<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Instagram B2B: le strategie di successo per trovare nuovi clienti per la tua azienda

Instagram è utilizzato da un numero sempre maggiore di imprese come trampolino di lancio per aumentare la propria visibilità sul Web. Possono essere tanti i benefici derivanti da una elevata notorietà, come ad esempio ricevere più richieste di contatto e aumentare di conseguenza le opportunità commerciali. Infatti, l’universo del Social Media Marketing interessa molteplici ed eterogenei business che operano nel settore B2B e che ambiscono a promuovere la propria attività e i propri prodotti e/o servizi mediante l’utilizzo di uno dei più famosi social network: il loro obbiettivo è arrivare dritti al cuore degli utenti.

Compila il form
e parla con

Instagram B2B: le strategie di successo per trovare nuovi clienti per la tua azienda

Instagram è utilizzato da un numero sempre maggiore di imprese come trampolino di lancio per aumentare la propria visibilità sul Web. Possono essere tanti i benefici derivanti da una elevata notorietà, come ad esempio ricevere più richieste di contatto e aumentare di conseguenza le opportunità commerciali. Infatti, l’universo del Social Media Marketing interessa molteplici ed eterogenei business che operano nel settore B2B e che ambiscono a promuovere la propria attività e i propri prodotti e/o servizi mediante l’utilizzo di uno dei più famosi social network: il loro obbiettivo è arrivare dritti al cuore degli utenti.

Secondo Hootsuite, più di un miliardo di persone si connette quotidianamente alla piattaforma e interagisce attivamente con i profili delle proprie aziende preferite. Instagram è dunque uno strumento che tutte le imprese B2B dovrebbero valutare di adottare.

NetStrategy, web agency con sede a Verona e a Milano, chiarisce all’interno di questo articolo quali sono le principali strategie che un’azienda B2B dovrebbe seguire su Instagram al fine di migliorare la propria strategia di crescita e trovare così nuovi potenziali clienti.

Perché creare un profilo aziendale: le funzionalità più utili di Instagram Business

Le aziende B2B che vogliono inaugurare un profilo professionale su Instagram possono farlo optando per un account aziendale. In cosa questa alternativa si differenzia da un profilo personale?

Se utilizziamo Instagram per incrementare la visibilità della nostra azienda è bene sapere che è sempre consigliabile prediligere la creazione di un profilo aziendale. Questo ci consentirà, infatti, di ottenere numerose funzioni non disponibili per i profili personali.

La creazione di un profilo aziendale, infatti, dà la possibilità di monitorare e analizzare gli utenti che sono passati sul nostro profilo social, osservandone dati e statistiche: i cosiddetti Instagram Insight.

Dagli Instagram Insight è possibile ottenere tutte le informazioni più rilevanti sulla tipologia di pubblico che interagisce con i post della pagina. Conoscere età, genere e paese di provenienza dei nostri follower ci permetterà di capire che tipo di persone si interessano al nostro feed, dunque anche alla nostra azienda e a ciò che offre. Grazie agli Instagram Insights avremo a disposizione un primo profilo – piuttosto grezzo ma pur sempre efficace – di quelle che in gergo tecnico vengono definite Buyer Persona, ossia i prototipi di clienti ideali della nostra attività. Avere un’idea chiara di chi sono le nostre Buyer Persona ci faciliterà nella comprensione delle preferenze e dei bisogni dei nostri clienti, attuali e futuri, così da attrarli più facilmente verso i nostri prodotti e servizi.

In aggiunta alle preziose informazioni sui clienti, la creazione di un profilo aziendale ti fornirà dati utili per capire quali contenuti hanno ottenuto il maggior successo. Innanzitutto, potrai osservare il tasso di copertura, ossia il numero di account raggiunti dai post del profilo negli ultimi sette giorni. Vengono misurate anche le impression: in questo caso potrai vedere quante volte un’utente ha visualizzato un post. Infine, rientrano tra gli Instagram Insight anche il livello di interazioni, ossia il numero di volte che un utente è entrato in contatto con il tuo profilo nell’arco di una settimana.

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

Ottenere un buon seguito su Instagram: alcune strategie da applicare nel settore B2B

Le aziende che si trovano per la prima volta ad avere a che fare con Instagram, o ne hanno solo sentito parlare – dunque non hanno ancora sviluppato la giusta competenza che consenta loro di capire su quali contenuti puntare – potrebbero pensare che per ottenere maggiore visibilità su questo social siano sufficienti immagini di alta qualità ben coordinate tra loro. Ma, in realtà, è necessario molto più di questo.

Senza dubbio un feed curato e originale può fare la differenza e aiutare la nostra azienda ad attrarre maggior traffico sulla pagina Instagram. Tuttavia, le aziende B2B che vogliono consolidare la propria immagine per attrarre nuovi clienti dovrebbero seguire linee guida che vanno oltre l’estetica e che devono rientrare in un vero e proprio piano strategico.

