<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 10 novembre, 2016

Sei pronto a scoprire come i social media hanno cambiato il modo di fare pubblicità e promozione? In questo articolo ti spiegheremo come questi si sono imposti nel mondo del marketing e di quali siano le tecniche più interessanti per utilizzarli al meglio.

Pubblicizzare-la-tua-azienda-cover.jpg

 

 

C’era una volta Facebook

Ti ricordi la prima volta che ti sei trovato davanti alla schermata blu e bianca di Facebook? Noi che facciamo parte di un'agenzia Web Marketing specializzata ce lo ricordiamo bene! Avresti mai pensato che un “sito” del genere potesse assumere una rilevanza tale nella società di oggi? Probabilmente no, per il semplice fatto che, nonostante sia avvenuto qualche anno fa, erano senza dubbio “altri tempi”.

Una decina di anni fa l’analogico la faceva da padrone e tutto ciò che riguardava il mondo online era visto come qualcosa di molto distante ed irraggiungibile, forse persino inutile e difficile. Poi BOOM, ecco che arriva Facebook a buttare all’aria tutte le nostre certezze. Si perché, sebbene esistessero già dei social network avviati come Myspace, nessuno divenne importante e grande come il gioiellino di Mark Zuckerberg. E da quel lontano 2004 se n’è fatta di strada, basti vedere la quantità mirabolante di social media che ci gira attorno al giorno d’oggi, così tanti e variegati che quasi non sappiamo a quali prestare attenzione.

Ma per quale motivo sono nati i social media? Possiamo rispondere di getto, dicendo che sono nati per soddisfare uno dei bisogni primari dell’individuo, vale a dire comunicare, e non sbaglieremmo. È infatti questo il minimo comun denominatore di tutti i social network: la comunicazione. C’è chi lo fa con le immagini, chi con le parole, chi con entrambe, ma online tutti (o quasi) ci mettono la faccia.

Anno dopo anno questi strumenti di comunicazione e di condivisione sono cresciuti fino a diventare così popolari tra le persone che non essere iscritto a qualcuno di essi parve un’eresia. Insomma, stavano gridando alle aziende “venite a fare pubblicità qui che c’è un sacco di gente e non si paga niente!”, potevano queste dire di no?

I social media sono sinonimo di pubblicità gratis?

7563.Business-Social-Media.png

Inizialmente pubblicizzare il proprio lavoro, marchio, prodotto o servizio online era difficile, le aziende non avevano ancora ben chiaro come procedere, e avevano paura di fare qualcosa che non sarebbero state in grado di gestire. Con l’arrivo dei social media hanno invece trovato un metodo apparentemente facile e veloce per comunicare con il mondo dei consumatori. La cosa però più sorprendente era l’appellativo “gratis”: non si doveva pagare niente! Si poteva scrivere quello che si voleva, fare pubblicità e promuovere fino allo sfinimento i propri prodotti e servizi senza versare un centesimo, cosa che invece nel marketing analogico (come ad esempio il volantinaggio) e televisivo/radiofonico non era possibile, anzi era impensabile!

Quindi si arrivò alla convinzione che avere un account Facebook, Twitter e Instagram fosse la cosa migliore da fare. Si, abbiamo scritto “avere”, perché era praticamente quello che facevano: possedevano degli account social. Non stiamo dicendo che questi signori non pubblicassero niente sulle loro pagine Facebook o Twitter, stiamo dicendo che annaffiare una pianta una volta ogni due settimane non le eviterà la morte, potrà forse placare il senso di colpa (“eh ma io l’ho annaffiata però!”) ma nulla di più.

È quindi bene capire che sì, i social media sono uno strumento meraviglioso per stabilire un rapporto con il tuo cliente, per conversare con il tuo cliente, per acquisire nuovi clienti tramite internet, per fidelizzare il tuo cliente, per fare pubblicità e così via. Tuttavia sono anche un impegno, perché senza un lavoro appassionato e specifico, senza spendere ore del proprio tempo davanti ad un monitor, questi non saranno mai in grado di portare frutto.

Allora alla domanda “i social sono gratis?” dobbiamo rispondere: si sono gratis, ma non del tutto. Non si paga nulla a costituire un account Twitter, tuttavia ciò che sta dietro alla costruzione di un’immagine social aziendale (tipo Facebook Personal Branding) costa ore di lavoro, ore che probabilmente finiranno nella busta paga di un tuo dipendente. Per non parlare delle comodissime campagne a pagamento che certi social network mettono a disposizione delle aziende.

Prendiamo ad esempio Facebook: questo social network ti permette di scegliere tra diversi tipi di campagne che vanno dalla promozione del tuo brand, all’aumento di traffico del tuo sito web, fino all’acquisizione lead, cioè all’acquisizione di una lista di contatti che può essere interessata ai tuo prodotti, ai tuoi servizi o anche semplicemente al tuo brand. Questo dicesi investimento in Facebook Ads. In base alla campagna scelta, potrai decidere “come” pagare, quindi dove focalizzare la tua attenzione, se pagare a visualizzazione, a click sul link che hai deciso di pubblicizzare oppure a copertura giornaliera.

