Parla con Elisa

#4 Non sono mancate le critiche (e nemmeno le risposte!)

La coppia Fedez-Ferragni, probabilmente, lo aveva già messo in conto e, in parte, ci è pure già abituata. Ogni evento di queste proporzioni porta con sé critiche e discussioni senza fine. Si pensi che tra gli utenti “comuni”, non conosciuti, c’è stato chi ha apprezzato il “Royal Wedding” all’italiana e chi, invece, ha risposto negativamente all’esuberanza di un matrimonio considerato troppo “social”. Le critiche, comunque, sono arrivate in toni talvolta pesanti anche da personaggi pubblici, rigorosamente tramite Social Network. Vediamone qualche esempio.

Selvaggia Lucarelli ha dedicato un post infinito su Facebook al matrimonio dei Ferragnez. In questo post non ha criticato tanto la portata dell’evento, quanto l’atteggiamento dei 2 protagonisti, considerati troppo “presi” dalla vita virtuale e meno presenti in quella reale. A questo proposito, l’opinionista italiana non ha di certo parlato tra le righe: “Come i preti sono sposati con Dio, Chiara Ferragni è sposata con i suoi follower. Tant’è che al suo matrimonio c’erano solo loro. Un manciata di amici, nessun famoso, a dimostrazione che nella sua vita e in quella di Fedez, tolto il virtuale, resta poco”. Il post è stato seguito, il 2 settembre, da un tweet altrettanto frizzantino:

selvaggia lucarelli

La maggior parte delle critiche arrivate alla coppia è giunta soprattutto nei confronti di Alitalia. La compagnia bandiera italiana, infatti, nonostante risulti costantemente sull’orlo del fallimento, non ha esitato a divenire partner dei Ferragnez in vista del lieto evento. Il primo a considerare questa mossa “vergognosa” è stato il politico italiano Maurizio Gasparri, che ha twittato: “Questa vicenda dei #ferragnez è davvero una vergogna per Alitalia, servilismo per le vere caste” e ne ha approfittato per criticare l’operato di Luigi Di Maio, vicepresidente dei ministri, che ha a sua volta chiesto spiegazioni alla compagnia aerea.

Un altro aspetto particolare del matrimonio dei Ferragnez è che la coppia e, in particolare, Fedez, non ha esitato a rispondere, sempre tramite Social Network, alle critiche, portandole a proprio favore e ottenendo ancora più interazioni. Ecco le risposte che il rapper ha gentilmente “regalato” a Selvaggia Lucarelli e Maurizio Gasparri:

risposta fedez maurizio gasparri

risposta fedez selvaggia lucarelli

Fedez, in entrambi i casi, ha smorzato i toni con risposte ironiche e senza soppesare le critiche. Anche questo ha provocato un’ondata di consensi dall’ampio pubblico dei Social Network e la coppia ne è uscita vincitrice, come denotano i numerosi articoli apparsi su carta stampata, televisione e online a riguardo. Si tratta di un ulteriore modo di fare marketing: quello di sfruttare i pareri negativi per essere citati nei più disparati canali e ottenere altra visibilità.

Conclusione: cosa ci insegna il matrimonio dei Ferragnez sul marketing?

Sulla base di ciò di cui abbiamo parlato fino ad ora, possiamo chiederci: cosa ci insegna il matrimonio dei Ferragnez sul marketing? Cos’abbiamo imparato l’1 settembre, mentre tutti stavano osservando l’abito da sposa di Dior della Ferragni o ascoltavano le promesse nuziali di Fedez e noi riflettevamo sul fenomeno a cui stavamo assistendo? Ecco alcuni spunti che la coppia Fedez-Ferragni ci ha regalato e che potremmo applicare anche alla nostra azienda:

  • Non sempre i metodi di marketing tradizionali funzionano. Il matrimonio dei Ferragnez è l’emblema che non serve necessariamente realizzare uno spot pubblicitario per Canale 5 o occupare una pagina intera di giornale per rivolgersi a milioni di spettatori. Talvolta, il digital si sposa meglio con le esigenze della nostra azienda: se l’obiettivo è quello di comunicare la propria immagine aziendale, di mostrarsi sempre sul pezzo, di evidenziare le proprie peculiarità, forse è il caso di guardare avanti ed imporsi sui Social Network. Al giorno d’oggi, con l’avvento di Internet, dei Social, delle Community online, di Netflix, è più probabile che un utente si imbatta nel nostro profilo aziendale su Facebook che su uno spot pubblicitario alla televisione.
  • Instagram ha successo. Se fino a qualche anno fa nessuno avrebbe mai pensato che Facebook potesse temere di perdere il primato di “Social Network per eccellenza”, oggi le cose sono un po’ cambiate. È un dato di fatto che tra i Millennials, in questo momento, Instagram sta prendendo sempre più piede: sarà per il successo delle “stories”, perché risulta meno invasivo di Facebook, perché i filtri per le immagini ci rendono più belli, ma il 2018 si è rivelato l’anno di questo Social Network. Come si può sfruttare per portare visibilità alla nostra azienda? Fedez e la Ferragni ci insegnano che la pubblicazione dei post e delle “stories” dev’essere “libera”, mostrare la realtà esattamente come appare e nel momento in cui appare. Iniziamo a mettere in mostra la nostra azienda, il lavoro quotidiano che c’è dietro le quinte, in che modo vengono realizzati determinati prodotti o pensati determinati servizi. Instagram ha così successo per questo, in fondo: permette, attraverso immagini, video e musica di far entrare gli altri all’interno della nostra azienda e di scoprirla in ogni suo dettaglio. Se non abbiamo ancora un profilo aziendale su questa piattaforma, forse è il caso di rimediare.

