<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 24 maggio, 2016

Perché parlare di "food trends" in un Digital Marketing Blog? Perché si tratta, nello specifico, delle tendenze in materia di alimentazione che emergono dal comportamento degli utenti su Google: quali sono le parole chiave utilizzate più di frequente nella ricerca e come questi dati possono essere utili alle tue strategie di web marketing? Trovi una risposta nei 3 suggerimenti che diamo in questo articolo.

Google food


Il Food Trends Report 2016, studio condotto da Think with Google, ha recentemente portato alla luce alcune peculiarità nelle correnti abitudini dei consumatori: esaminando il comportamento degli utenti su Google ha analizzato gli interessi e le query più diffuse sul motore di ricerca durante l’ultimo biennio per gli Stati Uniti, evidenziando così le principali tendenze. Tendenze che, senza dubbio, investono o investiranno molto presto anche l'Italia. Ci sembra interessante condividere con te alcune osservazioni su queste statistiche principalmente per due motivi:

  1. Forniscono uno spaccato della community online, informandoci su alcuni dei comportamenti al momento più diffusi degli utenti su Google: sei sei un'agenzia Web Marketing come noi o un'azienda che cerca clienti sul Web è fondamentale avere consapevolezza di tali dinamiche. L’approccio che gli utenti – che potrebbero essere i tuoi potenziali clienti – hanno ai motori di ricerca può risultare utile anche al tuo business.
  1. Le suddette informazioni costituiscono una grande opportunità per i brand, che possono cavalcare le abitudini del momento e indirizzare le proprie campagne marketing di conseguenza. In questo caso, pensiamo in particolare – ma non in esclusiva - a chi conduce il proprio business nell’ambito della ristorazione e della food industry in generale.

Tablet-a-tavolaLe tavole da pranzo dei nostri giorni presentano delle sostanziali differenze rispetto a quelle di un paio di decenni fa. Un primo elemento piuttosto evidente è che molto spesso, a lato del piatto, troviamo uno smartphone. Anche ciò che sta dentro al piatto ha subito profondi cambiamenti. In quello di mamma c’è forse un hamburger vegano, in quello di papà una pietanza macrobiotica e in quello del bimbo una pasta senza glutine.

Questi due cambiamenti sono più correlati di quanto si possa pensare si primo acchito. Problemi dietologici e nuove mode confluiscono nella maggiore domanda di alimenti che rispondano a particolari esigenze, sani e ideali per una dieta equilibrata; e il fatto di avere la tecnologia digitale sempre a portata di mano ha contribuito non poco a rendere i consumatori più consapevoli ed esigenti rispetto a ciò che mangiano.

Questo è evidente nel modo in cui gli utenti si rivolgono alla ricerca su Google per informazioni sull’alimentazione. Addentriamoci dunque nell’analisi di queste ricerche per la categoria food ed evidenziamo 3 particolari che potrai usare a favore delle tue strategie di Web e Inbound Marketing. Per il report completo rimandiamo invece al sito di Think with Google.

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda  nel 2019-2020?Parla con Elisa

SALUTE e BENESSERE: gli alimenti funzionali

Il campo semantico che ruota attorno alla salute è associato alla maggior parte delle ricerche su web per l’alimentazione. Scegliere una dieta salutare significa anzitutto informarsi; la tecnologia digitale è attualmente la fonte più popolare alla quale rivolgersi. La maggior parte delle persone cercano online una risposta ai propri interrogativi su come mangiare correttamente e garantirsi una qualità di vita migliore anche per gli anni a venire. Adottare una strategia di ottimizzazione SEO per mantenere il ranking del proprio sito web per parole chiave attinenti a questo ambito semantico è quindi fondamentale.

Dal 2005 al 2016 sono aumentate di ben 10 volte le ricerche nelle quali gli utenti hanno utilizzato la parola chiave “miglior cibo per” seguita, per esempio, da termini come “la pelle”, “il cervello”, “il reflusso acido”, “energia” o “allenamento in palestra”. Sono le ricerche per i cosiddetti alimenti funzionali, ossia cibi che hanno la capacità di apportare benefici particolari per determinate funzioni, organi o aspetti della vita quotidiana.

L’interesse specifico per queste tipologie di ingredienti cresce in maniera esponenziale. Colpisce il caso della curcuma, a cui vengono attribuite numerose proprietà curative. Gli statunitensi cercano dunque di capire, tramite ricerche su Google, come consumarla: in quali tipologie si presenta, sotto quale forma – polvere, radice, succo - è acquistabile, ricette dove il suo impiego è protagonista. Qualche numero? Aumento delle ricerche per turmeric (la curcuma, appunto) del 300% durante gli ultimi cinque anni, +56% solo da Novembre 2015 a Gennaio 2016; 3,9 milioni di visualizzazioni YouTube per i primi 5 video e tutorial riguardanti utilizzo e virtù della curcuma nell’ultimo anno.

Food Trends: curcuma

 

Quali aspetti possono interessare il tuo Web Marketing?

  • Gli utenti vogliono essere informati sull’impatto che il cibo ha sul loro organismo: specifica con cura i benefici apportati da ogni ingrediente del tuo prodotto.
  • Gli utenti nutrono grande interesse nell’ottimizzare la propria dieta al fine di apparire e sentirsi al meglio: fornisci consigli sull’utilizzo funzionale del tuo prodotto.
  • Gli utenti sono maggiormente consapevoli dei benefici aggiunti apportati da alcuni ingredienti, ma si rivolgono al web per sapere come consumarli: informa i tuoi clienti su metodi o ricette per utilizzare il tuo prodotto.

