5 rapide lezioni sul Web Marketing del Vino

É in Italia che si producono e consumano alcuni tra i migliori vini al mondo.

I numeri parlano chiaro circa la rilevanza di questo settore: il mercato vitivinicolo italiano si compone di circa 46.000 cantine. E tra queste, molte hanno già iniziato a promuovere la propria attività online grazie al Web Marketing del vino.

E tu? Hai già pensato a come differenziarti dalla concorrenza per raggiungere i consumatori finali sui canali digitali?

All’interno di questo articolo, NetStrategy, web agency con sede a Verona e Milano, ti spiega 5 rapide lezioni di Web Marketing del vino, apprese da uno studio sulle aziende vinicole californiane. Siamo convinti possano portare immediati benefici anche ai produttori vitivinicoli delle nostre zone.

Contenuti in breve:

Vuoi dare una spinta positiva alla tua azienda vitivinicola?

Anche il vino è approdato su Internet come molti altri prodotti ma, a differenza loro, esso ha delle caratteristiche così specifiche che richiedono necessariamente le migliori competenze per riuscire a formulare la strategia di web marketing più efficace.

Il Web ha rivoluzionato la comunicazione delle aziende, dando loro la possibilità di fruire di un canale di vendita diretto e aprendo quindi la strada all’eCommerce Marketing. Se efficacemente progettato, un eCommerce di vino può funzionare come punto di contatto utile a far conoscere la tua azienda e i tuoi prodotti vitivinicoli a un maggior numero di potenziali acquirenti.

Ma se punti ad ampliare la tua cerchia di opportunità commerciali grazie al Web Marketing del vino, creare (solo) un eCommerce non ti basterà. Affinché i prodotti della tua cantina siano visibili (dunque acquistabili) dagli utenti e di modo che il lavoro di realizzazione del tuo shop online è fondamentale realizzare una strategia di marketing e un piano di marketing del vino ben calibrati su quelle che sono le tue esigenze.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

Produttori di vino californiani: i primi a sperimentare i vantaggi del Web Marketing del vino

I produttori di vino californiani sono stati tra i primi a integrare i canali di vendita tradizionali con quelli digitali, percorrendo la strada degli eCommerce per intercettare i consumatori finali attraverso un canale diretto. Uno studio condotto da S. Stricker, R. A. E. Muller e D. A. Sumner e pubblicato sulla rivista Choices della AAEA (Agricultural & Applied Economics Association) ha confrontato il Web Marketing delle cantine della California con quello di alcune cantine australiane e tedesche. Riportiamo qui di seguito alcune delle considerazioni più significative circa l’adozione, l’uso e l’impatto di questa tecnologia in relazione al settore vinicolo.

Cosa si vuole dimostrare con questo studio?

Delle 1.690 aziende contattate, 268 hanno risposto e compilato un questionario online: 89 dalla California, 70 dall’Australia e 109 dalla Germania. In aggiunta, altre 100 cantine tedesche hanno partecipato alla ricerca tramite intervista telefonica.

Le aziende della California sono perlopiù imprese a conduzione familiare e operano a tempo pieno su poderi di grande estensione. Alcune più grandi, come E. & J. Gallo Winery, Robert Mondavi Winery o Bonny Doon Vineyard, hanno brand noti e ben affermati, per questo commerciano la maggior parte dei propri vini attraverso i tradizionali canali di vendita, specie la GDO. Le restanti aziende – realtà di più piccole dimensioni – non producono una quantità di prodotto sufficiente per arrivare alla grande distribuzione; perciò, vendono principalmente a consumatori finali o ristoranti

Anche l’industria del vino australiana ha sperimentato una crescita molto rapida e, come nel caso della California, è caratterizzata da un numero ristretto di grandi aziende e di un cospicuo insieme di piccole cantine. In Germania, invece, la situazione è sostanzialmente dominata solo da moltissime piccole cantine.

A metà degli anni ’90, le aziende vinicole californiane sono state le prime ad avviare un progetto che prevedesse il lancio di un eCommerce. La diffusione di questo canale è stata piuttosto lenta in una prima fase. Tuttavia, già all’inizio degli anni 2000 più dell’80% dei produttori possedeva un proprio sito web per promuovere online la propria cantina e i propri prodotti. Ad oggi la presenza online delle cantine in California è pressoché totale.

Le 5 lezioni sul Web Marketing del vino che possono portare valore alla tua attività

1. Vendere vino online ti apre un mondo di opportunità commerciali

Più dell’80% delle aziende interpellate dichiara che aprire un proprio eCommerce ha portato un incremento significativo nelle vendite dirette. La percentuale dei produttori di vino che ha confermato che una presenza online porta benefici sulle vendite dirette è particolarmente alta in California. Per quanto riguarda Germania e Australia, il fenomeno è riconosciuto dalla metà delle aziende intervistate.

vantaggi di avere un eCommerce nel settore vinicolo sono decisamente elevati e riguardano principalmente:

  • puntare a un pubblico più ampio, non solo locale o nazionale;
  • vendere vino online ti aiuterà a raggiungere mercati stranieri che apprezzano i vini italiani e sono pronti a spendere cifre importante per acquistarli;
  • disporre di un nuovo canale che ti aiuterà a differenziarti dalla concorrenza.

