<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">

Vendere su Facebook: alcune strategie e idee per ottenere risultati

Acquisire maggiore visibilità online significa incrementare le possibilità di mettersi in contatto con nuovi potenziali clienti e, di conseguenza, vendere di più. In un mondo sempre più connesso, per incrementare il fatturato diviene essenziale sfruttare tutti i canali che il web mette a disposizione per raggiungere e conquistare il proprio target di riferimento: dal sito alla posta elettronica, passando per i social network, grazie a una strategia omnichannel possiamo trovare nuovi clienti e ampliare il nostro mercato oltre ogni confine geografico 

Compila il form
e parla con

Vendere su Facebook: alcune strategie e idee per ottenere risultati

Anche Facebook, il social network ancora oggi più utilizzato al mondo (secondo statista.com sono quasi 3 miliardi gli utenti attivi ogni mese), può diventare la vetrina perfetta per la nostra attività online. In che modo? Come sfruttare al meglio le funzionalità della versione e-commerce di Facebook? In questo articolo, NetStrategy, web agency con sede a Verona e a Milano, racchiude informazioni e suggerimenti per vendere su Facebook, rendendolo un nuovo canale di acquisizione di clienti ed entrate per ogni tipo di business online. 

vendere-facebook

Facebook Marketplace vs Facebook Shop: quale scegliere? 

Esistono 2 modi per vendere su Facebook: attraverso il marketplace o la vetrina di prodotti sulla pagina aziendale, una funzione altrimenti detta “Facebook Shop”.  

Quali sono le differenze tra i 2 metodi e quale tra questi risulta congeniale a soddisfare le nostre esigenze? Analizziamoli entrambi. 

Facebook Marketplace è una funzionalità di Facebook approdata in Italia nel 2017. L'obiettivo è quello di realizzare un vero e proprio mercatino virtuale, nel quale venditore e potenziale cliente si incontrano e instaurano direttamente sul social network una trattativa commerciale. Può essere utilizzata sia da aziende che da privati e funziona esattamente come qualunque marketplace online, con la suddivisione in categorie e la possibilità di inserire i filtri e caratteristiche dei prodotti. 

Facebook Shop è una funzionalità che l’azienda può inserire alla propria pagina per renderla un negozio e-commerce interno al social network. Attraverso questa tab, l’attività può esporre i propri prodotti e venderli direttamente su Facebook o indirizzare il potenziale cliente al sito. 

In entrambi i casi, si tratta di funzionalità completamente gratuite, per le quali non dovremo pagare nessun tipo di abbonamento o di commissione sul prodotto venduto.  

Ma, quindi, è meglio Facebook Marketplace o Facebook Shopping? 

Dipende. Facebook Marketplace è la soluzione ideale per coloro che desiderano vendere prodotti usati e/o fatti a mano: il cliente interessato non potrà esprimere giudizi o condividere recensioni sul servizio e prodotto ricevuto. Di fatto, quindi, sarà il prodotto il vero protagonista della trattativa commerciale, non la persona o l’azienda che lo vende. Ciò va a vantaggio del privato, ma non di quelle attività che, oltre a raggiungere la vendita, aspirano a migliorare la brand awareness. 

Le aziende preferiscono utilizzare Facebook Shop perché, in questo modo, i prodotti sono presenti direttamente nella pagina ufficiale dell’attività. Non solo. L’acquirente ha la possibilità di lasciare like e recensioni, incrementando non solo la visibilità dell’azienda, ma anche la sua brand reputation 

Come utilizzare Facebook Marketplace? 

Se hai deciso di utilizzare Facebook Marketplace per vendere i tuoi prodotti, segui queste indicazioni per entrare a far parte del “mercatino” istituito dal social network.  

