Immagine di presentazione sezione sito web
Immagine di presentazione sezione sito web
Building Future Together
01.09.23

Come realizzare e gestire efficacemente un blog aziendale

WEB MARKETING

Vuoi aprire un blog per la tua azienda ma non sai da dove iniziare? O è già da tempo che pubblichi articoli sul tuo sito ma non sei ancora riuscito a ottenere alcun risultato?

Non preoccuparti: incontrare qualche difficoltà nella realizzazione o nella gestione del blog aziendale è più che normale.

Se hai la speranza di trovare una risposta ai tuoi dubbi, sappi che sei finalmente arrivato nel posto giusto. Nelle prossime righe leggerai una guida pratica per iniziare a generare valore dall’attività di content marketing. E se non dovesse bastarti, contatta la nostra agenzia di content marketing per una consulenza gratuita.

A cosa serve un blog aziendale?

Un blog aziendale è uno strumento fondamentale nel panorama del Web Marketing e del Content Marketing. Si tratta di una sezione del sito aziendale in cui è possibile condividere articoli, notizie, guide e contenuti pertinenti al suo settore o settori correlati. Pubblicare articoli su un blog aziendale serve quindi per:

Ottenere un buon posizionamento organico

(https://www.netstrategy.it/seo/posizionamento-organico-cosa-si-intende-e-come-si-migliora)

Creando contenuti di qualità dimostrerai competenza nel settore, aumentando l'autorità della tua azienda e migliorando il suo posizionamento sui motori di ricerca. Un blog ricco di contenuti rilevanti aumenta quindi la tua visibilità su Google.

Generare traffico qualificato

Pubblicare con regolarità sul blog dell'azienda consente di attirare visitatori attraverso ricerche organiche, aumentando il traffico al sito aziendale. Avrai quindi l'opportunità di attirare potenziali clienti e condurli alla compilazione del form di contatto, trasformando quindi utenti visitatori in lead qualificati.

Creare engagement

Il blog è un canale di interazione con il tuo pubblico, nel quale si incoraggiano commenti, condivisioni e feedback per creare una community attiva, informata e consapevole circa il lancio di nuovi prodotti, gli aggiornamenti e i trend più recenti di uno specifico settore.

A cosa serve un blog aziendale?

Guida pratica per la gestione del blog aziendale

Guida pratica per la gestione del blog aziendale

Definisci il calendario editoriale

Un calendario editoriale ben strutturato è il punto di partenza fondamentale per gestire con successo un blog aziendale. Ma in cosa consiste nel concreto? Si tratta di una pianificazione che ti aiuterà a mantenere una presenza costante e coerente online, offrendo ai lettori contenuti di valore. Ecco alcuni consigli su come realizzare un calendario editoriale efficace:

Cerca keyword informative e dalla competitività contenuta

Prima di iniziare a scrivere un articolo, fai una ricerca approfondita delle keyword più informative relative al tuo settore. Puoi utilizzare strumenti come Google Keyword Planner o Semrush per identificare termini con un buon volume di ricerca e poco competitivi. Queste parole chiave rappresentano la base per gli argomenti che tratterai nel tuo blog e ti aiuteranno a raggiungere un pubblico interessato alle soluzioni che offri.

Parla degli eventi aziendali

Integra nel calendario editoriale la copertura degli eventi aziendali, come lanci di prodotti, partecipazioni a fiere, webinar o conferenze. Si tratta di articoli meno informativi che però contribuiscono a dare un volto umano all'azienda, coinvolgendo i lettori e mostrando il dinamismo del business.

Realizza dei case study

I case study sono un'ottima opportunità per condividere successi aziendali e mostrare come i tuoi prodotti o servizi hanno risolto problemi reali di clienti soddisfatti. Questi articoli dimostrano concretamente l'efficacia delle tue soluzioni, fornendo alla tua community di lettori testimonianze tangibili.

Monitora i trend del tuo settore sul Web

Rimani al passo con le ultime tendenze e sviluppi nel tuo settore. Questo ti consentirà di creare contenuti sempre freschi e rilevanti, i quali affrontano temi di interesse attuale. Nel tuo blog aziendale puoi quindi pubblicare anche articoli che analizzano le tendenze emergenti, dimostrando la tua conoscenza del settore.