Dunque, quali strategie può seguire un’azienda B2B per utilizzare la piattaforma Instagram efficacemente, raggiungendo così un pubblico molto più ampio?

#1 Stabilisci obiettivi e strategie specifiche per la piattaforma

Le imprese che desiderano intraprendere azioni di marketing per il B2B devono innanzitutto avere ben chiaro un aspetto fondamentale: la pianificazione. Prima di iniziare a postare foto e video pensa a quali obiettivi intendi raggiungere con un’attività di Social Media Marketing su Instagram.

Questa piattaforma è apprezzata da miliardi utenti perché non si limita ad offrire poche e basilari funzioni: la sua versatilità l’ha infatti reso uno dei social più popolari in tutto il mondo. Tuttavia, pubblicare post senza avere in mente uno scopo preciso non consentirà alla tua azienda di conquistare i risultati desiderati.

Prima di iniziare a promuovere il tuo marchio attraverso post Instagram prova a chiederti: quale obiettivo finale voglio raggiungere grazie a quest’attività? Potresti voler incrementare il traffico al tuo sito web aziendale oppure ricevere più contatti ed estendere quindi le opportunità commerciali per il tuo business.

In alternativa, potresti utilizzare Instagram essenzialmente per diffondere la cultura aziendale che differenzia il tuo business, creando dunque un elevato coinvolgimento nelle persone che seguono il profilo e che con questo interagiscono attivamente.

Avere ben chiari gli obiettivi che si desidera perseguire con un’attività di Social Media Marketing rappresenta una sicurezza: ciò significa infatti essere sicuri di che tipo di contenuti diffondere, quali messaggi divulgare e quali inviti all’azione accattivanti realizzare.

Il consiglio generale da seguire è optare per un approccio uniforme a ogni canali social: mantenere dunque una certa costanza e uniformità per tutti i post dei differenti profili, con contenuti che siano in linea con le nostre finalità di business e gli interessi del pubblico. Prima di inoltrarci nell’utilizzo di Instagram B2B, dobbiamo assicurarci quindi di avere una strategia chiara per la piattaforma, che sia coerente con i nostri obiettivi aziendali.

#2 Capisci cosa cerca il tuo pubblico

Instagram per il B2B può essere uno strumento davvero potente se ci rivolgiamo al giusto pubblico con i contenuti più appropriati. Per riuscire a raggiungere gli obiettivi che la nostra azienda si è prefissata è prima di tutto fondamentale conoscere il pubblico a cui indirizzare i contenuti i testuali e grafici.

Generalmente, gli utenti che navigano su Instagram preferiscono imbattersi in post personalizzati, i quali consentono di instaurare una relazione di fiducia tra cliente e azienda. Quando realizzi immagini e didascalie per i tuoi post non dovresti focalizzarti solo sulla tua attività e i tuoi prodotti/servizi. Prediligi invece la condivisione di testi accattivanti, che parlino direttamente alla pancia dell’utente, così da colpire le sue necessità e i suoi interessi.

Dai alle persone quello di cui hanno bisogno: questo è il mantra a cui dare ascolto quando si pensa alla strategia da seguire per la creazione di post su Instagram. La piattaforma social non è infatti concepita come strumento di marketing tradizionale ma come mezzo il cui obbiettivo primario è il miglioramento dell’immagine aziendale e la sua differenziazione rispetto a quella della concorrenza. Attraverso la diffusione di informazioni utili per il tuo pubblico, presentate in modo fresco e originale, riuscirai a valorizzare al meglio il profilo della tua azienda B2B. Di conseguenza gli utenti che vi navigheranno assoceranno l’immagine del tuo business a una figura di leader autorevole del settore.

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

#3 Segui la regola dei nove post per creare un maggior impatto visivo sul tuo feed

Una volta definiti gli obiettivi e il pubblico a cui rivolgerti, è il momento di dare concretezza alla fase di pianificazione dei contenuti.

A tutte le aziende B2B che iniziano un’attività di promozione su Instagram si consiglia di pianificare e creare in anticipo i primi nove post da pubblicare sul feed. Immagina questi come una tavolozza di colori tra loro ben coordinati: accertati che ogni singolo post si abbini perfettamente ai restanti otto.

Prima di iniziare a promuovere la tua pagina Instagram aziendale dovresti assicurarti di offrire agli utenti una pagina accattivante che attira immediatamente la loro attenzione. Le persone che visitano il profilo della tua azienda per la prima volta si trovano in una situazione in cui stanno valutando se seguirti o meno. Programmare una griglia contenente le prime nove immagini da pubblicare ti consentirà di creare un layout di elevato impatto visivo, in grado di colpire l’interesse di nuovi potenziali clienti.

