Digital transformation: le opportunità di crescita per la tua azienda

Pensi che la tua azienda stia sfruttando al meglio le opportunità del digitale?

L’attuale situazione di emergenza ti ha costretto a cercare nuove modalità per vendere e organizzare il lavoro?

Come e perché dovresti attuare la digital trasformation della tua impresa?

Per avere successo in un mercato sempre più competitivo, le aziende devono cogliere la sfida della digital transformation, affrontandola con strumenti e strategie capaci di sbaragliare la concorrenza e offrire ai clienti un’immagine pioneristica dell’azienda, insieme a innumerevoli vantaggi.

Quello contemporaneo è un periodo cruciale per le aziende, in cui l’impatto della digital transformation è aumentato considerevolmente: basti pensare all’evoluzione dei comportamenti di consumo e al ricorso massivo da parte dei consumatori agli eCommerce, allo streaming di eventi, meeting, trasmissioni, lezioni di fitness e persino alla spesa online. La digital transformation è diventata vitale per affrontare questo momento di crisi, con un rapido adattamento della catena di fornitura alle mutevoli pressioni del mercato e alle esigenze dei clienti su prodotti e servizi.

In questo articolo, NetStrategy ti descrive le opportunità che la digital transformation può offrirti e ti spiega quale potrebbe essere la migliore strategia per attuare questo cambiamento nella tua azienda, così da superare la concorrenza.

Contenuti in breve:

Cos’è la digital transformation?

Negli ultimi anni, sono sempre più numerose le aziende che hanno cominciato ad attuare una trasformazione digitale, diventando protagoniste di originali innovazioni e facilitazioni riguardanti sia l’adozione di tecnologie emergenti sia la cultura aziendale e la sua struttura organizzativa. Le aziende che sono state in grado di affrontare la pandemia sono state proprio quelle che non hanno avuto paura del cambiamento ma, al contrario, l’hanno saputo accogliere, attuando una trasformazione digitale del lavoro e dei processi. Le altre, invece, sono rimaste indietro, ritrovandosi disorientate e costrette spesso a fare ricorso a uno smart working improvvisato che non ha fatto altro che complicare ulteriormente la gestione dell’impresa.

Per riuscire a reagire ai cambiamenti in atto, la digital transformation è essenziale per le aziende. Ma di cosa si tratta, nello specifico?

La digital transformation è la trasformazione delle attività, dei processi organizzativi e dei modelli di business volta a sfruttare al massimo i benefici delle tecnologie digitali per implementare l’intero apparato aziendale, sia nel breve termine sia nell’ottica di rendersi capaci di accogliere le future innovazioni. Apportando dei cambiamenti radicali a livello tecnologico, si modifica anche la concezione che il lavoratore ha della sua mansione e della gestione dei processi produttivi aziendali, coinvolgendo anche la sfera umana, rendendo più agile il lavoro dei collaboratori e più veloci le risposte ai clienti.

Velocizzare i ritmi aziendali, rendendoli più fluidi e intuitivi grazie ai sistemi di automazione, significa risparmiare tempo da investire in produttività utile per l’azienda. La grande sfida che porta con sé la digital transformation è quella di creare un business in cui il digitale sia la prima risorsa: ecco perché le aziende che avevano già mosso i primi passi in questa direzione hanno trovato un’opportunità per evolversi ulteriormente anche nella crisi, mentre altre arrancavano nel tentativo di adeguarsi.

Per dare vita a questa trasformazione è necessario abbracciare l’idea di porre la propria azienda in una condizione di agilità permanente, abbandonando l’inflessibilità che spesso caratterizza le aziende. È necessario, quindi, attuare cambiamenti che riguardano tutti gli ambiti aziendali, modificare i vecchi modelli di business e crearne di nuovi e capire cosa serve all’azienda per diffondere una mentalità aperta e orientata alla digitalizzazione sia tra i dipendenti aziendali sia tra le fasce dirigenziali.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

Pianificare il cambiamento con una strategia di digital transformation

Ecco che si rende dunque fondamentale creare una strategia che abbia l’obiettivo di sfruttare al meglio le tecnologie disponibili, coinvolgendo tutti gli aspetti aziendali lungo un percorso graduale. Per raggiungere questa trasformazione è necessario avere ben chiare le tappe da percorrere ed essere consapevoli che gli obiettivi continueranno a mutare a seconda delle innovazioni e delle tecnologie che si aggiungeranno alla digital transformation.