Punta a una pubblicazione regolare

Stabilisci un ritmo di pubblicazione coerente - settimanale o mensile - e attieniti a esso. La coerenza è fondamentale per mantenere l'attenzione dei lettori e migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Per aiutarti in questo, puoi anche utilizzare strumenti di gestione dei contenuti o calendari digitali per organizzare e pianificare la pubblicazione dei tuoi articoli.

Realizza i contenuti

Dopo aver definito il calendario editoriale, è il momento di concentrarsi sulla creazione di contenuti di qualità che catturino l'attenzione dei lettori e trasmettano al meglio il valore della tua azienda. Questa è sicuramente la fase più "delicata", nonché dispendiosa in termini di tempo e denaro, nella gestione di un blog aziendale. Ecco perché abbiamo pensato ad alcuni consigli per superare l'impasse che la realizzazione di contenuti testuali può, a volte, creare.

Crea una struttura per il tuo articolo e fai ricerche approfondite

Dopo aver realizzato un piano editoriale efficace, che contiene i topic da trattare e le parole chiave che corrispondano a essi, arriviamo al punto pratico della nostra strategia di blog marketing: la stesura dell’articolo. Anche questa fase, particolarmente delicata, è suddivisa in piccoli step. Il primo tra tutti è la creazione di una struttura da seguire.

Quando si inizia a scrivere un libro, normalmente nella mente domina solo caos: nel bel mezzo della notte è giunto un nuovo personaggio, di cui non si conoscono bene le caratteristiche né il nome, ma si sa perfettamente quale contributo darà alla storia; si conoscono già le vicende, sono chiare nella nostra testa, ma sappiamo che sarà difficile metterle nero su bianco. E poi, quale fatto avverrà prima? Quale fatto concluderà il romanzo? La creatività, proprio per il suo essere libera e spontanea e per il fatto di derivare da un’ispirazione irrazionale, non contempla uno schema preciso ed è per questo che dobbiamo essere noi a raccogliere le informazioni e riordinarle. È la stessa cosa che accade nel momento in cui decidiamo di dare il via a un’attività di blog marketing: soprattutto quando abbiamo milioni di concetti da inserire, dobbiamo ricordarci di strutturare i diversi argomenti attorno ad uno schema specifico.

Ribadiamo ancora una volta che il nostro articolo dev’essere pensato e scritto per l’utente e non per noi. È per questo motivo che dobbiamo renderlo il più leggibile e semplice possibile: è inutile scrivere l’articolo più bello e interessante del mondo, se non porta l’utente a rimanere sul sito per leggerlo.

In quest’ottica, per ogni argomento stiliamo una serie di paragrafi che tratteremo, come fosse un indice generale dei contenuti.

Dopo aver realizzato la struttura per i nostri articoli, non ci resta che compiere le prime, fondamentali, ricerche. Perché un esperto dovrebbe ottenere informazioni da siti o aziende terze? La domanda sorge spontanea e la risposta è altrettanto spontanea: è impossibile sapere tutto, anche per un professionista del settore che deve scrivere articoli inerenti alla propria attività. È per questo motivo che bisogna mostrarsi costantemente curiosi di scoprire: scrivere un articolo può essere un punto di appoggio anche per migliorare la nostra formazione riguardo un determinato argomento.

Attenzione: quando ricerchiamo su un’enciclopedia o sui motori di ricerca informazioni riguardo un topic specifico, evitiamo di fare un semplice copia-incolla (che non fa bene nemmeno a livello di SEO!): sfruttiamo gli articoli provenienti da altri siti come spunti per raccontare la nostra versione, quella che si basa sulla nostra esperienza

Scrivi un articolo che colpisca il "mal di pancia" dell'utente

Abbiamo ribadito fino allo stremo che l’articolo va scritto per l’utente che stiamo cercando di attirare e non per piacere personale: si tratta di business e non unicamente di passione. È proprio per riuscire nel nostro intento che dobbiamo curare al massimo i contenuti presenti all’interno del blog aziendale. Ecco alcuni consigli che puoi sfruttare per rendere i tuoi articoli “user friendly”:

