Come vendere online? Scopri i 7 errori da non commettere nel tuo e-commerce

Possedere un eCommerce di successo però non è cosa facile, specialmente a causa della grandissima concorrenza.

Ma non tutti riescono a farsi spazio online. Perché?

Negli ultimi due anni l’eCommerce, come concetto e come business, è esploso come un fuoco d’artificio nelle vite dei consumatori e continua a crescere in maniera esponenziale ogni giorno. Possedere un eCommerce di successo però non è cosa facile, specialmente a causa della grandissima concorrenza. Infatti i siti di vendita online spuntano come funghi da ogni parte del web, ma non tutti riescono a farsi spazio online. Perché? Perché ci sono molte cose alle quali prestare attenzione e specialmente ci sono alcuni errori da non commettere assolutamente pena scarsa visibilità e customer loyalty inesistente. Vuoi scoprire quali sono i 7 errori da non commettere per far funzionare al meglio il tuo eCommerce? Allora partiamo subito!s

Contenuti in breve:

#Errore 1: la prima impressione conta,
"Impressiona bene"!

Il primo errore da non commettere è quello di sottovalutare la grafica e l’immagine del tuo eCommerce. La pagina di presentazione del tuo sito di vendita, quindi la prima pagina che l’utente vede, deve essere il più appealing possibile. All’utente basta un’occhiata ed uno scroll veloce per capire se:

  • Il tuo eCommerce è serio, e quindi meritevole di fiducia
  • Il tuo eCommerce soddisfa il suo bisogno in maniera semplice e veloce
  • Il tuo eCommerce ha prezzi concorrenziali e che politica di spese di spedizione adotta.

Tutto questo con una sola occhiata, come? Semplicemente prova a metterti nei panni di un potenziale acquirente alla ricerca di un determinato prodotto. Se dovessi arrivare in un sito di vendita online con una grafica scadente, non in linea con i moderni e più famosi eCommerce (come Amazon o Zalando), senza un logo originale e accattivante, cosa penseresti? Non penseresti nulla, automaticamente faresti dietro front e ricominceresti con la ricerca online!

La costruzione di un’immagine rassicurante è il primo passo da compiere se si vuole proseguire con questa attività online, ma a questa è necessario unire un’altra caratteristica: la semplicità di utilizzo. L’utente deve avere la possibilità di trovare quello per cui è atterrato sul tuo eCommerce in maniera veloce e ordinata. La barra della ricerca, per esempio, deve essere sempre in primo piano, di modo che l’utente la veda immediatamente evitandosi lo stress di dover cercare anche quella, oltre al prodotto.

Se l’utente invece è ancora nella fase “mi faccio un giro e guardo cosa offrono”, questi deve riuscire a farsi un’idea di chi sei e di cosa vendi già dalla prima pagina. Inutile dire che l’about us è importante anche in questo caso, perché è strumento di informazione immediato per il visitatore, ma non dimenticarti di offrire già dei prodotti interessanti in prima pagina (magari sotto il banner del tuo eCommerce) così da incuriosire il visitatore e spingerlo a continuare la navigazione.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

#Errore 2: le immagini sono tutto. Le tue sono efficaci?

Non importa se vendi attrezzatura per la pesca o abbigliamento griffato: devi prenderti cura delle immagini! L’utente vuole vedere cosa gli stai vendendo, e non si azzarderà mai ad acquistare senza una prova tangibile dell’esistenza del prodotto, o più che altro della correttezza della sua scelta. Nonostante ci siano le informazioni scritte a lato (a patto che ci siano, ma su questo punto torneremo più tardi) il consumatore vuole vedere con i suoi occhi la merce che sta per acquistare.

A questo proposito è necessario avvertirti che non è sufficiente inserire nella scheda del prodotto un’immagine qualunque presa dal web che ti sembra raffigurare il prodotto in questione. No! Il tuo consumatore vuole di più, ovvero:

  • Immagini belle e professionali (preferibilmente scattate da un fotografo professionista)
  • Immagini in alta definizione.
  • Avere la possibilità di fare lo zoom sulle immagini, al fine di vedere con chiarezza i dettagli più piccoli.