  • Una volta entrati nella piattaforma, troveremo tra le tab di Facebook (per esempio, gruppi, amici, ricordi,…) anche quella relativa al Marketplace; 

Vendere su Facebook 7

  • In alto a sinistra, Facebook ci darà la possibilità di inserire un nuovo annuncio; 

Vendere su Facebook 8

  • Selezioniamo il tipo di annuncio che desideriamo creare tra: articolo in vendita, veicolo in vendita, casa in vendita o in affitto e posizione di lavoro aperta; 

Vendere su Facebook 9

  • Aggiungiamo la fotografia del prodotto, il prezzo e la descrizione, la posizione, la condizione, la categoria e i tag (questi elementi sono molto importanti perché permetteranno al potenziale cliente di trovare l’articolo più facilmente). 

Vendere su Facebook 10

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

Come configurare Facebook Shop? 

Per configurare la vetrina e-commerce di Facebook, è necessario dapprima possedere una pagina aziendale e realizzarne il profilo su Facebook Business Manager. Vediamo come.  

  • Entriamo come amministratori nella nostra pagina aziendale; 
  • Nella homepage, troveremo la sezione “Vendi i tuoi prodotti”: clicchiamo; 

Vendere su Facebook 2

  • Facebook ci indicherà tutto ciò che ci servirà per proseguire nel processo di configurazione della vetrina; 

Vendere su Facebook 1

  • Possiamo scegliere tra: vendere direttamente su Facebook tramite messaggi privati tra l’azienda e il potenziale cliente o reindirizzare verso un link esterno. Il nostro consiglio è quello di gestire la vendita direttamente da sito o altre piattaforme: in questo modo, l’utente potrà conoscere meglio la nostra realtà, compilare un form di contatto in caso di domande o approfondire ulteriormente le caratteristiche del prodotto; 

Vendere su Facebook 3

  • Inseriamo la nostra email aziendale per creare un account di Facebook Business Manager; 

Vendere su Facebook 4

  • Creiamo il catalogo di prodotti, dandogli un nome che ci permetta di identificarlo al meglio; 

Vendere su Facebook 5

  • Inviamo le informazioni a Facebook per la verifica dell’account e l’attivazione della vetrina. 

Una volta terminato anche questo step, saremo pronti per aggiungere i nostri articoli alla pagina aziendale. Come fare? Esistono principalmente 3 modi. 

  • Inserimento manuale dei prodotti. Questo metodo si rivela utile qualora il nostro negozio online fosse composto di pochi articoli che non cambiano frequentemente. Il processo sarà infatti più lungo rispetto alle altre modalità; 
  • Inserimento prodotti tramite foglio di calcolo. Nel caso in cui il nostro e-commerce fosse composto da un numero elevato di articoli e fosse impossibile procedere con il loro inserimento manuale, potremo realizzare un elenco di dati attraverso foglio di calcolo (formati CSV, TSV, XML e Fogli Google). Il file sarà caricato su Facebook e potrà essere costantemente aggiornato, nel caso in cui venissero aggiunti o modificati i prodotti con una certa regolarità; 
  • Pixel di Facebook. Se possediamo già un e-commerce, possiamo integrare il pixel di Facebook al suo interno per importare e aggiornare in modo automatico gli articoli dal sito alla vetrina. Si tratta del metodo più complesso, che potrebbe richiedere il supporto di uno sviluppatore. 

Come vendere di più con Facebook Shop? 

Una volta realizzata la vetrina del nostro negozio online su Facebook, dovremo fare in modo che sia visibile ai nostri potenziali clienti e che risulti professionale e accattivante, a tal punto da instillare in loro curiosità e interesse. L'obiettivo finale non dev’essere la vendita, bensì la fidelizzazione del cliente: in questo modo, non solo avremo fatturato costante per la nostra attività, ma anche un cliente che diviene di fatto “promotore” dei nostri prodotti e servizi, suggerendoli ad amici e parenti. Ecco alcuni suggerimenti per vendere di più attraverso Facebook Shop. 

L’immagine conta: un profilo curato nel dettaglio 

Caricare i prodotti su Facebook Shop non basta per vendere di più. È necessario differenziare il brand dalla concorrenza, sempre più attiva e pressante. Ecco, quindi, che innalzare l’immagine aziendale con un profilo curato nel dettaglio diviene una priorità. Di seguito puoi trovare alcuni suggerimenti. 