instagram

  • L’importanza del Real Time Marketing. Ogni evento che accade attorno a noi può essere sfruttato per fare marketing. Che si tratti del matrimonio dei Ferragnez, dei Mondiali di Calcio, della notorietà di una serie TV, l’intera realtà, se studiata a fondo, può permetterci di acquisire visibilità. È per questo che è importante tenere sempre gli occhi aperti, trovare l’evento più pertinente alla nostra attività, inserirlo nel canale che può farci raggiungere un pubblico ampio e sfruttare appieno la potenza del Real Time Marketing. Proprio come hanno fatto i Ferragnez nel giorno del proprio matrimonio: pubblicando decine e decine di foto istantanee, senza far attendere gli utenti impazienti per intere giornate. D’altronde, con l’arrivo delle “stories” è finita anche l’epoca della “sorpresa”, che oggi non attira più il pubblico.
  • Il boom dell’Influencer Marketing. Può apparire un fatto assurdo che i Social Network, nati ufficialmente per metterci in contatto l’uno con l’altro, possano veramente fruttare denaro. Eppure, come abbiamo visto, è stato dimostrato che un singolo post di un influencer può portare ad un aumento del fatturato, nonché ad una costruzione della brand awareness. È per questo motivo che una delle strategie da prendere in considerazione per arrivare ad una crescita aziendale dovrebbe contemplare anche la strada dell’Influencer Marketing. Trovare qualcuno con migliaia e migliaia di follower che possa promuovere la nostra azienda non è una cosa impossibile. Esistono molte persone, anche non VIP, che sono seguite da un pubblico ampio e che possono incrementare la visibilità della nostra attività sui Social Network.
  • Anche le critiche possono aiutarci. Molti imprenditori tendono a nascondere la testa sotto la sabbia alla prima recensione negativa su Google o sui Social Network. La verità è che ci sarà sempre qualcuno a cui non piaceranno i nostri prodotti o per cui il nostro servizio non sarà eccellente. L’importante è prendere consapevolezza di ciò e riuscire a dominare anche le critiche. Rispondere con pacatezza, gentilezza e un pizzico d’ironia alle recensioni negative ci aiuterà a non prenderci troppo sul serio e dimostrerà al nostro pubblico che ci interessiamo delle critiche per migliorarci. È questo, in fondo, quello che ci insegnano i Ferragnez: ogni volta che vengono criticati pesantemente, rispondono con eventi e fenomeni ancora più memorabili rispetto a quelli precedenti. Per questo, quando riceviamo delle recensioni negative, dovremmo analizzare a fondo cos’abbiamo sbagliato per migliorare ulteriormente.

Vorresti stabilire una strategia di Social Media Marketing che possa far decollare la tua azienda? Non esitare a contattarmi direttamente o a prenotare una consulenza!

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda nel 2021-2022?

 

Condividi questo articolo

Elisa Ventura

Copywriter & Content Creator - Umanista convinta, Elisa si è laureata in Lettere Moderne e si è poi specializzata in Editoria e Giornalismo all’Università di Verona. In lei convivono la passione delle belle lettere insieme a quella per il mondo digitale, il che le ha permesso di sviluppare anche competenze relative al web marketing. Mettendo nel lavoro la stessa passione che ha per libri e cinema, all’interno di NetStrategy Elisa si occupa della gestione della creazione di contenuti ottimizzati SEO per accrescere la visibilità dei clienti.

Non accontentarti di essere uno tra tanti:
comincia da qui la tua strada verso il successo!

Gardenstone: 1118 nuovi contatti dal sito in un solo anno di strategia

Gardenstone: 1118 nuovi contatti dal sito in un solo anno di strategia

Leggi il caso studio
Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Leggi il caso studio
L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

Leggi il caso studio