Quale social per la tua azienda? Scegli tra i 5 social più amati in Italia

Lo abbiamo detto molte volte e lo sappiamo ormai tutti: i social network sono uno strumento potente a disposizione di qualunque business.

Necessiti di qualche spunto per dare il via ad una strategia vincente nell’attuale re dei Social Network?

Ma le aziende e le professioni non sono tutte uguali, e allo stesso modo non lo sono le piattaforme social. Come fare allora per capire quale, tra i 5 social network più diffusi in Italia, faccia più degli altri al caso della tua impresa? E quali particolari benefici puoi ottenere da un loro uso studiato? La risposta a queste domande si trova proprio qui.

Il social media marketing diviene oggi sempre più importante ed efficace. Le statistiche social parlano chiaro: un tweet può decretare quale sarà la notizia di punta del giorno e non è raro che un video-blogger svetti tra le classifiche dei personaggi più influenti. Anche chi non li utilizza, dunque, sa piuttosto bene cosa sono e quale sia il loro scopo generale. Ciò nonostante – e questo anche per chi li utilizza quotidianamente – non è semplice capire con precisione in che modo possano essere utili alla nostra vita professionale e personale e quale risponda maggiormente alle nostre esigenze specifiche. Questo non solo perché sono tanti e sembra quasi che ne saltino fuori di nuovi ogni giorno, ma anche perché non sempre è chiaro se ed eventualmente in che cosa uno si distingua dagli altri.

Immagine proveniente da wearesocial

Un’obiezione che ci è capitato di dover affrontare è proprio questa: perché prendere tempo a raccogliere informazioni su ciascuno e poi valutare? Perché dovrei rinunciare ad alcuni canali e, con essi, ad una fetta di pubblico? Insomma: non potrei semplicemente aprire un account per ognuno dei social network? Certo che potresti. Ma, per esperienza, ti assicuriamo che non sarebbe una buona idea. Giustamente vorrai un motivo a giustificazione di questo assunto; te ne diamo 3.

Contenuti in breve:

Premessa: perché scegliere?

Un’obiezione che ci è capitato di dover affrontare è proprio questa: perché prendere tempo a raccogliere informazioni su ciascuno e poi valutare? Perché dovrei rinunciare ad alcuni canali e, con essi, ad una fetta di pubblico? Insomma: non potrei semplicemente aprire un account per ognuno dei social network? Certo che potresti. Ma, per esperienza, ti assicuriamo che non sarebbe una buona idea. Giustamente vorrai un motivo a giustificazione di questo assunto; te ne diamo 3.

Why
  1. Dispersione: i social sono tanti, molto diversi fra loro e in continua evoluzione. Nel tentativo di seguirli tutti saresti continuamente distratto da ipotetiche opportunità senza coglierne veramente nessuna. In pratica, perderesti di vista quello che dovrebbe essere il tuo scopo primario: la reale valorizzazione del tuo business con una social media strategy mirata e su misura per te.
  2. Impegno: così come non ha senso aspettarsi che dei figli crescano da soli una volta messi al mondo, allo stesso modo i profili social devono essere curati ed aggiornati una volta creati. In altre parole, la presenza online non è avere un account Facebook o Twitter, bensì un’attività continuativa e studiata. Considerando che il tempo non è mai abbastanza, stabilire delle priorità è assolutamente fondamentale.
  3. Tutto = niente: qui si condensano i precedenti 2 punti. Se sottolinei tutto il testo di un manuale che stai studiando, non avrai per niente evidenza delle parti più importanti; sarebbe come non aver sottolineato nulla. In aggiunta, se cerchi di essere dappertutto non potrai trattenerti in nessun posto. Così facendo ti sarà difficile instaurare dei veri rapporti, che siano utili al tuo business, con il tuo pubblico.

