Marketing digitale: trova nuovi potenziali clienti grazie al Web

Alcuni dati ripresi da Statista.com ci rivelano come il mondo sia sempre più connesso: a ottobre 2020, erano quasi 5 miliardi gli utenti attivi sulla Rete.

Ciò significa che due terzi della popolazione mondiale si connette a internet regolarmente per i più svariati motivi: soddisfare curiosità, condividere post sui social network, chattare con gli amici. Ma, soprattutto, cercare informazioni per acquisti futuri.

È per questo che nasce il marketing digitale. Una strategia di questo tipo ha il potere di superare i tradizionali confini geografici per mettere in contatto aziende e clienti di tutto il mondoDi cosa si tratta, nel dettaglio, e attorno a quali canali si sviluppa una strategia di questo tipo? In questo articolo camminiamo insieme alla scoperta del marketing digitale.

Contenuti in breve:

Il marketing digitale: nuovi clienti…direttamente dal web

Il marketing digitale è quel ramo del marketing che promuove prodotti o servizi per mezzo di strategie che vanno ad agire sul Web. L’obiettivo è quello di incrementare la visibilità online di un’azienda, permettendole così di raggiungere nuovi potenziali clienti qualificati, ossia in linea con il prodotto e servizio offerto”.

Come nasce il marketing digitale?

Ciò che sta alla base del marketing digitale è la consapevolezza che negli ultimi decenni le abitudini di acquisto del consumatore hanno subìto una vera e propria rivoluzione. Prima dell’avvento di internet in pianta stabile, infatti, a sollecitarlo nella scelta di un determinato prodotto o servizio era generalmente la pubblicità in televisione o alla radio. Erano i canali più utilizzati e, quindi, permettevano alle aziende di raggiungere un ampio pubblico.

Oggi non è più così.

L’arrivo dei social network, degli assistenti vocali, dei servizi in streaming ha reso il consumatore più consapevole della propria importanza nel mercato. Non è più colui che si lascia guidare dalle parole di uno spot, ma è colui che ricerca attivamente le caratteristiche e le qualità di prodotti e servizi; colui che richiede ai motori di ricerca le recensioni pubblicate in merito a un’azienda; colui che, attraverso i social network, riesce a capire se può procedere o meno con un acquisto.

È proprio per assecondare questo rivoluzionario percorso che conduce l’utente al contatto con l’azienda che nasce il marketing digitale.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

Per ogni strategia, la sua peculiarità

Le strategie di web marketing – o marketing digitale, appunto – si differenziano notevolmente dalle strategie di marketing offline. Perché?

  • Il mezzo.
    Il marketing tradizionale opera attraverso tutto ciò che è offline e quindi non richiede una connessione alla Rete: volantini, biglietti da visita, spot televisivi e radiofonici, cartelloni stradali sono solo alcuni strumenti che caratterizzano la comunicazione tradizionale. Con il marketing online, invece, la nostra azienda interagisce con il pubblico che utilizza i canali del Web: sito, social network, posta elettronica e via dicendo.
  • Il target di riferimento.
    Ogni azienda deve conoscere perfettamente il proprio pubblico per applicare una strategia di marketing che porti risultati in termini di visibilità e nuovo fatturato. Tuttavia, il marketing offline si orienta su un pubblico ampio ed eterogeneo: per citare un esempio, uno spot televisivo che va in onda in prima serata su Canale 5 può essere visto indistintamente da adulti, adolescenti e anziani. Nel marketing online, invece, si studia prima di tutto il buyer persona, un prototipo di cliente ideale su cui si devono concentrare tutti gli sforzi di marketing. L’obiettivo è infatti quello di farsi trovare dal consumatore nel momento in cui manifesta un problema o un bisogno sui motori di ricerca o sugli altri canali online: di fatto, noi dobbiamo essere presenti per indicargli la soluzione migliore…il nostro prodotto o servizio.
  • Il monitoraggio delle performance.
    Applicare una strategia di marketing significa dare il via a un investimento economico che, come tale, deve portare a una crescita aziendale per essere considerato fruttuoso. È questo il motivo per cui è fondamentale avere la possibilità di tracciare le performance delle campagne effettuate: ciò ci permette di capire quali aspetti della strategia stanno producendo frutto, quali sono le lacune e, soprattutto, se stiamo acquisendo nuove opportunità di vendita. Con il marketing offline è difficile definire esattamente quanti potenziali clienti abbiamo raggiunto per mezzo della nostra strategia: non esistono tool in grado di indentificare quanti consumatori che telefonano in azienda provengono dallo spot televisivo andato in onda su Canale 5. Al contrario, online è tutto tracciabile: quante visite ottiene il nostro sito? Da quali canali provengono? Quanti visitatori diventano lead, ossia potenziali clienti? Quanti potenziali clienti acquistano? Qual è il prodotto più desiderato? Tutte queste informazioni sono facilmente reperibili per mezzo di programmi tecnici, come Google Analytics.

