Immagine di presentazione sezione sito web
Immagine di presentazione sezione sito web
Building Future Together

ULTIMO AGGIORNAMENTO

28.06.24

Le strategie di web marketing più efficaci nel 2024

WEB MARKETING

Nel mondo digitale di oggi, dove la visibilità gioca un ruolo a dir poco fondamentale, conoscere e attuare buone strategie di web marketing può fare la differenza tra il successo e l’anonimato.

Le aziende che più delle altre dominano il mercato sono infatti quelle che riescono a integrarsi nelle vite dei consumatori con strategie pertinenti e messaggi coinvolgenti.

Non è infatti un caso che sempre più imprese stiano investendo nel marketing digitale: secondo quanto emerso dalle indagini dell’Osservatorio Internet Media della School of Management del Politecnico di Milano, nel 2023 gli investimenti di marketing online da parte delle aziende sono aumentati del 7% rispetto al 2022, raggiungendo i 4,8 miliardi di euro.

Punti chiave dell'articolo

  • Sempre più brand stanno massimizzando i budget pubblicitari, investendo in quei formati che permettono di aumentare i touchpoint con i clienti e le modalità di ingaggio.
  • Elaborare e attuare strategie digitali efficaci non è più solo un’opzione, ma una vera e propria necessità. Quantomeno se si vuole evitare di restare indietro, farsi soffiare quote di mercato dai competitor e, quindi, sprecare risorse preziose e buttare all’aria importanti investimenti.
  • Prima di fiondarsi a spron battuto su una strategia improvvisata, è necessario definire un piano ben preciso e all’occorrenza affidarsi a professionisti del settore che tengano conto di tutte le attività di web marketing più efficaci e convenienti, ovvero:
    • SEO
    • SEM
    • Content marketing
    • Social media marketing
    • Social media advertising
    • Email marketing
    • Marketing automation
    • Advertising su riviste di settore
    • Influencer marketing

Insomma, in un panorama in cui le tecnologie evolvono tanto rapidamente quanto velocemente cambiano le abitudini dei consumatori, rimanere aggiornati sulle ultime tendenze e tattiche vincenti è a dir poco essenziale.

In questo articolo, scopriremo insieme le strategie di web marketing più efficaci del 2024 e come possono aiutare il tuo business a emergere nel vasto e competitivo mondo digitale di oggi.

Una breve parentesi: prima di considerare le varie attività strategiche, è sempre bene definire gli step che ne precedono la scelta. Ciò per evitare inutili perdite di tempo e denaro. Ti sconsiglio di tralasciare questo passaggio, ma nel caso non ti interessi (o, perché no, nel caso tu lo conosca già), puoi saltare direttamente alle strategie usando il nostro indice.

Come impostare strategie di successo

Ogni impresa ha le proprie peculiarità, vale a dire esigenze e obiettivi specifici che devono necessariamente richiedere approcci personalizzati. Cosa significa? Beh, sostanzialmente che, nel web marketing, non esiste una soluzione universale: ciò che funziona per un’azienda potrebbe non essere adatto per un'altra. E se è vero che questa varietà di opzioni rende il settore affascinante, è vero anche che le insidie ti aspettano sempre dietro l’angolo. È pertanto fondamentale evitare di eseguire attività a caso, improvvisando. Sarebbe un errore madornale, perché, con tutta probabilità, porterebbe a investimenti inefficaci e a perdite finanziarie significative.

Analisi della visibilità online attuale

Per evitare di cadere in questa trappola, ovvero credere che il Web Marketing possa essere improvvisato, è cruciale seguire un percorso ben strutturato fin dall'inizio. E, come ben sai, le belle risposte derivano sempre dalle belle domande. Perciò, comincia col chiederti: qual è il grado attuale di visibilità online della tua azienda? Se possiedi un sito eCommerce, conosci già i canali che contribuiscono maggiormente alla generazione di visite da parte di utenti? Queste visite si traducono in vendite o richieste di contatto effettive?

Un'altra domanda fondamentale riguarda la reputazione online del tuo brand: che percezione hanno i clienti e i potenziali clienti della tua azienda? Le recensioni, i commenti sui social media e le menzioni online giocano un ruolo significativo nel determinare l'immagine del tuo marchio.

Monitorare e gestire attivamente la reputazione online è dunque essenziale per costruire fiducia e credibilità, e valutare questi aspetti ti aiuterà a identificare anzitutto le aree che necessitano di miglioramenti. Ciò, a sua volta, ti permetterà di definire più facilmente obiettivi specifici e di identificare le strategie di web marketing più efficaci per raggiungerli.