2. Il sito web incrementa le attività turistiche della tua cantina

Gli eCommerce di vini possono essere utilizzati anche per incoraggiare le attività turistiche promosse dalle aziende: tour enogastronomici, possibilità di pernottamento o percorsi didattici. La maggior parte delle aziende vinicole in California riferisce che promuovere queste iniziative sui canali online porta un reale aumento delle adesioni alle stesse.

È complesso stabilire con assoluta certezza se questa crescita sia da attribuire interamente al sito web; tuttavia, lo stesso dato positivo è stato riportato anche dalla maggior parte delle aziende australiane e tedesche. A questo punto, è ragionevole dedurre che la promozione online sia particolarmente efficace per incrementare la partecipazione alle attività turistiche promosse dalle aziende vinicole.

3. Un eCommerce che navighi con facilità è un eCommerce che vende più

I siti internet realizzati per dare visibilità alla tua realtà e ai tuoi prodotti devono essere semplici da utilizzare e facilmente fruibili da ogni dispositivo: visitarli dovrebbe essere un’esperienza piacevole, oltre che di acquisto. Il design adottato dai siti di aziende vinicole cambia molto a seconda di quelli che sono i valori e gli aspetti differenziarti che vogliamo comunicare.

Esistono alcune regole generali che è sempre bene seguire:

  • ottimizzare un sito per mobile, in modo che sia visualizzabile da qualunque schermo, anche i più piccoli, senza dover fare zoom in e zoom out;
  • aggiornare il sito con nuovi contenuti che comunichino la qualità, la bontà del tuo vino, ma anche l’innovazione dei processi produttivi realizzati e tutto ciò che ti contraddistingue.

Se la freschezza delle informazioni e una puntuale manutenzione del sito costituiscono un indicatore affidabile della serietà di un’azienda agli occhi dei motori di ricerca e, soprattutto, dei potenziali clienti, allora vale la pena investirci tempo e risorse.

4. Più canali di vendita e potrai aumentare il fatturato della tua azienda vitivinicola

Per tutte le aziende che producono vino è fondamentale utilizzare anche i canali commerciali tradizionali, oltre che il Web. Il futuro del settore vitivinicolo è scandito dalla multicanalità: i produttori di vino utilizzeranno sempre di più differenti canali per la vendita dei propri prodotti. È così che i punti di contatto tra azienda e (potenziali) clienti aumenteranno, a favore di una crescita delle vendite e del fatturato complessivo.

Attenzione però a come i consumatori finali percepiscono i prezzi. Lo stesso vino può ad esempio avere un prezzo per il mercato online ed uno differente per il commercio tramite canali tradizionali, il che potrebbe provocare delle incertezze in chi si ritrova a scegliere se acquistare vino da un eCommerce, da una cantina, un negozio o GDO.  

Tornando allo studio iniziale, solo la metà delle aziende vinicole californiane vende la stessa serie di prodotti sia online che offline. Il prezzo delle bottiglie vendute via web è inoltre mediamente più alto di quello del vino venduto offline. Consideriamo infatti che, applicando una strategia di Web marketing del vino, oltre ai costi delle bottiglie, si aggiungono al prezzo finale da pagare anche i costi di spedizione.

5. I costi di spedizione limitano l’ampiezza del mercato

Quando l’eCommerce Marketing era ancora un’attività agli albori, spesso si parlava con entusiasmo di come esso avrebbe abbattuto barriere e distanze. Un’ambizione trasformata in realtà per la maggior parte dei prodotti venduti online: testi, musica, video, biglietti virtuali e simili. Il vino non rientra però in questa categoria di beni, non può essere digitalizzato e deve essere recapitato e preservato nella sua deliziosa forma materiale.

Negli Stati Uniti, peraltro, alle spese di trasporto vanno aggiunte le salate imposte sugli alcolici. I costi di spedizione per il vino sono insomma ancora piuttosto alti, proibitivi se si tratta di piccole quantità. Ed è questo il motivo per cui molte piccole – medie aziende preferiscono non accettare ordini dall’estero.

 

Parliamo del settore vitivinicolo anche all’interno di questi articoli!

Esistono reali opportunità di crescita per la tua azienda vinicola?

Il Web Marketing del vino avanza rapidamente. Sono numerose le aziende che si sono già adeguate a questa nuova modalità di approccio al consumatore finale. Nel caso di realtà produttive straniere – soprattutto quelle situate negli USA – il processo di digitalizzazione delle vendite ha avuto inizio già a partire degli anni ’90.

Adeguarsi a questo progresso aiuterà la tua azienda ad aprirsi a nuovi mercati: una forza in più a tua disposizione per l’acquisizione di nuovi clienti.

Un risvolto è che le opportunità fornite dal Web danno agli utenti la possibilità di interagire tra loro tramite blog, wiki ed altri spazi pubblici online di vario genere, e alle aziende di monitorare il loro comportamento.

Vuoi sfruttare le potenzialità del Web Marketing del vino per far crescere la tua azienda in termini di visibilità e fatturato? Siamo qui per questo. Clicca qui e parliamo di come far crescere il tuo progetto.

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Inizia a fare marketing sul serio. Parla con NetStrategy