  • Colpiamo esattamente il bisogno dell’utente, cercando una soluzione al suo problema. Cosa significa? Se la necessità del nostro Buyer Persona, Marco, è quella di trovare lo strumento più adatto per prendere appunti e noi vendiamo proprio tablet leggeri, con una batteria che può durare senza problemi un’intera giornata, dobbiamo farglielo sapere. Prima di tutto, mostriamoci interessati al suo problema, ponendogli una serie di domande che gli permettano di capire che vogliamo aiutarlo: “I tuoi appunti sono sempre disordinati e ti è impossibile modificarli in modo efficace? Scrivere a mano è un processo troppo lento, che ti porta a perdere concetti importanti espressi dal docente?”. Oltre alle domande, un altro espediente in questo senso potrebbe essere quello di descrivere la tipica situazione quotidiana, frustrante e stressante, che Marco è costretto a subire all’Università: “Ogni giorno, tantissimi studenti trovano difficoltà a prendere appunti a mano: quando il docente salta da un argomento all’altro per poi ritornare al primo topic, non si ha più lo spazio per modificare. La scrittura risulta disordinata e, una volta a casa, non si comprendono appieno i concetti che il docente voleva esprimere. Il processo diventa lento e macchinoso”. Solo in questo modo acquisirai fiducia agli occhi del consumatore, che si sentirà compreso e sarà pronto ad ascoltare la soluzione che gli proponi. Cerchiamo di inserire queste informazioni nell’introduzione: le prime righe sono, ovviamente, quelle più lette. È proprio da qui che devi partire per colpire il “mal di pancia” dell’utente, ossia la sua problematica.

  • La coerenza. Ricordiamo che lo stile comunicativo che utilizziamo negli articoli dev’essere lo stesso per l’intero blog aziendale: rappresenta il tono della nostra azienda, che vogliamo offrire ai visitatori del nostro sito e, per questo motivo, va curato. Allo stesso modo, se esprimiamo un concetto preciso all’interno di un articolo, non possiamo dire l’esatto contrario in un altro post: dev’esserci coerenza, altrimenti cade il livello di professionalità e affidabilità che vogliamo innalzare nei confronti del visitatore.

  • Vietato spingere troppo esplicitamente alla vendita. Nella maggior parte dei casi, al tuo sito arriveranno utenti TOFU e MOFU. Sarebbe controproducente pensare di poter vendere qualcosa a qualcuno che non è visibilmente pronto. Ritornando ancora una volta al nostro esempio, sarebbe come presentarsi a Marco, che in questo momento sa di avere un problema ma non riesce a capire come risolverlo, e dirgli “Vieni a comprare i nostri tablet!”. Probabilmente, a questo punto, Marco fuggirebbe a gambe levate. È per questo motivo che dovremmo accompagnare il nostro visitatore in un percorso di vendita, step by step, in base alla sua reale esigenza. Potrebbero volerci anche alcuni mesi: non si tratta di un processo semplice, ma alla fine, se svolto efficacemente, porterà a risultati concreti.

  • Non utilizziamo termini troppo complessi. Sia che la nostra azienda sia B2C, sia che gestiamo un’azienda B2B, è bene cercare di mantenere uno stile comunicativo che permetta anche a chi non conosce minimamente il topic di comprenderlo. Che cosa voglio dire? Se la nostra azienda è B2B, probabilmente ci interfacceremo con manager o titolari di altre imprese: potremmo dare per scontato che loro conoscano perfettamente la materia di cui stanno ricercando informazioni, ma ciò non è detto. È per questo motivo che dovremmo evitare di utilizzare un linguaggio forbito, troppo complesso. Attenzione: non ti sto suggerendo di essere banale e semplicistico, bensì di creare una serie di esempi e di facilitare la comprensione del tuo articolo a chi ti trovi di fronte. Ciò non significa abbassare il tuo livello di professionalità, ma riuscire ad approcciarti con l’utente in modo più efficace: difficilmente chi non capisce un tuo post, avrà voglia di mettersi in contatto con te

Revisiona, ottimizza e pubblica il contenuto

Una volta creato il tuo articolo, è fondamentale assicurarsi che sia di qualità e ottimizzato per i motori di ricerca, successivamente possiamo procedere alla sua pubblicazione. Eccoti alcune tips per far fronte a questa fase.

Fai revisionare il testo a un collega

La revisione è cruciale per garantire qualità e coerenza dei contenuti. Chiedi a un collega o a un revisore esterno di esaminare l'articolo: questo ti aiuterà a individuare eventuali errori grammaticali e fornirà un punto di vista esterno circa la chiarezza del testo.