Come puoi acquisire nuovi clienti tramite i social network? Scoprilo con una  consulenza.

Perché i social sono così importanti

Nei due paragrafi sopra abbiamo cercato di fare una panoramica molto generale su quello che significa avere un account su vari social network, ora invece è necessario porre l’attenzione sul perché questi strumenti di marketing siano così importanti, se non indispensabili, per ogni tipo di azienda o business.

social-media.png

  • Una delle prime cose che devi sapere è che i social media, in special modo i post che pubblichi su di essi possono portare molto traffico al tuo sito web. Come quando postiamo sul nostro account personale un selfie con il nostro gatto e riceviamo valanghe di like, anche un post ben scritto e accattivante può reindirizzare frotte di curiosi dalla tua pagina Facebook al tuo sito web, e questo, grazie al traffico guadagnato da tutti i tuoi social network, acquisirebbe un maggiore ranking (o posizionamento) sui motori di ricerca, cosa alla quale ogni azienda anela al giorno d’oggi.
  • Con i social puoi letteralmente fidelizzare i tuoi clienti, ed è possibile creando contenuti che si rivolgano a loro in prima persona e che li intrattengano. Devi quindi cambiare anche il modo di porti, perché le persone che gravitano intorno a Facebook o Twitter non li vedono come delle macchine per la promozione online (come invece li vedono le agenzie SEO e Web Marketing), ma piuttosto come degli ottimi strumenti di comunicazione.
  • Una caratteristica dei social è la diffusione. Su queste piattaforme online milioni di persone mettono “mi piace”, condividono post e commentano stati, così facendo alimentano la popolarità di determinate realtà, che possono andare dalla multinazionale che ha capito come fare marketing sui social alla piccola impresa di nicchia che con la sua spontaneità e originalità ha conquistato il web. Diffondere quindi è fondamentale per te, perché equivale ad acquisire nuovi contatti, alcuni dei quali si convertiranno in clienti, che infine diventeranno introiti. Bello no?

Come utilizzare i social network in maniera efficace per te e per i tuoi clienti

Abbiamo visto che non è sufficiente possedere un account Facebook (o Twitter, o Youtube, o Pinterest, o Instagram…) per avere successo online, bisogna entrare nella piattaforma e iniziare a “creare”. "Ma come pubblicizzare la mia azienda in concreto?", ti starai chiedendo. Qui di seguito ti spieghiamo cosa fare perché la tua immagine sui social cresca efficacemente e non rimanga impantanata in quelli che noi personalmente definiamo “profili fantasma”.

social_media_freak.jpg

  • SFRUTTA LA POTENZA VISIVA. Anche tu ti sarai reso conto che quando, privatamente, condividi su Facebook un selfie o una foto, il riscontro è molto più alto di quando invece scrivi semplicemente un post. Questo è il trend per rimanere al passo e cavalcare l’onda dei social. Devi munirti di creatività (e fotocamera) e mostrare al mondo chi sei e cosa fai, letteralmente. Le immagini stanno prendendo il sopravvento nella comunicazione: su Facebook le fotografie fanno incetta di “pollicioni”, su Twitter i tweet con immagine annessa sono i più visti e ritwettati, addirittura Linkedin si sta facendo più “visual”, e non parliamo di Instagram, Pinterest e Snapchat che sono interamente basati sulle immagini. Per concludere tiriamo in ballo anche Youtube, che è senza dubbio la nuova frontiera dalla comunicazione e della promozione: lo Youtube Marketing per le aziende è ormai una realtà. In pratica se vuoi che i tuoi profili social funzionino, ci devi mettere la faccia!
  • CREA INTERESSE. Hai scritto un bel post e non vedi l’ora di condividerlo sui social, cosa devi fare prima di pubblicarlo? Prima di tutto devi inserire un titolo accattivante, con parole che creino un’aspettativa (il famoso hype) da parte del lettore, ma senza esagerare perché una volta aperto il link l’aspettativa non deve essere disillusa. Poi, come abbiamo visto prima, bisogna inserire un’immagine interessante ma allo stesso tempo differente dalle classiche utilizzate per pubblicizzare il tuo stesso argomento. E da ultimo, è importante inserire una breve descrizione che convinca definitivamente il lettore ad aprire il link al tuo articolo!Timing-is-everything-cat-for-web.png
  • PUBBLICA AL MOMENTO GIUSTO. L’importanza di pubblicare in determinati momenti della giornata spesso non viene percepita come tale, infatti molte persone tendono a pensare che l’importante sia pubblicare, non tenendo conto dell’orario. Questo è un grave errore! Come impresa devi essere interessato a raggiungere più persone possibili (ricordati della lead generation) quindi non puoi limitarti a postare quando l’articolo, o il post, o la foto sono pronti, devi postare quando l’affluenza al social è maggiore. Ci sono molti strumenti che ti possono aiutare a capirlo, come per esempio Facebook Insight, che tiene monitorati i tuoi progressi su Facebook e ti aiuta a capire il comportamento degli utenti.
  • PUBBLICA, PUBBLICA, PUBBLICA! In questo ambito pubblicare più di una volta lo stesso contenuto (magari cambiando immagine e rivisitando un po’ il titolo) non è da vedersi come una cosa negativa, anzi! Così facendo dimostri al tuo cliente che sei sempre attivo, e che nonostante tu non sia ancora pronto con un altro contenuto di simile rilevanza, non ti stai dimenticando del tuo “pubblico”. Inoltre così facendo puoi raggiungere anche quella parte di target che, due giorni fa quando avevi pubblicato il tuo articolo per la prima volta, non era collegata alla piattaforma social.
  • DIALOGA. I social non sono stati creati per essere uno strumento di promozione aziendale, sono stati creati per far sì che le persone si trovassero e si parlassero. Quindi, anche tu azienda che fai marketing sui social devi parlare con i tuoi followers. Poni loro delle domande, invitali a darti delle opinioni, crea un dialogo con loro! Smettila di parlare solo di te stesso e inizia ad interpellare e coinvolgere chi ti segue, perché da dialogo non si passi a monologo, con il rischio che dall’altra parte non ci sia più nessuno ad ascoltare.
  • DIFFONDI. Il primo a dover diffondere il tuo brand e quello che esso rappresenta sei tu. Per farlo ti serve essere presente su più di un social, devi studiarli e capire in quali puoi raggiungere il tuo target e in quali, invece, non è possibile. Quindi, quale social network utilizzare per la tua azienda? I social network infatti non sono tutti uguali e spesso i loro utilizzatori vengono raggruppati per categorie Per esempio se fossi un’azienda di arredamento, oltre ai classici Facebook e Twitter, sicuramente pubblicherei su Pinterest, perché la mia logica è quella di mostrare la bellezza delle mie creazioni in un contesto di design e di casa: infatti Pinterest è visivo, quindi posso mostrare i miei lavori, ed è un social utilizzato prevalentemente dal gentil sesso, che si sa essere molto interessato al argomento “design d’interni”. Ikea questo l’ha capito eccome!