Questi non sono accorgimenti da poco, ne siamo certi, ma ti possiamo assicurare che in termini di customer loyalty ti faranno fare passi da gigante. Quindi ricordati che l’ottimizzazione delle immagini è fondamentale.

#Errore 3: descrizioni prodotto identiche ad altri siti o addirittura mancanti

In questo caso parliamo di due tipi differenti di errori che però riguardano la stessa sfera d’azione, ovvero la descrizione del prodotto che il tuo eCommerce si propone di vendere.

La maggior parte dei siti di vendita online ha problemi di contenuti duplicati, perché? Come saprai molti eCommerce sono retailers di grandi marchi, i quali per ogni loro articolo producono una descrizione da inserire nel loro sito di vendita diretta. Succede spesso che il rivenditore online di tale brand, scelga molto semplicemente di adottare la stessa descrizione elaborata dal produttore. Questo, come puoi immaginare, genera una reazione a catena che arriva fino alla decisione di Google di “nascondere” dai risultati gli eCommerce incriminati: i contenuti sono identici, quindi sono stati copiati, il che porta Google a pensare che non siano originali e quindi non razionalmente utili all’utente.

Come puoi quindi ovviare a questo problema? La soluzione più rapida è prenderti del tempo, magari ogni giorno, per riscrivere le descrizioni prodotto con parole tue. Ovviamente le caratteristiche tecniche non potranno essere cambiate, però in questo modo potrai dare personalità al tuo metodo di vendita grazie ad una comunicazione precisa ma accattivante. Il tuo sforzo conquisterà non solo Google ma anche l’utente.

Se invece non hai mai inserito una descrizione di fianco all’immagine del prodotto, hai commesso un errore grave ma differente da quello descritto sopra. Infatti in questo caso, per ricercare le caratteristiche tecniche, il consumatore deve scorrere verso il basso della pagina e andare a scovarle nelle box con le informazioni più approfondite. A meno che l’utente non abbia già deciso di comprare tale prodotto, e quindi voglia accertarsi nel dettaglio di aver fatto la scelta giusta, il consumatore medio non ha tempo di cercare le informazioni: queste devono essere subito visibili a fianco dell’immagine, in modo da dargli la possibilità di valutare istantaneamente. Una volta convinto allora proseguirà nella ricerca di informazioni più dettagliate, e nell’acquisto.

#Errore 4: come chiedi le recensioni o feedback ai clienti?

Ti sembrerà strano, ma le recensioni che i tuoi clienti lasciano sotto il prodotto acquistato sono più efficaci di molte strategie di vendita. I numeri parlano chiaro:

  • Il 77% degli utenti va a leggere le recensioni prima di acquistare.
  • Il 90% delle persone decide se acquistare o meno proprio in base a quello che legge nelle recensioni.

Quindi, vedere un eCommerce con una vasta scelta di prodotti ma nessuna recensione o feedback inerente, fa pensare ad un sito poco serio e non affidabileZero recensioni agli occhi di un possibile cliente vogliono dire zero vendite, ovvero “se nessuno fa acquisti significa che questo eCommerce è un disastro totale”!

Inoltre, entrando per un attimo nell’ottica della SEO, le recensioni lasciate dai clienti sulle pagine dei prodotti aiutano a mantenere il tuo sito vivo agli occhi di Google e ti forniscono contenuti gratis che, a differenza di quelli che crei tu, non richiedono un’investimento di energie e tempo.

#Errore 5: non avere un blog

Un altro errore che viene commesso frequentemente è quello di dimenticarsi di fare Content Marketing, o meglio non dimenticarsi, ma proprio evitare di attuarlo. La struttura dell’eCommerce, molto tecnica e orientata al prodotto non lascia spazio al cliente e ai suoi bisogni, è quindi fondamentale creare un’area dove l’utente possa sentirsi chiamato in causa e reperire informazioni utili senza annoiarsi. Tutto questo lo puoi fare tramite la scrittura settimanale di un blog.