Riassumendo, scegliere è necessario per poter ottenere il miglior risultato possibile. Un solo colpo, energico e ben piazzato in un punto strategico, è mille volte più efficace di una miriade di fendenti a casaccio. È così che si ottengono i migliori risultati: leggi per esempio che Social Media Strategy da record ha saputo mettere a punto da BuzzFeed o 3 altri importanti esempi di social media strategy. A ben guardare, in questo contesto la scelta è un’ottimizzazione: non stupisce che questo concetto sia tanto caro a noi che bazzichiamo tra gli oscuri vicoli del Web Marketing!

Facebook

Numeri

Utenti attivi ad oggi: 2,5 miliardi
Percentuale sugli italiani: 81%

Caratteristiche

Qualcuno lo ha definito il tuttofare dei social. In effetti Facebook ti offre la possibilità di costruire una vera e propria community attorno al tuo business, creando la pagina aziendale FacebooK di successo. Puoi utilizzarlo per raccogliere feedback, per divulgare utili ed interessanti informazioni e anche per gestire eventuali lamentele. Oltre a tutto questo, include una piattaforma per l’advertisement, che puoi usare per promuovere a pagamento contenuti – come ad esempio un blog post – oppure prodotti e seervizi.

Il difetto che possiamo segnalare a proposito di questo canale è la scarsità di copertura organica, ossia quante persone puoi raggiungere su Facebook non a pagamento e postando semplicemente sulla tua pagina. Ciò significa che anche se hai messo assieme un pubblico piuttosto ampio, la percentuale di coloro che vedranno i tuoi post senza che tu li spinga con una campagna di advertising sarà in proporzione piuttosto esigua.

Utilità specifiche

  • Incrementare le tue vendite – con l’advertising
  • Costruire e rafforzare la brand awareness
  • Portare il tuo customer care ad un livello superiore
  • Contribuire in modo decisivo alla fidelizzazione dei clienti

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

Twitter

Numeri

Utenti attivi ad oggi: 330 milioni
Percentuale sugli italiani: 23%

Caratteristiche

Twitter permette agli utenti di mandare e ricevere messaggi di 140 caratteri su qualunque argomento. Questa restrizione nella lunghezza del tweet (cioè il post su Twitter) è allo stesso tempo la forza e la debolezza di questo social. Infatti da un lato permette di comunicare in maniera rapida e diretta; dall’altra, però, è facile che il tuo tweet si perda nel rumore di fondo prodotto dal grande flusso di brevi frasi.

Twitter non è uno strumento di semplice utilizzo se il tuo scopo è quello di spingere direttamente la tua attività; molte aziende, infatti, lo utilizzano più che altro per affermare il proprio brand – nel qual caso è molto funzionale. Tuttavia anche questo social si presta a molti utilizzi: ne abbiamo parlato in un precedente articolo su Twitter per aziende. Alcune lo usano anche come piattaforma per i reclami, anche se i 140 caratteri a disposizione impongono che il dialogo prosegua poi con altri mezzi come e-mail. Anche Twitter ha una piattaforma per la promozione a pagamento di contenuti o prodotti.

Utilità specifiche

  • Incentivare le vendite tramite il paid advertising
  • Spingere con decisione la brand awareness
  • Primo punto di contatto per il customer service
  • Coadiuvare la fidelizzazione dei clienti

Instagram

Numeri

Foto caricate oggi: 1 miliardo
Percentuale sugli italiani: 33%

Caratteristiche

La sua linfa vitale è costituita da foto, immagini e piccoli video. Se la tua attività non comporta la vendita di un prodotto fisico o l’utilizzo di un media visivo, allora potresti trovare difficile ottenere il massimo da questa piattaforma. Offre spazio anche per dei brevi testi, ma non devi aspettarti di inserire lunghe descrizioni che poi gli utenti leggeranno. Il succo di questo social network è mostrare, non dire.