Ikea-Sofa-Pin-600x554.png

  • PAY TO PLAY. Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, puoi pagare per pubblicizzare e promuovere i tuoi contenuti sui social, e quindi acquisire la visibilità che cerchi senza troppo stress: con un click puoi raggiungere un pubblico molto più vasto di quello che effettivamente hai. Che ne dici di considerare come opzione quella di investire un po’ del tuo budget anche qui? Questo metodo di marketing è ormai diventato un “must” per ogni tipo di business, non restare indietro.

In conclusione

I social non sono più soltanto piattaforme di comunicazione tra persone, ma sono ormai strumenti per fare marketing e per comunicare con i clienti, veri e potenziali. Non puoi ignorare questa cosa, un’azienda con una social media strategy è già un’azienda vincente. Per questo abbiamo voluto darti questi suggerimenti, perché con una visione chiara di cosa fare forse deciderai anche tu di investire in questo meraviglioso mondo che è il web delle persone.

Vogliamo concludere con un esempio, quello di Netflix. Netflix è arrivato in Italia esattamente un anno fa, e molti di noi nemmeno sapevano cosa fosse. Poi ecco che su Facebook iniziano ad apparire immagini e video divertentissimi sponsorizzati proprio da Netflix. Nei loro “spot” troviamo una comunicazione fresca e divertente, ricca di doppi sensi e “frecciatine” che ci coinvolgono e rendono il loro “fare pubblicità” meno pesante e più spontaneo, come se dall’altra parte non ci fosse una grande società, ma semplicemente un ragazzo o una ragazza come uno qualunque di noi.

Questo è in fin dei conti ciò che viene definito Inbound Marketing, ovvero la tecnica che attrae e delizia gli utenti, fino alla trasformazione in clienti. Netflix ha raggiunto migliaia o addirittura milioni di utenti in un solo anno, spendendo probabilmente meno della metà di quanto avrebbe dovuto spendere utilizzando i media tradizionali. E questa è l’opportunità che oggi, con le dovute proporzioni, ciascuna delle nostre imprese può decidere di sfruttare.

Ora che ti abbiamo spiegato alcuni dei segreti fondamentali su come pubblicizzare la tua azienda sui Social, vuoi proseguire il tuo addestramento fino a diventare un Maestro Supremo di strategia su questi network? Se la tua risposta è sì, allora ecco i prossimi passi: scarica questo e-book gratuito, leggilo con attenzione e poi contattaci per parlare assieme del tuo progetto di Marketing!

 Vuoi sfruttare facebook, instagram & linkedin per far crescere la tua azienda?

 

Condividi questo articolo

Giulia Montin

Social Media Manager - Immersa nel mondo dei social media da mattina a sera, Giulia ha alle spalle una laurea in Scienze e tecniche della comunicazione Grafica e Multimediale allo IUSVE di Verona e una specializzazione in Web Marketing & Digital Communication. Il suo amore per il social media marketing è pari solo a quello per il caffè e, a colpi di post su Facebook e storie su Instagram, Giulia è diventata l’asso nella manica di NetStrategy nell’ambito social.

Lascia un commento