Non è però semplice scrivere interi articoli su, ad esempio, capi di abbigliamento o articoli di informatica senza scadere nel superficiale. Ti consigliamo allora di focalizzarti meno sul prodotto che vendi e di concentrarti di più sul tuo cliente, in modo da offrire lui un contenuto di qualità che faccia esattamente al caso suo. Puoi iniziare con un post a settimana, in modo da creare interesse e allo stesso tempo testando l’efficacia o meno del contenuto stesso. Una volta capito che tipo di argomenti trattare, che tono utilizzare e a che target rivolgerti puoi iniziare a programmare il tuo calendario editoriale con due o tre post a settimana. Il risultato è assicurato: il blog è capace di aumentare la visibilità del tuo eCommere di quasi il 50%, portandoti sempre nuovi lead, e ti ricordiamo che l’utente lead è lo scalino che precede il cliente vero e proprio.

#Errore 6: i social sono la tua reputazione. Sfruttali!

Social Network sono uno dei più importanti canali di acquisizione di traffico che un sito può avere, che sia questo un sito aziendale o un sito di vendita online. Essere presente sui social è quindi indispensabile per attrarre nuovi utenti al tuo eCommerce, mentre non curarti di questo aspetto significherebbe buttare via, letteralmente, una grossa fetta di potenziali clienti.

Attenzione però a non commettere l’errore di creare account di Facebook, Twitter e Linkedin, per citarne alcuni, salvo poi abbandonarli a loro stessi. Anche se dovessi raggiungere un buon numero di “mi piace”, una pagina Facebook non aggiornata non è un buon biglietto da visita, anzi può dare l’idea di arretratezza e superficialità, che poi si ripercuoterebbe anche sull’immagine stessa dell’eCommerce. Coltivare invece la comunicazione online porta a risultati molto interessanti, uno fra tutti l’esponenziale aumento di traffico dal canale social al tuo sito di vendita online, alzando di molto il tasso di conversione. Se poi vuoi saperne di più su come usare al meglio i social per aumentare il tuo traffico, ti consigliamo di leggere l’articolo Come pubblicizzare la tua azienda? Scopri in che modo i Social possono aiutarti.

#errore 7: non avere una strategia seo

Lo abbiamo lasciato per ultimo, ma è forse il più grave tra tutti questi errori. Come ben sai la SEO è la strategia marketing che permette al tuo sito eCommerce (e non) di acquisire visibilità sui motori di ricerca. Google, abbiamo visto prima, è molto selettivo e non lascia nulla al caso, per cui: il tuo eCommerce è datato e non viene aggiornato spesso? Il tuo sito ha molti contenuti duplicati? Non hai una strategia di content marketing in atto? Google lo sa, e di sicuro ti penalizzerà lasciandoti in fondo ai risultati o addirittura nascondendo il tuo sito alla vista dell’utente, perché considerato inutile se non addirittura dannoso.

La SEO è quindi uno strumento indispensabile per acquisire un buon posizionamento nella prima pagina di Google, che è l’unica pagina veramente importante per il tuo eCommerce. L’utente, infatti, non ricercherà mai la soluzione del suo bisogno oltre la prima pagina dei risultati di Google. Ti consigliamo allora di attuare una strategia mirata al raggiungimento di questo risultato, affidandoti alle mani esperte di professionisti che sappiano studiare le parole chiave per il tuo sito di vendita online al fine di posizionarlo sui motori di ricerca nel migliore dei modi.

In conclusione

Creare un sito eCommerce efficace e ben posizionato non è facile, anzi è sinonimo di duro lavoro anche in termini di Inbound Marketing, per questo abbiamo voluto metterti al corrente degli errori più comuni che vengono commessi nella gestione marketing degli eCommerce.

Ora non devi far altro che prenderti dieci minuti per riflettere, e pensare a quali errori hai commesso anche tu con il tuo eCommerce. Una volta fatto il punto della situazione puoi iniziare a costruirti una strategia di web marketing più completa. Speriamo che i suggerimenti di questo articolo ti siano stati utili, e se avessi bisogno di chiarimenti la nostra agenzia SEO e il suo team di esperti è sempre pronto per te e per le tue domande. Siamo qui per questo. Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo progetto.

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Vuoi iniziare a vendere sul serio con il tuo eCommerce?