Altro aspetto imprescindibile è quello di restare costantemente reattivi nel cogliere le opportunità mutevoli del digitale, ossia agire al fine di:

  • Abbandonare gli archivi cartacei: sfruttando strumenti di archiviazione digitale sarà possibile accedere ai documenti rapidamente e in qualsiasi momento. Inoltre, tali documenti saranno consultabili anche da remoto, rendendo così agevole lo smart working e il lavoro in trasferta. Grazie alla possibilità di visualizzare e editare i file anche fuori dall’ufficio, sarà possibile gestire il lavoro in modo flessibile ed efficiente, non solo per il singolo lavoratore, ma anche per tutto l’ufficio, che avrà sempre accesso a file nuovi, modificati e di archivio.      
  • Sfruttare piattaforme per la comunicazione istantanea: attraverso tool come Skype, Hangouts, Google Meet e molti altri, è possibile organizzare riunioni con e tra dipendenti fuori sede, per poter mantenere una comunicazione fluida e aggiornata sulle novità commerciali o sulle attività dell’ufficio. Sfruttando queste piattaforme è possibile rendere immediata la comunicazione tra uffici, collaboratori e persino clienti, risparmiando tempo in chiamate e lunghe e-mail.
  • Passare efficacemente alla fatturazione elettronica: con questo strumento potrai risparmiare molto tempo inviando le fatture direttamente via e-mail. Sfruttando piattaforme specifiche è anche possibile programmare l’invio di una fattura e creare dei promemoria per le scadenze.
  • Creare una cultura del cambiamento: con la trasformazione digitale l’azienda non deve soltanto aggiornare le tecnologie che sfrutta quotidianamente per lavorare, ma deve anche creare una vera e propria cultura del cambiamento. Ciò implicherà l’abbandono di strategie immutate nel tempo e prive di attenzione verso la user experience. L’esperienza dell’utente è al centro di questo processo di trasformazione: si utilizzano strumenti e modelli di business che abbiano come obiettivo la soddisfazione del cliente, per far sì che non si rivolga alla concorrenza per soddisfare i propri bisogni.

La domanda, a questo punto, può sorgere spontanea: quali sono i benefici concreti che le aziende ottengono dalla digitalizzazione? Si tratta di vantaggi numerosi ed eterogenei, orientati a ottenere un maggior grado di concorrenzialità sul mercato, tramite l’aumento delle proprie abilità strategiche e il miglioramento della comunicazione con i clienti. Grazie alla digitalizzazione si offrono ai clienti delle tecnologie che apprezzano e con cui hanno già dimestichezza, migliorando la loro esperienza d’acquisto e creando un rapporto di fiducia con il brand. Ma c’è dell’altro: digitalizzare il lavoro equivale anche a ottenere una maggiore flessibilità dei processi e a poter raccogliere e poi analizzare dati essenziali per creare delle strategie vincenti.

È così che, grazie all’aggiornamento delle competenze aziendali e di quelle dei singoli lavoratori, si arriva a essere più reattivi nei confronti dei cambiamenti tecnologici e di mercato, mettendosi nelle condizioni di anticipare e sfruttare le novità per offrire migliori servizi ed esperienze d’acquisto.

Ma come sfruttare al meglio le opportunità che la digitalizzazione offre? Scopriamolo subito.

Dotarsi di un CRM per digitalizzare i processi aziendali

Analizzare i dati significa poter modificare le strategie di comunicazione verso i clienti e fornire loro una miglior percezione della propria azienda, indirizzandoli verso i servizi e i prodotti che possono soddisfare i loro bisogni.

Concetto fondamentale per poter attuare queste strategie è quello relativo al CRM, ovvero Customer Relationship Management, che si pone l’obiettivo di gestire efficacemente la relazione con contatti (lead) e clienti. Tramite appositi software CRM, è possibile raccogliere e segmentare i dati relativi ai propri clienti, così da riuscire a personalizzare l’offerta. Avere a disposizione tutte le informazioni riguardanti la propria clientela significa avere l’opportunità di chiudere una vendita e instaurare un rapporto di fiducia con un cliente che, soddisfatto, tornerà ad acquistare dove ha sentito che le sue esigenze sono state comprese e soddisfatte in modo veloce ed efficace.

Qualsiasi azienda vorrebbe poter attuare solo le migliori strategie per acquisire nuovi clienti e garantire la crescita del proprio business. Grazie ai dati raccolti dal CRM è possibile gestire le trattative commerciali avendo ben chiaro il percorso di un utente verso la propria azienda: quale canale di contatto ha utilizzato, quali bisogni ha espresso e quali strumenti di contatto possono essere sfruttati per proporgli un preventivo, offrirgli uno sconto allettante o inviargli una newsletter che lo invogli all’acquisto presentando uno o più prodotti che possano fare al caso suo.