Realizza immagini professionali, in alta risoluzione 

L’utente è sempre stato abituato a toccare con mano la qualità di un prodotto prima di acquistarlo. Ciò che cerca è quindi un’esperienza d’acquisto che si presenti simile a quella che vivrebbe in un negozio tradizionale: attraverso le immagini, che devono essere professionali e in alta risoluzione, deve avere la possibilità di conoscere le caratteristiche del prodotto che vendiamo. Inseriamo quindi fotografie di qualità, che riescano a catturare l’articolo in diverse angolazioni e, al tempo stesso, a mostrarne l’utilizzo quotidiano. In questo modo, il consumatore potrà immaginare di averlo con sé e percepire i benefici che può ricavarne nella vita di tutti i giorni. 

Vendere su Facebook 11

Papier Tigre, azienda francese di prodotti di cancelleria, presenta i propri articoli nel dettaglio: la copertina delle agende e il loro interno, la struttura e la qualità delle pagine e così via. In questo modo, l’utente riesce a immaginare le caratteristiche del prodotto e a comprendere direttamente online se può soddisfare le proprie esigenze. 

Costruire una brand identity: si può fare con una descrizione ad hoc 

Molti rivenditori inseriscono come descrizione dei prodotti dei semplici copia-incolla dai testi ricevuti dai fornitori. Si tratta di un processo sicuramente rapido, ma poco efficace: per costruire una brand identity e fare in modo che l’utente memorizzi il marchio nel tempo, divenendone “affezionato”, è necessario costruire prima di tutto un tone of voice univoco e accattivante. L'obiettivo è quello di dare una voce al brand, una voce che lo contraddistingua da tutte le altre aziende presenti sul mercato. 

Vendere su Facebook 13

Tonki, azienda italiana che produce cornici e altri prodotti a partire da pezzi di cartone riciclati, presenta in modo simpatico e al tempo stesso completo i propri articoli: non solo una descrizione simpatica e ironica, perfettamente coerente con lo stile comunicativo assunto dall’azienda, ma anche la sezione “cosa trovo nella scatola”, le dimensioni, l’età consigliata per l’utilizzo e i motivi per cui scegliere quel prodotto. 

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

La suddivisione in raccolte per una perfetta esperienza d’acquisto 

Facebook Shop dà la possibilità di suddividere il negozio online in categorie, definite “raccolte”. In questo modo, l’utente sa esattamente come muoversi all’interno dello store e la User Experience diviene rapida, efficace e, soprattutto, brillante: i tempi morti vengono annullati, così come il rischio che il consumatore si spazientisca perché non riesce a trovare il prodotto che cercava e abbandoni l’e-commerce. 

Realizzare le raccolte è un processo semplice e veloce: 

  • Accediamo al Gestore delle vendite; 
  • Clicchiamo su “Shop”; 
  • Selezioniamo “Modifica” e, nel caso avessi diversi account, scegliamo il negozio online che desideri personalizzare; 
  • Clicchiamo su Aggiungi nuovo; 
  • Selezioniamo la voce “Raccolta” e confermiamo l’intenzione di creare una nuova raccolta. 

Ogni raccolta potrà essere arricchita da: 

  • Un nome che la identifichi (può essere il titolo della collezione, il periodo dell’anno o la promozione a cui è destinata). Il titolo non deve superare i 30 caratteri e può essere dotato di emoji; 
  • Immagine che la rappresenti; 
  • Breve testo introduttivo. 

Vendere su Facebook 12

Dress Lily, azienda di abbigliamento femminile, suddivide il proprio e-commerce su Facebook in base alla stagionalità: i costumi per l’estate, i vestiti per San Valentino, gli abiti di Natale e via dicendo. In questo modo, l’utente che cerca abbigliamento per un determinato periodo dell’anno, sa esattamente verso quale categoria di prodotti indirizzarsi. 