Ottimizza l'articolo per i motori di ricerca

Per massimizzare la visibilità del tuo articolo, non bypassare la fase di ottimizzazione lato SEO per i motori di ricerca. Invece:

  • Assicurati di includere le keyword rilevanti nel titolo, nei sottotitoli e nel corpo del testo (sempre in modo naturale).
  • Scrivi meta tags coinvolgenti e informativi, che siano di supporto agli articoli del tuo blog affinché appaiano tra i primi risultati di ricerca e incoraggino gli utenti a farci click.
  • Inserisci link a contenuti correlati all'interno del tuo sito (link interni) e a risorse affidabili esterne (link esterni).
  • Utilizza immagini pertinenti e ottimizzate con attributi alt e titoli descrittivi.

Pubblica l'articolo nel giorno prestabilito e linkalo nei social

Rispetta il calendario editoriale e pubblica l'articolo nella data stabilita. Una volta pubblicato, condividi il link attraverso i canali social dell'azienda, insieme a una breve descrizione accattivante. Questo aiuterà a raggiungere un pubblico più ampio e a generare ancora più engagement. Ricorda: la promozione di un contenuto è altrettanto importante quanto la sua creazione. Utilizza strumenti di programmazione ad hoc per condividere l'articolo sulle diverse piattaforme e a differenti fasce orarie, così da raggiungere un ampio pubblico.

Aggiorna i blog post più datati

Mantenere il tuo blog aziendale fresco e rilevante nel tempo è essenziale per alimentare l'interesse del pubblico e migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. Nello specifico:

Attenzione alle date vecchie

I lettori tendono a fidarsi dei contenuti più recenti. Verifica periodicamente i tuoi blog post più vecchi e aggiorna le date di pubblicazione in modo che appaiano come "aggiornati di recente". Questo farà sì che i visitatori ritengano il tuo contenuto più attuale e pertinente.

Assicurati che i contenuti siano ancora rilevanti

Riesamina i tuoi vecchi articoli per assicurarti che le informazioni, i dati e i consigli forniti siano ancora validi e accurati. Se le circostanze o le tendenze sono cambiate, apporta le modifiche necessarie. Aggiungi nuove informazioni o statistiche recenti per mantenere l'articolo sempre al passo con gli sviluppi del settore.** Presta particolare attenzione agli articoli più visti** o che ricevono maggiore traffico organico: sono questi i contenuti da ottimizzare con priorità.

Aggiorna i blog post più datati

Perché i blog aziendali continuano a essere dei canali di marketing efficaci?

Innanzitutto, i blog aziendali consentono alle imprese di dimostrare la propria esperienza e autorità nel settore. Attraverso contenuti informativi, approfonditi e di alta qualità, le aziende possono condividere conoscenze, risolvere problemi e offrire soluzioni. La capacità di generare traffico organico è un altro motivo chiave dell'efficacia dei blog aziendali. I contenuti ottimizzati per i motori di ricerca attirano utenti interessati e visitatori sul sito web dell'azienda. Ciò aumenta la visibilità del business, il quale sarà riconosciuto da Google e dagli utenti come fonte affidabile di informazioni. Questa visibilità si traduce in maggiori opportunità di lead generation e conversione. Inoltre, i blog aziendali sono per loro natura adattabili e versatili. É così possibile affrontare una vasta gamma di argomenti: da aggiornamenti puramenti informativi ai casi di studio, dalle guide pratiche agli eventi aziendali. Questa varietà di argomenti e tematiche trattate mantiene alto il livello di interesse della community di lettori coinvolta. Infine, i blog offrono dati misurabili. L'analisi delle prestazioni - come il traffico, il tasso di rimbalzo e l'engagement - fornisce insight preziosi per ottimizzare la strategia di contenuti e adattarla alle esigenze del pubblico.

Alcuni esempi di blog di successo

HubSpot Blog

HubSpot - piattaforma di marketing e vendita - ha un blog ricco di contenuti informativi su marketing, vendite e servizio clienti. Offre guide dettagliate, strumenti pratici e analisi approfondite, dimostrando conoscenza e autorità nel campo.

Shopify Blog

Shopify - una piattaforma di eCommerce - offre un blog con consigli e risorse per aiutare gli imprenditori a gestire e far crescere i loro negozi online. Questo blog è popolato di guide, storie di successo e strategie pratiche.

Adobe Creative Cloud Blog

Adobe - nota per i suoi software di grafica e design - ha un blog in cui l'azienda condivide tutorial circa le nuove funzionalità dei suoi prodotti. Uno spazio digitale che aiuta a educare e coinvolgere le figure professionali più creative.

