<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 13 dicembre, 2018

Molte aziende che hanno deciso di puntare sul marketing online, talvolta abbandonano completamente le strategie di marketing offline. Ciò potrebbe rappresentare la perdita di potenziali clienti poco attivi sul piano tecnologico. È per questo motivo che, se ti trovi nella situazione di aver intrapreso l’efficace strada del web marketing, dovresti tenere presente l’importanza che, ancora oggi, detiene la pubblicità outdoor. Ma cos’è la pubblicità outdoor e in che modo puoi sfruttare questa strategia per non perdere una fetta di mercato? Vediamolo assieme!

pubblicità outdoor

Cos’è la pubblicità outdoor? Alcune statistiche

cartelloni pubblicitari

Qualche mese fa mi trovavo a Roma per la prima volta. Ero nel bel mezzo della splendida Piazza Venezia, di fronte all’Altare della Patria, all’ora di pranzo, e avevo particolarmente fame. Non avendo molto tempo a disposizione, avevo già deciso di entrare in un triste fast food. Ad un certo punto, però, un ragazzo mi ha fermata per consegnarmi un volantino: rappresentava una piccola osteria a pochi passi da dove mi trovavo, che preparava piatti per la pausa pranzo, con un servizio – testuali parole – “rapidissimo”. Inutile dire che mi ci sono fiondata e sono uscita felice e con la pancia piena.

Perché questa promessa? Il volantino che mi ha consegnato quel ragazzo rappresenta un chiaro esempio di “pubblicità outdoor”. Che cosa s’intende con questo termine? La pubblicità outdoor rientra tra le strategie di marketing che si svolgono “all’esterno” della tua azienda, in un luogo aperto. In questa categoria possiamo trovare:

  • Volantini distribuiti per strada, sulle auto o nelle cassette della posta;
  • Cartelloni pubblicitari sulle strade, sugli edifici o sulle pensiline delle fermate degli autobus;
  • Adesivi sugli autobus, sui TAXI, sui vagoni della metro.

Sono quasi sicura che in questo momento ti starai chiedendo: in un’era dominata dalla tecnologia e dal web, può considerarsi efficace utilizzare volantini e cartelloni pubblicitari per portare nuovi clienti alla nostra azienda? Probabilmente, una strategia di marketing offline di questo tipo, se utilizzata da sola, potrebbe non risultare così produttiva, ma se integrata ad una strategia di web marketing potrebbe diventare la mossa vincente per il tuo business. Lo affermano le statistiche, riprese e riadattate da martech.zone. Fino a qualche anno fa, la pubblicità outdoor poteva garantire che:

  • Il 58% dei consumatori visitava un ristorante dopo averne visto l’insegna in città;
  • Il 56% dei consumatori parlava dei cartelloni particolari e simpatici presenti in città;
  • Il 26% dei consumatori si annotava il numero di telefono presente su un cartellone o un volantino di suo interesse.

Ed oggi? La situazione, per fortuna, non sembra essere cambiata di molto, nonostante l’arrivo in pianta stabile della tecnologia nella vita del consumatore:

  • Il 68% delle persone sceglie a partire da ciò che vede mentre viaggia in macchina dove acquistare o dove andare a mangiare;
  • Il 24% delle persone, dopo aver ricevuto un volantino o aver visto un cartellone di suo interesse, visita immediatamente quell’attività.

Si tratta di numeri non indifferenti. Una strategia pianificata di pubblicità outdoor ti permette di attirare nuovi potenziali clienti, principalmente a livello locale, che difficilmente ti cercherebbero sul web. Grazie ad un’ottima combinazione tra strategie di marketing online e strategie più tradizionali puoi, quindi, raggiungere un pubblico illimitato, sia locale che proveniente da tutto il resto del mondo.

Vuoi conoscere a fondo le differenze tra marketing online ed offline, per addentrarti appieno nell’argomento? Eccoti qua un articolo dedicato a questo topic: “Differenze tra inbound e outbound marketing: qual è la strada giusta per la tua azienda?”. Leggilo con calma e poi torna qui ad approfondire la tematica della pubblicità outdoor.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2019-2020?Parla con Elisa

Volantini: strategia tradizionale dalla forma moderna

volantini pubblicità outdoor 

I volantini rappresentano uno dei mezzi principali con cui si diffonde la pubblicità outdoor, con una duplice e contrastante caratteristica: da un lato, si tratta di una strategia tradizionale, che continua ad essere in auge nonostante abbia ormai qualche secolo d’età; dall’altro lato, il fatto di poterne decidere la forma, il materiale, la grafica ti consente di renderlo moderno ed attuale e di catturare maggiormente l’attenzione del consumatore.