La tua è un’azienda B2B? Allora potresti trovare utili i seguenti approfondimenti:

#4 Crea un mix equilibrato tra quantità e qualità

Una cosa è certa: il coinvolgimento è il principale indicatore di successo di una pagina social. Affinché il livello di engagement di un profilo Instagram continui a crescere è fondamentale appassionare il nostro pubblico attraverso contenuti di buona qualità.

Il flusso di contenuti diffusi all’interno di una pagina social deve essere costante e regolare nel tempo. Tuttavia, puntare sulla quantità non rappresenta la soluzione ottimale: la strada da perseguire consiste invece in un sano equilibrio tra quantità e qualità degli argomenti.

Sono in molti a pensare che una strategia di marketing puramente guidata dai grandi numeri consentirà loro di ottenere una maggiore visibilità. In realtà tale credenza è piuttosto antiquata, dunque, non applicabile all’attuale contesto dei social network.

Per convincere le persone del valore che la nostra azienda possiede è necessario investire tempo e risorse nella produzione di contenuti pertinenti e di qualità per il nostro pubblico di riferimento. Consideriamo Instagram come un luogo nel quale possiamo avere l’opportunità di creare contenuti capaci di trasmettere l’unicità della cultura della nostra azienda.

Anche se la piattaforma non impone alcun limite sul numero di post da pubblicare giornalmente, bisogna valutare con attenzione quanti contenuti diffondere. Un suggerimento utile potrebbe essere quello di pensare il contatto tra brand e utenti come una classica relazione tra persone: mantenere vivo il rapporto e aggiornarsi con una certa frequenza è importante. Tuttavia, il rischio di diventare asfissianti è sempre dietro l’angolo: pubblicare ogni giorno e in ogni momento potrebbe infastidire il pubblico e distruggere la relazione di fiducia precedentemente creata.

#5 Ottimizza il tuo profilo e i tuoi post: opta per le tecniche SEO

Instagram ha avviato una funzione di ricerca in piattaforma ispirata alla versione di Google. Agli utenti del social è data la possibilità di cercare i contenuti relativi a un’impresa direttamente dall'App nativa. Ciò significa che l'ottimizzazione del tuo profilo Instagram e dei contenuti in esso caricati è di fondamentale importanza. Infatti, le attività di SEO hanno la funzione di migliorare il posizionamento del profilo Instagram, portando benefici in termini di engagement e visibilità.

Ecco alcuni modi in cui puoi utilizzare le tecniche SEO per ottimizzare la tua pagina Instagram per il marketing e la ricerca B2B:

  • Scegli un nome utente e un username facili da leggere, comprendere e ricordare. All’interno del tuo username, così come nel nome visualizzato e nella bibliografia, inserisci anche la parola chiave individuata in fase di analisi. Utilizzando le keywords primarie all’interno di questi spazi il tuo profilo aziendale avrà maggiori possibilità di essere trascinato in cima alla ricerca.
  • Utilizza le parole chiave secondarie nelle didascalie delle immagini: queste sono utili per catturare business con interessi simili a ciò che offre la tua realtà aziendale. Sempre secondo Hootsuite il 36,2% dei decisori B2B utilizza Instagram per scoprire e ricercare nuovi prodotti. È lampante, dunque, come Instagram stia diventando una sorta di nuovo Google: infatti, il numero di persone che entra in contatto con le aziende attraverso la piattaforma social è in costante crescita. Instagram offre opportunità totalmente nuove per i marchi B2B, i quali hanno la possibilità di farsi scoprire da nuove fasce di mercato.

All’interno di questi articoli puoi scoprire tutti i vantaggi che la SEO può portare al tuo business:

#6 Realizza dei contenuti ricchi di informazioni e dati utili per il tuo pubblico

Creare degli ottimi post su Instagram significa riuscire a intercettare i bisogni del proprio pubblico e cercare di fornire loro risposte quanto più esaustive.

Ancora Hootsuite stima che sono circa 130 milioni gli utenti che ogni mese fanno click su post Instagram riferiti all’acquisto di prodotti/servizi. Ma quanti di questi effettivamente sono ricchi di dati e informazioni utili per il target?

Per ogni azienda, l’alta qualità dei contenuti realizzati e pubblicati è diventata un vero e proprio must. Per riuscire a cogliere le opportunità date dalla piattaforma Instagram è utile riportare all’interno dei post dati e numeri che rendono più chiari e tangibili concetti che altrimenti risulterebbero discutibili, nonché contestabili dagli utenti stessi. Qualche esempio? Secondo SyncShow i post più efficaci – e anche apprezzati dai clienti – sono quelli che contengono statistiche relative al settore di appartenenza dell’azienda, recensioni/feedback positivi dei clienti e testimonianze sotto forma di immagini.