FAQ sul blogging

Come scrivo un blog post efficace?

Parti da una ricerca approfondita delle informazioni sul tema che vorresti trattare. Organizza il tuo articolo secondo una struttura logica e intelligente: un'introduzione coinvolgente, un corpo con paragrafi chiari e ben organizzati e una conclusione che riassuma i punti chiave. Dai al tuo articolo un titolo accattivante che attiri l'attenzione dei lettori e ne rifletta il contenuto. Non dimenticare di includere parole chiave rilevanti per riuscire a ottimizzare il tuo articolo lato SEO. Nel corpo del tuo articolo offri informazioni utili, approfondimenti o soluzioni ai problemi del tuo pubblico. Riporta esempi concreti, dati e citazioni per rendere il contenuto ancora più autorevole. Non dimenticarti poi dell'aspetto della leggibilità: scrivi in modo chiaro e accessibile. Utilizza frasi concise, paragrafi brevi e formatta il testo con elenchi puntati o titoli per facilitare la lettura. Concludi poi con una CTA che incoraggi il lettore a compiere un'azione, come lasciare un commento, condividere l'articolo o iscriversi alla newsletter.

Come supero la paura del foglio bianco?

In fase di scrittura, il timore di non trovare le parole giuste (la cosiddetta "sindrome del foglio bianco") è molto comune, ma fortunatamente esistono diversi modi per superarla. Qui troverai alcuni consigli pratici che ci auguriamo possano esserti d'aiuto.

  • Inizia l'articolo da una ricerca preliminare. Fai una ricerca approfondita sul tema che ti piacerebbe affrontare per avere un solido punto di partenza. Questa ricerca iniziale ti darà fiducia nell'argomento e la parte di scrittura dei contenuti verrà naturalmente da sé.
  • Fai tanto brainstorming. Abbozza idee, frasi o concetti chiave su un foglio per interrompere il blocco mentale. Ti stupirà quanto questo metodo ti aiuterà a generare nuovi e interessanti spunti per gli articoli del tuo blog aziendale.
  • Parti dall'introduzione. Anche se non hai ancora un'idea chiara di tutte le sezioni che andranno a comporre il tuo articolo, inizia a scrivere dall'origine: l'introduzione. Per costruire un testo di valore hai bisogno di una solida base da cui partire.
  • Rivedi, modifica e modifica ancora. Non cercare la perfezione fin dall'inizio. Scrivi liberamente: potrai sempre modificare il tuo testo successivamente e apportare miglioramenti. Una revisione separata ti aiuta a individuare errori più facilmente e migliorare la qualità del tuo articolo.

Posso usare l'IA per scrivere il testo?

Puoi sfruttare l'Intelligenza Artificiale come supporto nella scrittura di articoli di blog, ma non dimenticare quello che le persone (quindi anche i tuoi lettori) cercano: il tocco umano. L'IA può aiutarti a ottenere una bozza iniziale di testo, ma il contributo di una mente umana e creativa (che conoscere in modo approfondito il tuo settore) è essenziale per dare personalità ai contenuti, garantire la coerenza del tono di voce aziendale e fornire un'esperienza di lettura autentica.

Conclusione

Nel mondo digitale, in cui la condivisione di informazioni e l'engagement sono valute tra le più preziose, il blog aziendale continua a dimostrarsi una strategia di marketing vincente. Migliora la visibilità online della tua azienda: in NetStrategy possiamo aiutarti nella corretta gestione del tuo blog aziendale. Contattaci e parliamone insieme.

BuildingFutureTogether

It's time to connect.

Facciamo crescere il tuo progetto insieme

Compila il form per essere contattato dal nostro team. Insieme cercheremo di capire se siamo l'agenzia giusta per aiutare la tua azienda.

    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    We collaborate with ambitious brands and people. Let's build.
    We collaborate with ambitious brands and people. Let's build.
    Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter:qui puoi leggere come trattiamo i tuoi dati.Puoi cambiare idea quando vuoi: il link per disiscriverti sarà all'interno di ogni newsletter.
    ©2024IT04197660238
    Via Carlo Cipolla snc, 37045, Legnago (VR) +39 0442 321 391
    Via San Raffaele 1, 20121, Milano (MI) +39 02 800 12162
    Preferenze sui cookies
    IT04197660238©2024
    https://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webp
    Caricamento immagine contatti

    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    Confermo di aver preso visione della privacy policy