Più visite da tutto il mondo = più opportunità di vendita

Una strategia di marketing online permette alle aziende di entrare in comunicazione con potenziali clienti di tutto il mondo. Chiunque, infatti, ricerchi sul Web una parola chiave legata al nostro core business, ha la possibilità di trovare la nostra impresa. Ciò significa andare oltre i tradizionali confini geografici e potersi assicurare la presenza in un mercato decisamente più ampio, moltiplicando di fatto le opportunità di vendita.

Ma come si arriva a questo importante risultato?

Il cuore del marketing digitale è generalmente il sito web, ossia il biglietto da visita dell’azienda online, quel luogo dove è possibile esprimere i nostri valori e raccontare le caratteristiche differenzianti dei prodotti e servizi offerti. È attorno al sito che si instaura poi una strategia ominchannel, comprendente molteplici canali sul Web e orientata a portare visite qualificate al sito. A partire da queste visite, sarà successivamente possibile acquisire nuove e importanti opportunità di vendita.

Possiamo delineare i seguenti canali come quelli che identificano al meglio il marketing digitale:

  • Sito web;
  • Motori di ricerca;
  • Social network;
  • Posta elettronica.

Andiamo quindi ad approfondirli.

Il sito web: il biglietto da visita della tua azienda

Sia che si tratti di un sito statico, sia che si tratti di un negozio online, il sito rappresenta la nostra azienda sul Web: per questo, dev’essere graficamente allineato ai valori che perseguiamo quotidianamente e, soprattutto, rivelarsi efficace per attirare nuovi utenti e farli rimanere al suo interno.

A parità di prezzi e qualità dei prodotti, in che modo il nostro business può differenziarsi dalla concorrenza? L’attenzione alla User Experience svolge un ruolo primario in questo contesto: l’obiettivo è quello di rendere il sito un luogo confortevole e accogliente per il consumatore, nonché un percorso per condurlo dolcemente all’acquisto. Rendiamo la navigazione semplice, intuitiva e piacevole: l’utente sarà invogliato a rimanere al suo interno; imparerà a conoscere la nostra azienda per mezzo di testi originali e accattivanti e, alla fine, deciderà di comprare il prodotto o servizio che risponde alle sue esigenze.

Disporre di un sito esaustivo nei contenuti e coerente nelle grafiche è il punto di partenza per offrire un servizio di qualità all’utente: è proprio come se entrasse nel nostro negozio fisico; per questo, deve sentirsi consigliato, coccolato e trattato con la massima cura.

I social network: il miglior modo per interagire con il proprio pubblico

Oggigiorno, essere assenti sui social network significa perdere non solo visibilità di fronte a nuovi potenziali clienti, ma anche credibilità. Proviamo a immaginare un utente che sta cercando informazioni su un’azienda da cui vuole acquistare un prodotto. Una delle prime attività che compie è proprio quella di visualizzare il profilo su Facebook o su altri social network.

E se la nostra azienda non fosse presente?

E se fosse presente, ma avesse solamente 10 follower?

E se fosse presente, avesse centinaia di follower, ma pubblicasse i post in maniera casuale?

I social network funzionano quando sono utilizzati in modo strategico: ogni contenuto proposto deve suscitare un’emozione nell’utente, che sarà più portato a seguirci e a instaurare un legame con la nostra azienda. Nel corso del tempo, ciò permetterà di aumentare la credibilità del brand e la fiducia del pubblico che ci segue, creando di fatto una community consolidata.

Desideri approfondire l’argomento? Non perderti le nostre guide al social media marketing:

I motori di ricerca: la nostra azienda come risposta al bisogno dell’utente

Oggigiorno, quando desideriamo soddisfare una nostra curiosità, ricercare un prodotto o avere informazioni su un’azienda, interpelliamo sempre i motori di ricerca. È per questo che sono nate attività strategiche atte a raggiungere la #1 posizione su Google per le parole chiave legate al nostro core business: così facendo, non solo diveniamo la risposta al bisogno dell’utente, ma anche “rubiamo” visibilità alla concorrenza.

