Strategie commerciali per Start Up: come acquisire nuovi clienti

Non importa quanto sia grandiosa l’idea che ha dato vita alla tua Start Up, senza clienti non ci sono prospettive per il futuro. Sappiamo che avere la capacità di elaborare un ottimo prodotto non significa automaticamente avere le capacità per venderlo con successo.

Scopri tra le strategie commerciali per una Start Up quali permettono di acquisire nuovi clienti.

Il processo di acquisizione e mantenimento di nuovi clienti è centrale per qualsiasi tipo di azienda. L’approvazione del cliente, infatti, è ciò che trasforma una semplice Start Up in una Start Up di successo.

Per una Start Up, soprattutto nelle sue prime fasi di sviluppo, questo processo può risultare più complicato perché non si hanno dati storici sulle preferenze e sui comportamenti degli utenti. In questi casi, è necessario sviluppare un piano di acquisizione dinamico, che possa essere modificato in corso d’opera e che punti verso canali differenti in modo da acquisire i dati mancanti.

Se acquisire nuovi clienti è uno dei tuoi obiettivi per quest’anno, ecco alcune strategie commerciali per la tua Start Up che ti aiuteranno a raggiungerlo.

Contenuti in breve:

Definizione del target e degli obiettivi

Tutto inizia con la definizione del profilo del cliente ideale: chi è, come lo si può raggiungere, quali sono le sue caratteristiche e abitudini. Attrarre il giusto tipo di clienti rende tutto molto più semplice.

Individuato chi si vuole raggiungere, lo step successivo consiste nella quantificazione di obiettivitappe e priorità. La determinazione di questi tre elementi rende l’intero sistema più produttivo, poiché permette un’organizzazione del tempo più efficace e, di conseguenza, una crescita più rapida. E la crescita è il motivo per cui siamo qui, giusto?

Gli obiettivi incentrati sull’acquisizione dei clienti potrebbero essere: ottenere più visitatori sul sito web, trasformare più visitatori in lead e trasformare più lead in clienti paganti.

Ora che le fondamenta della strategia commerciale per la tua Start Up sono state gettate, possiamo entrare nel vivo e scoprire come effettivamente come attrarre nuovi clienti.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

Utilizzo della propria rete di contatti già esistente

Quando si è alla ricerca di nuovi clienti, può essere utile parlare con le persone che già conosciamo e con i loro conoscenti. Il punto di partenza potrebbe essere suggerire il proprio prodotto ad amici e famigliari e chiedere di spargere la voce.

Dopodiché si deve puntare ad espandere la propria rete attraverso:

  • Clienti preesistenti. Nel caso si abbia un altro business avviato e il prodotto della nuova Start Up possa essere interessante per il mercato in cui già si opera, proporlo ai clienti già acquisiti può dare buoni risultati.
  • Investitori. Se la Start Up viene finanziata da terzi, chiedere agli investitori di parlare del nuovo prodotto con i loro contatti è un’ottima prassi. Spesso gli investitori hanno reti di contatti fantastiche!

Quando si parla con persone della propria rete, è essenziale chiedere di essere messi in contatto con loro conoscenti che potrebbero essere interessati al prodotto. Non si sa mai dove i contatti possano portare.

Offerta di prove gratuite

Fornire ai clienti una prova gratuita è una delle strategie commerciali più comuni tra le Start Up, soprattutto nella fase beta, poiché permette di ottenere feedback dai clienti, molto utili per capire in quale direzione sia meglio procedere.

Questa pratica, oltre ad essere un potente strumento di marketing, meno costoso dei tradizionali team di vendita o delle campagne pubblicitarie, dà la possibilità di creare grandi gruppi di utenti e aumenta traffico e viralità.

Si può utilizzare questa strategia commerciale per attirare inizialmente gli utenti e poi trasformarli in clienti paganti nel momento in cui desiderino utilizzare le funzioni

Ricerca di partnership vantaggiose

Sono già molte le aziende B2B che beneficiano di tutti i vantaggi derivanti da una presenza online costante ed efficace. Qualche esempio? Automatizzare le interazioni con i clienti, fornitori e distributori, offrire una migliore esperienza d’acquisto all’utente, semplificare gli ordini e incrementare il profitto della propria azienda.