Definizione di obiettivi SMART

Nel web marketing, la definizione di obiettivi chiari e misurabili è fondamentale per il successo di qualsiasi strategia. Un approccio efficace nello stabilire traguardi precisi si ritrova negli obiettivi SMART, acronimo derivante dai termini inglesi Specific (Specifici), Measurable (Misurabili), Achievable (Raggiungibili), Relevant (Rilevanti), e Time-bound (Temporalmente definiti).

  • Specific: un obiettivo specifico risponde a domande precise, come “chi”, “cosa”, “dove”, “quando” e “perché”. Ad esempio, "Aumentare le visite al sito web" è un obiettivo troppo vago; la versione più specifica potrebbe essere "Aumentare le visite al sito web da parte di nuovi utenti del 20% entro sei mesi”.
  • Measurable: è essenziale che gli obiettivi siano misurabili, di modo da permettere il monitoraggio dei progressi e la valutazione del successo. In altre parole, devono essere quantificabili. Sulla linea del precedente esempio, il 20% rappresenta una misura chiara del progresso atteso.
  • Achievable: ogni obiettivo dev’essere realistico e raggiungibile con le risorse disponibili. Impostare obiettivi troppo ambiziosi può portare a frustrazione e demotivazione. È dunque importante tenere conto tanto delle capacità del team, quanto degli strumenti a disposizione.
  • Relevant: un obiettivo deve essere rilevante, ossia allineato con le esigenze e le priorità dell'azienda. Detto altrimenti, deve contribuire in modo significativo e coerente al raggiungimento della mission e della vision aziendale. Aumentare le visite al sito web potrebbe essere rilevante, per esempio, se l'obiettivo generale fosse espandere la base clienti.
  • Time-bound: ogni obiettivo deve avere una scadenza chiara, utile a mantenere il team concentrato nonché a creare un senso di urgenza. In caso contrario, infatti, si corre il rischio di procrastinare indefinitamente. Sotto questo aspetto, “entro sei mesi" specifica un arco temporale preciso entro il quale l'obiettivo deve essere raggiunto.

Gli obiettivi SMART forniscono di fatto una struttura chiara e dettagliata, che guida la pianificazione e l'implementazione delle strategie di web marketing. Quando un obiettivo soddisfa tutti i criteri SMART, è più probabile che sia ben compreso e accettato da tutto il team. Ciò facilita la collaborazione e la coesione, permette di tracciare i progressi in modo sistematico e di apportare, quando e se necessario, correzioni tempestive.

OBIETTIVI SMART.png

Analisi del target e della buyer persona

Come in ogni attività di marketing, anche sul web risulta fondamentale conoscere in toto il proprio pubblico, di modo da sviluppare strategie efficaci e mirate. Questo processo implica l'analisi del target e la definizione della buyer persona. Ma come funziona esattamente e perché è così importante?

Prima di tutto, è bene applicare una sottile distinzione tra le due parti. L'analisi del target rappresenta il processo di identificazione e comprensione delle caratteristiche principali del pubblico di riferimento. Questo, comprendendo sia i dati demografici sia i dati comportamentali, serve a delineare chi sono i potenziali clienti, dove si trovano e quali sono i loro bisogni e le loro preferenze.

D’altro canto, la cosiddetta buyer persona consiste in una rappresentazione semi-fittizia del cliente ideale basata su ricerche di mercato e dati reali ricavati dai tuoi clienti attuali. Creare una buyer persona, insomma, significa dare un volto al tuo target, per aiutarti a comprendere meglio le sue esigenze e a soddisfarle con precisione.

Ora che abbiamo ben capito la differenza tra le due sfere, ci chiediamo: quali sono le informazioni rilevanti? Quali dati dobbiamo effettivamente raccogliere? Da una parte, troviamo i dati demografici, ovverosia le informazioni oggettive e quantificabili sul nostro pubblico:

  • Età: fasce d’età dei clienti ideali
  • Posizione geografica: luogo di residenza, in quanto può incidere su preferenze e bisogni
  • Genere: da cui possono dipendere scelte d’acquisto e comportamenti di consumo
  • Livello di istruzione: che può influenzare la comprensione o l’interesse per determinati prodotti o servizi
  • Professione: tipo di lavoro svolto e settore di appartenenza
  • Reddito: livello di reddito, in grado di determinare potere d’acquisto e propensione alla spesa

Dall’altra parte, invece, troviamo i dati comportamentali, vale a dire le informazioni qualitative (per intenderci, quelle che ci permettono di capire come il nostro pubblico pensa e agisce):

  • Sfide e problemi: quali sono le principali sfide o problemi che affronta e che il nostro prodotto / servizio può risolvere?
  • Bisogni principali: cosa cerca di ottenere o migliorare attraverso l'acquisto del nostro prodotto / servizio?
  • Dubbi comuni: quali domande o preoccupazioni ricorrenti possono ostacolare il processo di acquisto?
  • Fattori di decisione: quali criteri influenzano la decisione d'acquisto (prezzo, qualità, supporto post-vendita, ecc.)?
  • Comportamento online: come interagisce con i contenuti digitali (sito web, social media, blog, email, ecc.)?
  • Tipologie di ricerche: quali termini e frasi utilizza nei motori di ricerca per trovare informazioni relative ai nostri prodotti / servizi?