Il CRM riesce a filtrare e inserire automaticamente i dati dei potenziali clienti che arrivano dai canali online e renderli disponibili per l’analisi e la segmentazione. Invece, quando un contatto arriva tramite canali tradizionali offline, i suoi dati possono essere inseriti manualmente da chiunque abbia accesso al database. A partire dai dati raccolti è possibile raggruppare i lead in segmenti determinati dall’età, interessi e caratteristiche simili per inviare newsletter pertinenti e che interessino il potenziale cliente, spingendolo infine ad acquistare il prodotto o servizio offerto dall’azienda.

Poter creare comunicazioni personalizzate non risulta efficace soltanto per acquisire nuovi clienti, ma anche per “coccolare” i clienti già acquisiti e mantenere vivo il loro interesse verso l’azienda. Con i dati registrati all’interno del software CRM è possibile verificare se e quanti ticket sono stati aperti per ricevere assistenza dopo l’acquisto o se è stato mostrato interesse verso qualche altro prodotto o servizio presente nel catalogo. Grazie alla storia dell’utente che si delinea attraverso la raccolta di dati e informazioni si può anche verificare l’efficacia e la tempestività del proprio servizio clienti o determinare se un prodotto in particolare riscontra problemi o se un servizio non soddisfa appieno le esigenze del compratore.

NetStrategy ha scelto di affidarsi alla piattaforma HubSpot, il cui CRM è completamente gratuito e dotato di tutte le funzionalità base per un’efficace gestione delle relazioni con i propri clienti. Grazie alla sua semplicità d’utilizzo e alla sua intuitività, è adatto anche a chi sta compiendo i primi passi nella digital transformation della sua azienda, ma prevede comunque la possibilità di adattare le sue funzionalità a diverse esigenze aziendali, dimostrandosi uno strumento vincente anche per aziende strutturante e digitalizzate. 

Concentrarsi sulla customer experience

La Customer Experience riguarda tutti gli aspetti aziendali perché ciascuna delle interazioni che avverranno tra azienda e cliente determinerà l’impressione complessiva che l’utente si creerà del brand stesso. Pertanto, è fondamentale avere tutti i dati necessari per offrire la migliore esperienza agli utenti: per farlo è necessario ricorrere al CRM.

Grazie ai dati e alla cronologia di contatti e di visite che l’utente ha effettuato tramite canali online e offline è possibile personalizzare le comunicazioni e offrire un’esperienza in cui il singolo utente è messo al centro come individuo e non come numero. I consumatori accettano di fornire i loro dati se questo gli consente di vivere una migliore esperienza d’acquisto: un esempio sono i prodotti consigliati o correlati rispetto a quelli già acquistati o la ricezione di comunicazioni mirate sulle preferenze individuali dell’utente, ancora più efficaci quando raggiungono un livello di personalizzazione tale da chiamare l’acquirente per nome pur con processi di mailing automatizzati. L’obiettivo della trasformazione digitale è offrire una perfetta esperienza multicanale: inviare il messaggio giusto al momento giusto.

consumatori non sono più legati a un singolo canale di vendita e di comunicazione, ma sono molto più attenti: confrontano lo stesso prodotto tra più aziende e tra più canali d’acquisto. Oggi l’utente si informa online per poi andare in esplorazione nei negozi e verificare la qualità del prodotto, oppure acquista online e lascia recensioni utili per altri utenti, andando non solo a fornire la propria opinione sulle caratteristiche fisiche del prodotto, ma anche sulle sensazioni e sui benefici che ha vissuto con il prodotto e con l’azienda, con la quale cerca un primo dialogo tramite form di contatto, live chat o social network.

Con la digital transformation è possibile adeguare i propri ritmi aziendali a quelli del mercato e offrire un’esperienza che sia veramente competitiva: con le nuove tecnologie i clienti ottengono ciò che vogliono, quando e come che lo vogliono. Avere un servizio clienti che risponde entro breve tempo e offre immediatezza sette giorni su sette si rivela un’arma ottimale per vincere su tutti, anche su chi offre lo stesso prodotto o servizio a un prezzo più basso.

Una customer experience efficace è possibile solo con un’organizzazione interna altrettanto efficace.  Grazie alle funzionalità dei software CRM si possono effettuare importanti cambiamenti operativi e organizzativi per la digitalizzazione dei processi aziendali e dello scambio di informazioni, per la determinazione delle priorità e di una lista di attività che ogni reparto deve svolgere per raggiungere l’obiettivo della vendita. Per fare ciò un CRM mette a disposizione i workflow, funzionalità che permette di creare dei modelli e di automatizzare i processi lavorativi dell’azienda. Tramite la costruzione di un workflow è possibile:

  • Tenere traccia dei comportamenti dei clienti e ad attuare specifiche azioni di fidelizzazione; 
  • Definire le attività e assegnarle alle persone di competenza;
  • Eliminare attività o processi ridondanti;
  • Monitorare i passaggi ed evidenziare le criticità nei modelli di business;
  • Gestire i compiti dei reparti e assegnare delle priorità;
  • Coordinare il lavoro attorno a una singola attività anche tra più persone e reparti.