Telefonate ed e-mail continueranno a rivestire un ruolo decisivo nel comparto B2B, ma la crescita degli e-commerce sta attraversando una fase di crescita stabile e positiva. Portali di vendita personalizzati, ordini da mobile e funzionalità self-service: le piattaforme B2B offrono al mercato opportunità di acquisto più convenienti e accessibili.

Se sfruttato al meglio, un portale e-commerce B2B ti consentirà di vendere i tuoi prodotti in tutto il mondo, raggiungendo così un pubblico molto più ampio con meno risorse. Mentre la tua azienda avrà bisogno di un minor numero di intermediari, i tuoi potenziali clienti potranno entrare in contatto con la tua realtà e i tuoi prodotti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Utilizzo dei social media

Le piattaforme di social media come Facebook, Instagram e Twitter sono un ottimo modo per entrare in contatto con nuovi potenziali clienti e rafforzare i legami con quelli già esistenti. Consentono di mantenere aggiornati gli utenti sulle novità riguardanti la tua Start Up e rispondere in tempi brevi a eventuali domande o curiosità.

Il Social Network più utilizzato è sicuramente Facebook, con 1,87 miliardi di utenti iscritti in tutto il mondo. Per una Start Up è essenziale essere presente su questa piattaforma e utilizzarla nel modo corretto. Ti consigliamo di leggere il nostro articolo per scoprire come creare una pagina aziendale di successo su Facebook.

Attraverso i Facebook Ads, inoltre, si ha la possibilità di effettuare campagne a pagamento mirate, in modo da raggiungere con i propri post un determinato gruppo di utenti e aumentare le vendite.

Conclusione

Gli e-commerce B2B continuano la loro scalata verso il successo. Sono tante le aziende che hanno deciso di iniziare a vendere i propri prodotti online, mediante la realizzazione di una piattaforma capace di portare vantaggi alla loro attività.

In questo articolo abbiamo passato in rassegna i principali benefici che derivano dall’apertura di e-commerce B2B. In primis, la possibilità di automatizzare le interazioni con i clienti e di conservare tutti le informazioni relative ai loro acquisti all’interno di un gestionale dedicato. Un e-commerce B2B dà inoltre la possibilità di aumentare la notorietà di un marchio anche fuori dai confini nazionali, così come le opportunità di vendita in Paesi esteri. Infine, vendere online porta con sé l’indubbio vantaggio di poter monitorare il livello di efficacia delle vendite, grazie a strumenti specifici come Google Analytics.

Per poter funzionare al meglio, un e-commerce B2B deve offrire agli utenti un’esperienza di navigazione ottimale, ossia deve poter essere utilizzato da qualunque dispositivo e realizzato con un design professionale ma accattivante. In aggiunta, la suddivisione dei prodotti all’interno del negozio online deve risultare chiara e intuitiva.

Ti stai chiedendo se aprire un e-commerce B2B è la scelta giusta per la tua attività? Per rispondere a questa domanda occorre valutare tre semplici ma fondamentali aspetti. In prima battuta, il prodotto che offri al mercato non deve essere troppo costoso per evitare che le transazioni di pagamento siano rifiutate. Gli articoli, poi, non devono poi presentare un alto coinvolgimento: in questi casi i decisori B2B preferirebbero rivolgersi direttamente a un rappresentante di vendita per un consiglio d’acquisto. Infine, è inopportuno aprire un e-commerce online se sei consapevole che questo potrebbe causare un conflitto multicanale e andare a incrinare il rapporto con i tuoi rivenditori.

In tutti gli altri casi un e-commerce B2B rappresenta un’importante opportunità da sfruttare al meglio. Non sai come? Siamo qui per questo. Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo progetto.

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Sui social non sei nessuno? È ora di cambiare. Con NetStrategy.

Grandi marchi hanno certificato le nostre competenze