Filtri e caratteristiche del prodotto: l’utente trova la risposta alle sue esigenze 

In un’ottica di ottimizzazione della User Experience, anche l’inserimento delle diverse caratteristiche di uno stesso prodotto permette all’utente di trovare esattamente la risposta alle sue esigenze. Può capitare infatti che un articolo abbia diverse combinazioni: per esempio, una maglietta può essere rossa, bianca o blu; lo stesso modello di t-shirt può avere taglie diverse (S, M, L,…). In queste situazioni, è meglio optare per l’inserimento delle diverse varianti all’interno del prodotto, evitando quindi di realizzare prodotti diversi che posso causare smarrimento o difficoltà di navigazione all’utente. 

Come inserire le varianti su Facebook Shop? 

  • Clicchiamo sull’articolo di cui vogliamo aggiungere le varianti; 
  • Andiamo su “varianti” e selezioniamo “crea variante”; 
  • Aggiungiamo l’immagine riferita alla variante ed eventuali altre informazioni. 

Vendere su Facebook 14

Avon, azienda di cosmetici, inserisce le varianti dei propri rossetti e lucidalabbra in base al colore. In questo modo, l’utente che desidera una tonalità specifica, è agevolato nella ricerca del prodotto perfetto per le sue esigenze. 

Come incrementare le vendite su Facebook Shop? 

Oltre a ottimizzare il negozio e-commerce, per vendere di più su Facebook è necessario dare il via a strategie di marketing che permettano di raggiungere nuovi utenti e di condurli passo dopo passo alla vendita. Ogni azione tattica dev’essere studiata per mezzo di un piano di marketing precedentemente redatto: così facendo, sarà possibile valutare di volta in volta le performance della strategia e ottimizzarla per ottenere maggiori risultati con il minor budget. 


Offerte, sconti e coupon: la conquista definitiva del cliente 

Può capitare che il potenziale cliente necessiti di una “spinta” nell’acquisto del prodotto: è in queste situazioni che entrano in gioco le offerte, gli sconti e i coupon, facilmente realizzabili a partire da Facebook Shop. Questi elementi, infatti, permettono all’utente di accedere a particolari promozioni che lo invogliano a procedere all’acquisto senza attendere oltre. Il vantaggio è di entrambe le parti in gioco: da un lato, il cliente compra il prodotto a un prezzo inferiore; dall’altro lato, l’azienda conquista la vendita e la fiducia del cliente. 

Esistono 2 tipi di offerta su Facebook Shop: 

  • Offerta per acquisti online. I potenziali clienti ricevono un codice per utilizzare l’offerta sul sito web dell’azienda, con la possibilità di salvarlo per un utilizzo successivo (le troveranno nei segnalibri delle offerte di Facebook); 
  • Offerte nei punti vendita. Allo stesso modo delle offerte precedenti, le promozioni possono essere salvate tra i segnalibri di Facebook per poterle utilizzare, questa volta, in uno store fisico. 

Nel caso in cui non vi siano promozioni attive, possiamo comunque dare la possibilità all’utente di attivare le notifiche per riceverle nel momento in cui saranno presenti. È ciò che fa eBay, uno dei principali marketplace al mondo. 

Vendere su Facebook 15

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

Un servizio clienti all’altezza dell’azienda, ergo maggiori recensioni positive 

Acquisire recensioni positive sulla pagina aziendale Facebook significa acquisire nuove vendite: utenti che non conoscono il nostro brand si lasciano influenzare dalle recensioni di altri clienti per decidere se darci o meno fiducia. Lo rivelano le statistiche di oberlo.com, asserendo che 9 consumatori su 10 leggono le recensioni prima di effettuare un acquisto.  

Vendere su Facebook 16

[Immagine di oberlo.com]

Ecco perché i pareri dei clienti sono importanti: permettono non solo di ottimizzare i prodotti e i servizi offerti, ma anche di raggiungere nuovo fatturato. Tutto ciò passa inevitabilmente per un servizio clienti e-commerce all’altezza. 