Usalo per far vedere, letteralmente, il meglio che sai fare; il lato positivo è che questo è declinabile in una moltitudine di casi. Per i fotografiça va sans dire, può essere un ottimo portfolio. Se sei un artigiano, potrai fotografare le tue opere o anche alcune fasi della loro realizzazione: gli utenti amano poter sbirciare dietro le quinte. E, a proposito di quinte, Instagram può esserti estremamente utile se lavori nel mondo dello spettacolo: un’istantanea di momenti evocativi o del pubblico soddisfatto sono un’ottima pubblicità.

Utilità specifiche

  • Aiutare la brand awareness grazie alla funzione “showcase”
  • Spingere la popolarità del prodotto grazie alla funzione “portfolio”
  • Attirare i clienti (assicurati di rendere disponibili i tuoi contatti)

LinkedIn

Numeri

Utenti attivi: 260 milioni
Percentuale sugli italiani: 18%

Caratteristiche

LinkedIn è sinonimo di business networking. Si distingue molto dai social network italiani che abbiamo fino ad ora nominato, ed uno dei motivi – probabilmente il primo – è che si concentra quasi esclusivamente su rapporti B2B (Business to Business) piuttosto che sul B2C (Business to Consumer). Le più grandi aziende alla ricerca di candidati trovano molto efficace aprire un profilo qui. Se sei un libero professionista, ad esempio un consulente, questo network ti offre il grande beneficio di poter costruire e mantenere una rete di contatti con i tuoi clienti passati, presenti e potenziali.

Ti consigliamo però di fare molta attenzione a non abusare di questa risorsa aggiungendo alla tua rete chiunque pensi possa essere interessato ai tuoi servizi: sarebbe spamming e la tua reputazione non ne gioverebbe. Aggiungi solo persone che già conosci e fai buon uso della funzione “Chiedi una segnalazione” (in pratica una raccomandazione da parte di un tuo conoscente). 

Utilità specifiche

  • Allargare il tuo bacino di contatti
  • Incrementare la fidelizzazione dei clienti
  • Promuovere il tuo profilo personale pubblicando su Pulse
  • Aumentare la brand awareness condividendo competenze ed esperienze professionali

TikTok

Numeri

Utenti attivi ad oggi: 40 milioni
Percentuale sugli italiani: 5%

Caratteristiche

È il social network del momento: nell’ultimo anno, TikTok ha subìto un’impennata di adesioni che ha stupito tutto il mondo. Un po’ YouTube per l’attenzione ai video – anche se brevi -, un po’ Instagram per l’immediatezza dei contenuti e un po’ Facebook per essersi imposta come una piattaforma semplicem da usare: TikTok è il mix perfetto per chi vuole rendere più “familiare” e “quotidiano” il proprio brand. Metti in moto fantasia e creatività e divertiti a realizzare sketch in cui presenti un nuovo volto della tua attività, quello più umano, quel “dietro le quinte” che i tuoi clienti non si aspettano! 

Utilità specifiche

  • Avvicinare il brand a nuovi potenziali clienti
  • Attirare un pubblico di adolescenti e giovani adulti
  • Sfruttare la popolarità del canale per incontrare nuove opportunità di vendita
  • Condividere gli sketch anche su altri profili social (Facebook e Instagram) per realizzare una strategia di social media marketing a tutto tondo

In conclusione...

Certo questa non ha la pretesa di essere una trattazione esaustiva. Tuttavia crediamo che mettere in luce almeno qualche dettaglio tra quelli che caratterizzano e differenziano i social network più diffusi in Italia possa essere d’aiuto a tutti coloro che, come te, hanno di fronte la possibilità di farne un efficace strumento di marketing su misura per il proprio business.  E poi, diciamolo: se avessimo già esaurito l’intero argomento non avremmo motivo di dirti di contattarci per qualunque ulteriore informazione o chiarimento, cosa alla quale noi teniamo moltissimo. Grazie allora per averci seguito fin qui e ti aspettiamo nei commenti!

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Sui social non sei nessuno? È ora di cambiare. Con NetStrategy.

Grandi marchi hanno certificato le nostre competenze