I volantini vengono utilizzati molto spesso nelle città turistiche. È facile trovarsi di fronte a ragazzi che distribuiscono volantini quando si è in una piazza particolarmente affollata, soprattutto se si tratta di pubblicità indirizzata verso pub e ristoranti. Tuttavia, nella maggior parte dei casi il pubblico a cui si riferiscono è vasto ed eterogeneo: anche in un piccolo paese è possibile sfruttare i vantaggi che portano i volantini per poter portare nuovi potenziali clienti in azienda.

Facciamo un esempio concreto. Proviamo a pensare di gestire una toelettatura. Distribuire i volantini riguardanti la nostra attività al di fuori delle scuole – i bambini sono da sempre attratti da gatti e cani e, quasi tutti, hanno almeno un animale domestico – o delle aree verdi può rappresentare la soluzione migliore per incrementare il nostro business.

I volantini possono essere distribuiti in differenti modi. Ne citiamo alcuni:

  • A mano;
  • Inserendoli all’interno delle cassette delle lettere;
  • Inserendoli sul parabrezza delle auto.

Inoltre, la distribuzione, qualora la nostra azienda lo richieda, può anche essere mirata ad un pubblico specifico. Se il nostro target di riferimento – Buyer Persona – è giovanile, possiamo distribuire i volantini appena al di fuori dei bar, dei ristoranti e delle discoteche, il sabato sera. Ciò ci permetterà di colpire un target ben definito.

Cartelloni pubblicitari: il mezzo più utilizzato è anche low cost

Anche se ormai i nostri occhi si sono abituati a vederne di ogni tipo in giro e, probabilmente, non ci facciamo più troppo caso, i cartelloni pubblicitari rappresentano il 65% delle pubblicità outdoor. In pratica, sono molte le aziende che decidono di affidarsi a questo mezzo per diffondere il proprio brand a livello locale. Queste aziende possono essere sia di piccole, sia di medie e grandi dimensioni. Proviamo a pensare allo scalpore mediatico che ha provocato Netflix, quando ha tappezzato Milano di cartelloni pubblicitari con scritto “basta Netflix”. Un esempio indiscusso di marketing inverso che ha riscosso un successo brillante: l’azienda ha fatto parlare di sé per giorni e giorni.

basta netflix
Nei mesi scorsi gli abitanti di Milano si sono svegliati con una serie di cartelloni che recitavano la scritta "basta Netflix".
Subito si è pensato ad un segno di protesta nei confronti dell'impresa californiana.
In realtà era stata la stessa a creare i cartelloni, che indicherebbero che "basta Netflix" per essere felici

Perché i cartelloni pubblicitari piacciono? Prima di tutto, stiamo parlando di una strategia di marketing immediata, che, se attuata in modo efficace, cattura subito l’attenzione del consumatore. Al contrario degli spot alla radio o alla televisione, i cartelloni non interrompono l’attività che lui sta svolgendo, anche quando presentano un forte impatto visivo. E, a proposito di questo, possiamo dire che i cartelloni pubblicitari si rivolgono ad un pubblico estremamente ampio ed eterogeneo.

Proviamo a pensare di inserire un cartellone pubblicitario nella via principale della nostra città. Da chi sarà visto? “Da chi passa a piedi” potresti rispondere. Certo. Ma non solo. E se si trovasse nei pressi di un semaforo? Gli autisti fermi in quel punto concentrerebbero la loro attenzione sul cartellone, mentre attendono che scatti il verde. E lo stesso vale per coloro che vanno in bici e coloro che utilizzano i mezzi pubblici.

Oltre a tutto ciò, i cartelloni pubblicitari rappresentano una strategia di pubblicità outdoor low cost, che può accontentare le esigenze e le tasche di qualunque tipo di azienda.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2019-2020?Parla con Elisa

Adesivi sugli autobus e sui taxi: portano in giro la tua azienda

pubblicità sui bus

Desideri che il tuo marchio rimanga impresso ad un pubblico ampio, non solo del tuo quartiere? Prendi spunto dalla famosa serie TV “Sex and the City” e affidati agli adesivi sui mezzi pubblici.