Ma come si attuano le strategie per acquisire visibilità sui motori di ricerca?

In questo caso, parliamo di SEO e SEM.

Con il termine Search Engine Optimization (SEO) intendiamo tutte quelle azioni che vengono svolte all’interno (on-site) o all’esterno (off-site) di un sito per migliorare l’autorevolezza delle pagine agli occhi del motore di ricerca.

Qualche esempio di azioni legate alla SEO? L’ottimizzazione dei contenuti, che devono corrispondere a una keyword ricercata dagli utenti. Oppure, la link building, che agisce internamente al sito per costruire una struttura lineare e intuitiva tra i contenuti, ed esternamente al sito per acquisire link di qualità da siti terzi. Questi, poi, andranno a migliorare la reputazione del nostro sito.

Ecco alcuni risultati che si possono ottenere con la SEO.

NetStrategy è in #1 posizione su più di 63 milioni di risultati per la parola chiave “esempi di marketing”.

NetStrategy è in #1 posizione su quasi 150.000 risultati per la parola chiave “indicizzazione SEO”.

E per quanto riguarda la strategia di SEM?

All’interno del termine Search Engine Marketing (SEM) vengono raccolte tutte quelle attività a pagamento che hanno l’obiettivo di far acquisire visibilità immediata al sito sui motori di ricerca.

In questo caso, vengono realizzate campagne di annunci sponsorizzati che appaiono all’utente che ricerca una determinata parola chiave correlata al core business. Per esempio:

I risultati a pagamento vengono contrassegnati con la dicitura “annuncio”.

Così facendo, non è necessario attendere mesi e mesi di posizionamento SEO per ottenere visite al sito: le sue pagine acquisiscono posizionamento nell’immediato. Tuttavia, questa forma di pubblicità si esaurisce nel momento in cui finisce l’investimento stabilito per ogni gruppo di annunci.

Se vuoi approfondire le tematiche di SEO e SEM, puoi trovare qui informazioni approfondite:

Email marketing: restare in contatto. Sempre.

L’email marketing rappresenta una delle strategie più adottate nell’ambito del marketing digitale. Chi, oggi, non possiede almeno un account di posta elettronica? Questo strumento ci permette di mantenere acceso il rapporto con il potenziale cliente anche a distanza di tempo. Infatti, non tutti i lead sono pronti per acquistare nell’immediato; in questi casi, è necessario inviare loro comunicazioni mirate, che avranno come obiettivo quello di costruire una relazione duratura basata sulla fiducia reciproca.

Grazie alla possibilità di personalizzare la comunicazione, potremo andare a raccogliere esattamente il bisogno manifestato dall’utente. Per esempio, se un potenziale cliente aggiunge i prodotti al carrello ma non conclude la vendita, dopo qualche giorno riceverà un’email che lo stimolerà a terminare l’acquisto. Oppure, è possibile garantire uno sconto a coloro che si registrano al sito. Tutte queste azioni derivano da una preliminare segmentazione dei contatti in base alle loro preferenze, ai comportamenti effettuati, all’interesse che hanno mostrato verso un determinato prodotto. Successivamente, le email vengono impostate e inviate in modo automatico: stiamo parlando dei workflow, che permettono di risparmiare tempo e ottimizzare le performance delle newsletter, ossia delle comunicazioni inviate.

Ne parliamo in modo approfondito all’interno di questi articoli:

In conclusione

Attraverso il marketing digitale siamo in grado di offrire maggior visibilità ai nostri prodotti o servizi, andando ad acquisire nuove quote di mercato senza limiti geografici. Gli strumenti a nostra disposizione sono molteplici: la comunicazione online passa attraverso il sito, i social network, le newsletter, mentre SEO e SEM ci aiutano a migliorare il nostro posizionamento sui motori di ricerca. Curare al massimo ogni contenuto ci permette di differenziarci dai competitor, andando a cogliere nuovi potenziali clienti che accresceranno il nostro fatturato anno su anno.

Sei pronto per sviluppare una strategia di marketing digitale di successo? Siamo qui per questo! Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo progetto.

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Inizia a fare marketing sul serio. Parla con NetStrategy