Grazie a questi vantaggi la produttività del Sales Team viene migliorata e si offrono risposte e servizi adeguati, in tempi brevi e che soddisfino le esigenze dei lead o dei clienti.

Creare nuovi modelli di business

Molte aziende che hanno già modificato i modelli di business in ottica di una completa digital transformation, hanno scoperto i benefici di poter contare su un eCommerce. Tramite questo tipo di portali digitali è possibile vendere online i propri prodotti, senza dipendere dai negozi fisici e così aumentando le vendite. Un sito web eCommerce performante permette inoltre di trasmettere i valori differenzianti della propria azienda, far scoprire i prodotti e i servizi offerti, oppure offrire consulenze e ordinazioni online o la consegna a domicilio.

Nella digital transformation è insito il concetto di innovazione digitale, che trova applicazione nello sviluppo di nuovi modelli di business studiati attorno a nuove possibilità, nuovi approcci, nuovi canali di distribuzione e di pagamento o nuovi servizi. Questo significa ripensare tutti i processi aziendali.

L’obiettivo del nuovo modello di business non sarà soltanto la vendita, ma anche il miglioramento della competitività e la crescita dell’azienda. Per raggiungere questo obiettivo, è necessario innovare le attività, le risorse e i prodotti destinati al target di clienti di riferimento. A muovere questa innovazione, in ogni caso, vi deve essere sempre al centro la customer experience, i dati e azioni anticipate che abbiano come fine ultimo l’offerta di un servizio o di un prodotto che comprenda e soddisfi realmente le necessità dei clienti.

Il rischio per molte PMI è quello di investire risorse in modelli di business mal costruiti o addirittura sbagliati, anche a causa del fatto che non si possiedano gli strumenti necessari per affrontare correttamente la digital transformation. Attuare strategie di innovazione digitale non significa soltanto creare un nuovo sito o un eCommerce, ma piuttosto adottare tecnologie e competenze per dare vita a un ambiente capace di ottimizzare il nuovo business digitale. Per questo è necessario affidarsi a professionisti in grado di analizzare le opportunità digitali per la tua azienda e di saper sviluppare i corretti strumenti per dare vita al tuo nuovo modello di business digitale.

NetStrategy ha sviluppato un profondo know how sulle migliori strategie digitali per le aziende e sui più adeguati progetti IT che possono condurre la tua azienda verso la digital transformation. Molte aziende si sono già rivolte a NetStrategy per innovare il proprio modello di business e digitalizzare i processi aziendalidiventando protagonisti di Case Study che dimostrano quanto la digital transformation sia stata una scelta determinante per la crescita dell’azienda.

Conclusione

La digital transformation sta modificando il panorama economico contemporaneo, all’interno del quale le aziende che non si innovano e non sfruttano le opportunità che le nuove tecnologie offrono non possono riuscire non solo a crescere ma nemmeno a sopravvivere, nel lungo periodo. Per questo è fondamentale che la tua azienda digitalizzi i suoi processi, così da renderli più fluidi, intuitivi, sicuri, ma soprattutto per essere capace di affrontare i momenti di crisi e di cambiamento dei mercati.

Dotarsi di un software CRM consente di automatizzare i processi lavorativi e di avere a disposizione importanti strumenti per analizzare i dati e creare una customer experience ottimale. Per creare un business capace di offrire agli utenti ciò che realmente desiderano, nelle modalità e nelle tempistiche migliori per sbaragliare la concorrenza, occorre riorganizzare i processi aziendali in un’ottica innovativa e performante.

NetStrategy sa bene quanto sia importante stare al passo con le tecnologie e le innovazioni di mercato, così come lo sanno anche le istituzioni, che hanno emanato il Bando sulla Digital Transformation per sostenere le PMI italiane. Anche per questo, NetStrategy fornisce un servizio di consulenza e di formazione per studiare il miglior modello di business innovativo per la tua azienda e per insegnare a te a i membri del tuo staff come sfruttare al meglio gli strumenti digitali a disposizione. Vuoi dare vita alla trasformazione digitale della tua azienda? 

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Raggiungi la prima posizione con NetStrategy