I cartelloni che vengono inseriti, come adesivi, sugli autobus ed i taxi possono davvero fare al caso tuo. Infatti, stiamo parlando di un ottimo modo per riuscire a farsi notare in zone prefissate. Facciamo l’esempio di un autobus che ogni giorno viaggia sulla tratta Trastevere-Colosseo, a Roma: saranno tantissimi coloro che, attendendo il mezzo o passeggiando per la città, si troveranno di fronte alla tua azienda e ne rimarranno incantati. Al contrario di quanto si possa pensare, questa strategia di pubblicità outdoor non si rivolge solo a coloro che, sotto le pensiline, aspettano l’autobus, ma anche a coloro che vivono la città a piedi o in bici.

Grazie agli adesivi sugli autobus e sugli altri mezzi pubblici, saprai garantire alla tua azienda una buona fetta di notorietà. Infatti, questi mezzi possono essere anche “extraurbani” e percorrere decine e decine di chilometri più volte al giorno. In pratica, sia il centro della città, sia la periferia potranno godere del tuo cartellone pubblicitario.

Quali tipi di aziende sfruttano la potenzialità della pubblicità outdoor?

La pubblicità outdoor spesso rappresenta la soluzione adottata dalle piccole e medie aziende del territorio. Il loro obiettivo, infatti, è quello di creare una brand awareness nel consumatore: la persona che vede un determinato marchio su un cartellone pubblicitario, su un volantino o su un autobus, lo memorizza. Successivamente, quando manifesta un bisogno correlato all’azienda, si ricorda di quel marchio e decide di presentarsi in loco.

Anche se le piccole e medie aziende sono i destinatari migliori della pubblicità outdoor, anche le grandi imprese multinazionali spesso si avvalgono dei cartelloni pubblicitari per espandere ulteriormente il proprio business. Non sono rare, infatti, le insegne di Mc Donald’s, Nike, Alfa Romeo, che ricordano prodotti o promozioni specifiche, talvolta in modo molto originale.

mosaico giuliettaPer festeggiare il centenario dalla sua nascita, nel 2010 Alfa romeo ha presentato un cartellone pubblicitario
fatto a mosaico che indica la sua Giulietta come una vera e propria opera d'arte

Questo tipo di marketing viene sfruttato in modo intenso anche prima, durante e dopo le campagne elettorali. Quante volte ti è capitato, principalmente in primavera ed autunno, di imbatterti in cartelloni pubblicitari che presentavano figure politiche? E, subito dopo la vittoria alle elezioni, di trovare un’insegna che citava “Grazie per la fiducia”? Succede spesso perché la pubblicità outdoor è il modo più immediato per raggiungere un buon numero di consumatori. O, in questo caso, di elettori.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2019-2020?Parla con Elisa

Come integrare la pubblicità outdoor ad una strategia di marketing online?

marketing online offline

Hai già intrapreso la strada del web marketing, ma vorresti  sfruttare anche i numerosi benefit che la pubblicità outdoor può portare alla tua impresa? Nessun problema: al contrario di quanto si può comunemente pensare, i 2 diversi modi di fare marketing possono andare a braccetto tra loro. Ciò che realmente conta in questo senso è creare un filo conduttore tra ciò che l’azienda è online e ciò che l’azienda è offline: i valori espressi devono essere gli stessi per evitare una mancanza di coerenza e, di conseguenza, di creare confusione nel potenziale cliente.

Ma in che modo, esattamente, è possibile integrare la pubblicità outdoor ad una strategia di marketing online? Vediamolo assieme nel seguente elenco:

  • Il logo aziendale presente sul sito dev’essere lo stesso presente sul cartellone pubblicitario;
  • I colori che la tua azienda rimanda sul sito devono essere le stesse tonalità su cui viene costruito il cartellone. Infatti, sarebbe impensabile constatare che Coca Cola, all’interno del suo sito, utilizza il rosso ed il bianco e, sulle strade, utilizza il verde ed il giallo. Ciò creerebbe una mancanza di chiarezza nel potenziale cliente, che si allontanerebbe dall’azienda;
  • Lo stile comunicativo dev’essere il medesimo sia online sia offline. Se hai improntato il tuo modo di comunicare verso un tono scherzoso ed amichevole, devi perseguire per quella strada.