Cosa possiamo fare per migliorare il Customer Service della nostra azienda su Facebook? 

  • Controlliamo la posta frequentemente per rispondere celermente alle richieste della nostra clientela; 
  • Mostriamoci attivi e rispondiamo con post statici o video alle domande più frequenti, relative a tempistiche e costi di spedizione, politiche di reso e via dicendo; 
  • Pubblichiamo i nostri dati di contatto nella sezione informazioni, cosicché l’utente possa in ogni momento inviarci un’e-mail o telefonarci. 

Post sponsorizzati: diamo maggiore visibilità al nostro e-commerce 

Secondo adweek.com, a marzo 2021 erano più di 1 milione gli shop attivi su Facebook, un numero in costante crescita. Per evitare che la concorrenza oscuri il nostro negozio online, è necessario puntare non solo sui post organici, gratuiti, ma anche sulla pubblicità su Facebook: la creazione di annunci e inserzioni a pagamento ci permette di raggiungere pubblico qualificato in un minor tempo, acquisendo nuovi like e nuovi clienti.   

Per avviare una campagna pubblicitaria su Facebook, andiamo a definire anticipatamente non solo il budget a disposizione, ma anche l’obiettivo della stessa: vogliamo raggiungere nuovi follower? Vogliamo vendere un determinato prodotto? Vogliamo ottenere maggiori interazioni ai post? Una volta definite queste informazioni, potremo delineare il pubblico a cui ci rivolgiamo, in base alla località di provenienza, alla fascia d’età, agli interessi e a molte altre caratteristiche. In questo modo, potremo contare non solo sulla visibilità organica, data dalla pubblicazione costante di post inerenti ai nostri prodotti, ma anche sulla visibilità a pagamento, che ci garantirà di emergere sulla concorrenza.  

Per incrementare ulteriormente le vendite, cominciamo a vendere anche su Instagram: collegando i 2 profili aziendali, sarà possibile realizzare uno shop anche su quest’ultimo social network, ampliando ulteriormente il nostro mercato.  

Se non ci sentiamo ancora pronti per affrontare tutto questo processo da soli, possiamo affidare la gestione social della nostra azienda a un’agenzia di web marketing. 

In conclusione... 

Vendere su Facebook significa avere la possibilità di entrare in contatto con più di 3 miliardi di utenti provenienti da tutto il mondo attivi ogni mese sul social network. Per farlo, è necessario agire in maniera strategica, realizzando un negozio online – su Marketplace o, ancora meglio, su Facebook Shop – che mostri non solo i prodotti, ma anche i vantaggi competitivi della nostra azienda. Combinando un tone of voice accattivante e differenziante con la pubblicazione di post organici e la creazione di campagne pubblicitarie ad hoc sarà finalmente possibile acquisire nuovi follower, nuove vendite e nuovi clienti fidelizzati. E, ultimo ma non per importanza, incrementare il fatturato anno su anno. 

Hai già cominciato a vendere su Facebook? Hai ancora qualche dubbio? Siamo qui per questo! Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo  progetto.

New call-to-action

Condividi questo articolo

Giada Ruggero

Social Media Manager - Immersa nel mondo dei social media da mattina a sera, Giada ha alle spalle una laurea magistrale in Innovation & Marketing all'università Ca' Foscari e una specializzazione in Web Marketing & Digital Communication. Il suo amore per il social media marketing è pari solo a quello per il caffè e, a colpi di post su Facebook e storie su Instagram, Giada è diventata l’asso nella manica di NetStrategy nell’ambito social.

Non accontentarti di essere uno tra tanti:
comincia da qui la tua strada verso il successo!

Gardenstone: 1118 nuovi contatti dal sito in un solo anno di strategia

Gardenstone: 1118 nuovi contatti dal sito in un solo anno di strategia

Leggi il caso studio
Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Cicalia: da 0 a 300.000 visite al mese in soli 3 anni!

Leggi il caso studio
L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

L’Arena: +255% di visite organiche post audit SEO avanzata

Leggi il caso studio