Sfruttando l’aspetto visivo si può comunicare in modo immediato l’argomento del post, suscitando così l’interesse dell’utente e invitandolo a leggere il contenuto testuale. Il nostro cervello, infatti, decodifica gli elementi visivi in tempi molto più rapidi rispetto alle parti scritte: ecco perché le immagini attirano subito l’attenzione degli utenti.

Le aziende B2B più efficaci su Instagram sono dunque quelle che sfruttano casi studio e statistiche per valorizzare la qualità dei prodotti e servizi venduti.

Se su altri social network, come Facebook, Twitter o LinkedIn il seguito è molto forte, è bene far sapere anche a quegli utenti che il nostro account Instagram aziendale esiste ed è attivo. Si può spiegare loro che tipo di contenuti troveranno, di modo che sappiano perché vale la pena seguirci anche su questa piattaforma. Inoltre, se la nostra attività B2B ha un sito web o un blog, non dobbiamo dimenticare di reindirizzare i nostri followers direttamente lì.

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

#7 Mostra i tuoi prodotti e servizi in azione

Per riuscire a mostrare tutto il valore che contraddistingue i prodotti e servizi della nostra azienda il modo migliore è mostrare tutte le loro funzionalità in azione. In questo modo si agevoleranno i clienti nell’individuazione della migliore soluzione che risponde ai loro bisogni. Non solo, gli utenti si sentiranno più “vicini” all’offerta dell’azienda e sarà più naturale per loro iniziare a relazionarsi con il brand.

Le statistiche fornite dallo stesso social rivelano che, rispetto ad altre piattaforme, il tasso di coinvolgimento degli utenti di Instagram è il più elevato. L’engagement rate per Instagram varia infatti dal 2 al 7%: la percentuale potrebbe sembrare non molto incoraggiante fino a quanto non si osserva quello di Facebook. Con riferimento a quest’ultimo social il livello di coinvolgimento può variare da uno 0,10 a uno 1,5%, mentre se si guardano i dati relativi a Twitter i numeri sono ancora più bassi.

Un ottimo modo per mostrare in modo interessante le caratteristiche del prodotto o servizio in funzione potrebbe riguardare una strategia di video marketing. Nel caso di aziende B2B, l’utilizzo di immagini non rappresenta sempre la soluzione ottimale. I clienti interessati a capire come il prodotto appare saranno maggiormente attratti da immagini e foto, mentre gli utenti che desiderano capire come funziona uno specifico prodotto o servizio potrebbero optare per la visione di un video che ne mostri tutti i dettagli.

Conclusione

All’interno di questo articolo abbiamo approfondito le principali strategie che un’azienda B2B dovrebbe seguire su Instagram per sfruttare al meglio le potenzialità che la piattaforma social offre.

A partire da una definizione degli obiettivi e del pubblico di riferimento, si pianificano i primi nove post del feed: questi costituiranno la base sulla quale costruire la strategia di Social Media Marketing per i mesi successivi. Anche l’ottimizzazione SEO del profilo aziendale gioca un ruolo decisivo, specie se l’obbiettivo è ampliare la rete di imprese clienti. Non bisogna dimenticare, infine, di valutare con accuratezza la frequenza di pubblicazione, per non rischiare di infastidire i follower, bensì con l’obiettivo di costruire una relazione basata sulla fiducia.

Il risultato saranno contenuti interessanti, persuasivi e informativi: il mix perfetto affinché le immagini e i testi realizzati rispondano alle esigenze degli utenti.

Tuttavia, intercettare e mettere in atto una strategia di Social Media Marketing per il settore B2B non è affatto un percorso scontato. Al fine di evitare di perdere tempo nel perseguimento di azioni che non riescono a dare concretezza agli obiettivi individuati in una prima analisi, dovresti considerare di affidarti a un partner esperto e aggiornato.

Desideri un supporto nella definizione di una strategia di Social Media Marketing che, attraverso la piattaforma Instagram per il B2B, sappia davvero portare valore al tuo business? Siamo qui per questo! Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo progetto.

New call-to-action

Condividi questo articolo

Giada Ruggero

Social Media Manager - Immersa nel mondo dei social media da mattina a sera, Giada ha alle spalle una laurea magistrale in Innovation & Marketing all'università Ca' Foscari e una specializzazione in Web Marketing & Digital Communication. Il suo amore per il social media marketing è pari solo a quello per il caffè e, a colpi di post su Facebook e storie su Instagram, Giada è diventata l’asso nella manica di NetStrategy nell’ambito social.

Non accontentarti di essere uno tra tanti:
comincia da qui la tua strada verso il successo!

Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Leggi il caso studio
L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

Leggi il caso studio
Mec: in #1 posizione su Google, in Italia e in tantissimi altri Paesi, grazie a NetStrategy

Mec: in #1 posizione su Google, in Italia e in tantissimi altri Paesi, grazie a NetStrategy

Leggi il caso studio