In sintesi, i dati demografici forniscono un quadro oggettivo del nostro pubblico: ci aiutano a delineare il profilo socio-economico dei potenziali clienti e risultano essenziali per segmentare il mercato in base a caratteristiche quantificabili.

  • Esempio: Un target di donne di età compresa tra 25 e 35 anni, residenti in grandi città, con un reddito medio-alto e una professione nel settore del marketing.

Mentre i dati comportamentali offrono insight su come e perché il pubblico agisca in un determinato modo: aiutano quindi a creare messaggi personalizzati che rispondano direttamente alle esigenze e ai desideri del pubblico e si rivelano cruciali per comprendere le motivazioni e le barriere all'acquisto.

  • Esempio: Un target che cerca soluzioni rapide per la gestione del tempo, con una predilezione per le applicazioni mobili e una forte attenzione alla facilità d'uso e al supporto clienti.

Arrivati a questo punto, avrai perfettamente capito a cosa si debba la tanto decantata importanza dell’analisi del target nel web marketing. Del resto, più ti avvicini a comprendere i tuoi clienti, chi siano, come si comportino e cosa desiderino, meglio saprai come soddisfare le loro esigenze. L’analisi del target e della buyer persona è il punto di partenza per costruire una strategia di web marketing vincente e convertire il tuo pubblico ideale.

TARGET BUYER PERSONA.jpg

L’analisi della concorrenza

Ripetiamolo insieme: “Comprendere le mosse dei miei concorrenti è essenziale per mantenere un vantaggio competitivo”. È proprio così. L'analisi della concorrenza ti consente di identificare strategie, punti di forza e debolezze dei tuoi rivali, ma soprattutto di utilizzare queste informazioni per ottimizzare e pianificare al meglio la tua strategia. Ti stai chiedendo come si faccia? Te lo spiego subito.

Per prima cosa, puoi controllare i canali di comunicazione sfruttati dai tuoi competitor. Dai un’occhiata ai loro profili social, osserva quali piattaforme utilizzano, quali contenuti pubblicano e come interagiscono col loro target. Oppure, esplora il loro sito web, guarda come si presentano online, per quale struttura hanno optato, quali informazioni hanno inserito e in che ordine. O, ancora, monitora le loro campagne pubblicitarie online per capire a quali segmenti di mercato stanno mirando e con quali messaggi. O, se preferisci una via più diretta, iscriviti alla loro newsletter e verifica di persona le loro offerte e il loro modo di comunicare con la propria base clienti.

Quand’anche tutte queste attività non ti avessero soddisfatto, potresti utilizzare alcuni simpatici strumenti creati appositamente per analizzare la concorrenza, tra cui:

  • Tool SEO, come SEMrush o Ahrefs, che ti danno modo di analizzare le parole chiave, il traffico organico e le posizioni nei motori di ricerca dei tuoi concorrenti.
  • Social Media Analytics, che offrono analisi approfondite sulle performance delle pagine e dei post. Esatto, puoi sfruttarle per monitorare l'engagement, la crescita dei follower e altre metriche rilevanti. Mica male, eh?
  • Google Analytics o tool analoghi, che forniscono informazioni dettagliate sul traffico verso il sito web dei tuoi concorrenti. Inclusi dati demografici, fonti di traffico e comportamenti di navigazione.

Osservare i canali di comunicazione dei tuoi concorrenti può aiutarti nell’identificazione dei messaggi chiave che stanno veicolando al loro pubblico, compresi elementi fondamentali come il tone of voice, lo stile e i temi dei loro contenuti. Confrontando questi messaggi con quelli della tua azienda, potrai individuare svariate opportunità di differenziazione e posizionamento nel mercato.

Ecco cosa intendiamo quando diciamo che l’analisi della concorrenza è un processo fondamentale per identificare opportunità di miglioramento e differenziazione. Se utilizzi gli strumenti e le strategie giuste per monitorare i tuoi concorrenti, le informazioni ricavate saranno per te un vero asso nella manica per ottimizzare la tua strategia di web marketing e mantenere un vantaggio competitivo nel mercato.

Definizione della strategia e pianificazione del budget

Ora che hai ultimato ogni fase preliminare, è il momento di procedere con l’attuazione della tua strategia di web marketing ad hoc. Certo, subito dopo aver pianificato il budget che sei disposto a mettere sul piatto.

Il tuo obiettivo, arrivato a questo punto, dev’essere quello di avviare un processo che ti aiuterà a determinare le migliori attività da svolgere nei mesi successivi, allocando le risorse in modo efficiente e garantendo che ogni azione sia monitorata e ottimizzata al fine di massimizzare i risultati.