 

 

ETNICO: viaggiare attraverso i sapori

Food-Trends-PhoAccanto e unitamente a questa tendenza che privilegia gli alimenti sani, gli utenti si mostrano particolarmente interessati ai cibi esotici, diversi da quelli contemplati dal loro background culturale di provenienza. Amano l’idea di viaggiare attraverso i sapori, e le ricerche effettuate su Google mostrano come il volume sia aumentato vertiginosamente per alcune specialità della cucina orientale in primis, seguite da piatti messicani.

In testa alla classifica per i maggiori volumi di ricerca troviamo pho e ramen, entrambi zuppe con spaghetti, carne e verdure, il primo vietnamita e il secondo giapponese. Le ricerche per la parola chiave pho sono cresciute dell’11% ogni anno dal 2013 ad oggi. Le informazioni ricercate dagli utenti indicano il loro interesse per poter preparare queste pietanze a casa, ma anche di quali siano i migliori locali nei quali assaggiarle o ordinarle come take away. Anche in questo caso, i primi 5 video e tutorial di YouTube in tema hanno totalizzato un numero molto alto di visualizzazioni, 8,5 milioni nell’ultimo anno.

Quali aspetti possono interessare il tuo Web Marketing?

  • Gli utenti scelgono la cucina come via principe per sperimentare altre culture: elabora un piano di marketing per il tuo prodotto che possa incontrare questa tendenza fornendo non solo del cibo, ma un’esperienza culturale.
  • Gli utenti mostrano di essere particolarmente affascinati dall’idea di preparare questi piatti a casa: valuta le opportunità per il tuo brand di sviluppare la filosofia “fai da te” rendendo semplice l’esecuzione della ricetta con procedure di precottura o con istruzioni molto dettagliate.
  • Non sempre gli utenti possono o vogliono cucinare in prima persona i piatti che desiderano: sfrutta le opportunità che questo crea per molteplici servizi quali localizzazione di ristoranti, take away, chef a domicilio.

 

QUANDO E COME: "effetto lunedì" e mobile

Lo studio di Think with Google si sofferma anche sui dispositivi utilizzati e sui momenti della settimana preferiti dagli utenti per le proprie ricerche in fatto di alimentazione. Emerge, per esempio, che il 35% di chi ricerca notizie e approfondimenti su cibo e bevande in generale utilizza esclusivamente dispositivi mobili. Google questo l'ha ampiamente recepito, infatti sta lavorando alla creazione di un nuovo algoritmo che predilige proprio le ricerche da mobile: il Google Mobile-First Index.

Si nota inoltre che queste attività di ricerca hanno regolarmente un picco il lunedì e nei primi giorni della settimana, per poi decrescere progressivamente e raggiungere il punto minimo di venerdì. Questo è spiegabile probabilmente con il fatto che è in quei giorni che la maggior parte degli utenti pianifica i pasti, fa la lista della lista della spesa oppure cerca di rimettersi in riga con rinnovata motivazione dopo gli stravizi del weekend.

Quali aspetti possono interessare il tuo Web Marketing?

  • Sono ormai moltissimi gli utenti che fanno ricerche sul web da dispositivi mobili: accertati che il tuo sito, il tuo e-commerce e in generale i tuoi contenuti online siano agevolmente fruibili anche da questi strumenti.
  • Gli utenti curano la salute della propria alimentazione soprattutto nei primi giorni della settimana: tieni presente questo aspetto nella scelta dei temi da associare al piano di pubblicazione settimanale del tuo Content Marketing.
  • Gli utenti sono più propensi a concedersi degli strappi alla normale dieta durante il fine settimana: concentra su questo focus le tue promozioni legate a formule weekend.

 

In conclusione

Abbiamo scorso brevemente alcuni risultati emersi dallo studio di Think with Google sul Food Trends Report 2016. Abbiamo anche indicato quali aspetti, legati a tali dati, possono risultare utili come indicazioni di marketing per ristoratori o operanti nella food industry (per altri suggerimenti puoi consultare uno dei nostro articol sul Web Marketing per Ristoranti).

In chiusura, però, vogliamo sottolineare che questo non deve essere necessariamente preso in termini esclusivi: i comportamenti degli utenti su Google offrono spunti sfruttabili anche in ambiti differenti. La sensibilità mostrata dai consumatori per gli effetti di ogni ingrediente sul proprio organismo, ad esempio, è utile anche nel campo della cosmesi; l’esplorare nuove culture tramite il cibo può essere fonte di ispirazione per organizzatori di eventi o per strutture ricettive. Insomma: con occhi attenti, mente aperta e un pizzico di creatività, in ogni angolo è possibile trovare pane per il nostro web marketing.


Il web marketing è ovunque... e tu  
lo stai utilizzando nella maniera giusta?

Vuoi progettare nuove strategie di marketing per far crescere la tua azienda nel 2019-2020?

 

Condividi questo articolo

Elisa Ventura

Copywriter & Content Creator - Umanista convinta, Elisa si è laureata in Lettere Moderne e si è poi specializzata in Editoria e Giornalismo all’Università di Verona. In lei convivono la passione delle belle lettere insieme a quella per il mondo digitale, il che le ha permesso di sviluppare anche competenze relative al web marketing. Mettendo nel lavoro la stessa passione che ha per libri e cinema, all’interno di NetStrategy Elisa si occupa della gestione della creazione di contenuti ottimizzati SEO per accrescere la visibilità dei clienti.

Lascia un commento