Tra le caratteristiche che, invece, un cartellone pubblicitario o un volantino deve sempre possedere ci sono:

  • La presenza del logo aziendale e delle informazioni di contatto. Senza questi elementi fondamentali, come puoi pretendere che un potenziale cliente decida di entrare nella tua attività o di mettersi in contatto con te?
  • Ricerca dei mezzi e dei punti strategici. Premesso che ogni attività di marketing, compresa quella relativa alla pubblicità outdoor, va pianificata a monte tramite un piano di marketing efficace, è importante sapere perfettamente di quale mezzo si vuole usufruire. A seconda delle loro caratteristiche, i volantini, i cartelloni pubblicitari o le insegne su autobus e altri mezzi possono avere costi più o meno elevati e far arrivare a risultati differenti. In questo senso, assume importanza anche la posizione in cui il volantino viene distribuito o il cartellone viene inserito;
  • Ripetizione. Un cartellone pubblicitario presente in piazza a Venezia a Roma per solamente 2 ore difficilmente produrrà i risultati sperati, anche se di lì passano migliaia e migliaia di persone . La brand awareness nasce dalla memorizzazione di un marchio che si ha costantemente davanti agli occhi. Citerò un esempio per farmi capire meglio. Qualche giorno fa ho trovato sulla mia macchina – che non è proprio nuovissima ed immacolata – un volantino di un’azienda che ritira automobili usate. Non essendo interessata all’argomento, l’ho stracciato e dimenticato. Il giorno seguente e quello seguente ancora il volantino è riapparso, sempre alla stessa ora, sul parabrezza. Ovviamente, ciò non mi ha spinto a vendere la mia auto, ma ora ricordo perfettamente il nome dell’azienda. Se non avesse insistito con i suoi volantini, sarebbe stato impossibile memorizzarlo.

Quelli citati sopra sono gli aspetti che chi si approccia al mondo della pubblicità outdoor deve avere ben chiari per poter creare campagne efficaci e per poter costruire un filone unico tra online ed offline. Solo in questo modo si potrà beneficiare sia da una strategia sia dall’altra: i potenziali clienti provenienti dal sito – che avrà raggiunto una presenza solida sul web – chiameranno o si presenteranno in azienda; i potenziali clienti provenienti dalla distribuzione dei volantini, su cui sarà stato scritto anche il nome del sito, saranno reindirizzati lì. In questo modo le 2 strategie lavoreranno per raggiungere i medesimi obiettivi: incrementare il fatturato ed aumentare la brand reputation.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto cos’è la pubblicità outdoor e in che modo si può integrare perfettamente con una strategia di marketing online. La pubblicità outdoor rientra nel campo del marketing tradizionale e risulta particolarmente efficace per espandere il proprio mercato verso persone che non sono avvezze all’uso della tecnologia, come gli anziani, o per aumentare le vendite a livello locale. Stiamo parlando, infatti, di volantini, cartelloni pubblicitari o adesivi sui mezzi pubblici, tutti elementi che agiscono al di fuori dell’azienda stessa.

Nel corso dell’articolo abbiamo visto come, al contrario di quanto si pensi, marketing online e pubblicità outdoor possono convivere pacificamente, remando nella stessa direzione per raggiungere il medesimo obiettivo. L’una potrebbe rappresentare il degno completamento dell’altro, nell’ottica di far conoscere l’attività al maggior numero di potenziali clienti.

Hai già pensato a quale strategia attuare? Se non hai ancora le idee chiare o desideri un consiglio da un professionista, non esitare a contattarmi direttamente o a prenotare una consulenza. Dopo una consulenza approfondita, riusciremo a capire quali strategie potresti attuare per rafforzare il tuo business.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda nel 2019-2020?

 

Condividi questo articolo

Elisa Ventura

Copywriter & Content Creator - Umanista convinta, Elisa si è laureata in Lettere Moderne e si è poi specializzata in Editoria e Giornalismo all’Università di Verona. In lei convivono la passione delle belle lettere insieme a quella per il mondo digitale, il che le ha permesso di sviluppare anche competenze relative al web marketing. Mettendo nel lavoro la stessa passione che ha per libri e cinema, all’interno di NetStrategy Elisa si occupa della gestione della creazione di contenuti ottimizzati SEO per accrescere la visibilità dei clienti.

Lascia un commento