La definizione della strategia non può che iniziare con l'identificazione delle attività di web marketing più efficaci per raggiungere i tuoi obiettivi. Le opzioni sono molteplici e includono:

  • SEO (Search Engine Optimization)
  • SEM (Search Engine Marketing)
  • Content marketing
  • Social media marketing e advertising
  • Email marketing e marketing automation
  • Advertising e pubblicazioni su riviste online di settore
  • Influencer marketing

Non ti sarai mica dimenticato del budget, vero? Ricorda che definire un budget specifico per ogni attività di marketing è essenziale per gestire le risorse in modo efficace. Ad esempio, per la SEO potrebbe essere necessario investire in tool appositi, creazione di contenuti ottimizzati o consulenze professionali, magari con un’agenzia SEO specializzata. D’altra parte, il content marketing potrebbe richiedere un budget per la produzione di articoli, video, infografiche e altri contenuti, mentre il social media marketing, di norma, implica costi per la gestione dei profili social, campagne pubblicitarie e collaborazioni con influencer.

Infine, monitora le performance di ogni attività con sistemi di tracking accurati, come Google Analytics e Google Tag Manager. Ti saranno indispensabili per raccogliere dati preziosi sul traffico del tuo sito web, sulle conversioni, sul ROI e sull’engagement delle tue pagine social. Non solo: ti permetteranno anche di evitare spreco di denaro e di aggiustare il tiro e apportare correzioni in caso di performance sottotono. Sì, puoi valutare anche le prestazioni delle tue campagne email, inclusi i tassi di apertura, CTR (Click-Through Rate) e di conversione: perciò, abbi cura di includere anche queste attività quando calcolerai il tuo budget.

PIANIFICAZIONE BUDGET.jpg

Le strategie di web marketing più comuni ed efficaci nel 2024

Ci siamo. Il tuo piano web marketing è quasi pronto. Hai analizzato la tua visibilità attuale, il tuo pubblico target, la tua buyer persona e i tuoi concorrenti, tenendo conto delle attività principali che intendi mettere in pratica, di quanto ti costeranno e di come ottimizzare al meglio i risultati. Significa che sei finalmente pronto per scoprire quali sono le strategie di web marketing più efficaci nel 2024 per far crescere e consolidare il tuo business.

1. SEO

La SEO (Search Engine Optimization) è l'insieme di tecniche e strategie utilizzate per migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca come Google. In breve, un sito ben ottimizzato per la SEO appare nelle prime posizioni dei risultati di ricerca.

SEO_3.png

Da qui si comprende la sua importanza: la maggior parte delle esperienze online inizia con l’inserimento di alcune parole chiave su un motore di ricerca. Ed è chiaro che, se il tuo sito appare tra i primi risultati, le probabilità che venga visitato aumentano esponenzialmente.

Ma c’è anche un secondo aspetto da considerare: oltre a portare un maggiore traffico in generale, la SEO si occupa di procurare al tuo sito un maggiore traffico di qualità. Detto altrimenti, sul tuo sito non navigheranno solo “tanti utenti”, bensì tanti utenti interessati ai tuoi prodotti o servizi.

Peraltro, ciò ti aiuterà a rafforzare la tua credibilità e la tua autorità online. Hai mai notato che, di tendenza, ti fidi dei siti che appaiono in cima ai risultati di una ricerca, mentre “snobbi” le controparti in seconda pagina?

La SEO si districa fra molteplici attività e rami specifici, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità.

Tra questi spiccano:

  • La SEO tecnica: riguarda tutti gli aspetti tecnici che possono influenzare direttamente il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca, come la velocità di caricamento complessiva, l’ottimizzazione della visualizzazione per dispositivi mobile, la presenza (o assenza) di sitemap, specifiche attività di ottimizzazione di crawling e rendering da parte dei bot dei motori di ricerca, gestione dei contenuti duplicati, ecc.
  • La SEO semantica: si concentra sull'ottimizzazione dei contenuti per renderli pertinenti e utili per gli utenti. Vi rientrano attività come l’analisi delle parole chiave, l'ottimizzazione dei cosiddetti meta tags (meta title, meta description e heading tags) e l’assessment della qualità dei contenuti offerti. Tieni a mente che un motore di ricerca come Google tende a preferirli univoci, non duplicati, ben scritti e in grado di rispondere in maniera concisa e completa alle domande dell’utente.
  • La SEO off-page: comprende tutte le tattiche SEO che si svolgono al di fuori del sito web. Spesso identificata con la sola attività di link building, in realtà la SEO off-page fa uso di svariate tecniche che dovresti sempre tenere in considerazione. Per lo meno se punti a ottenere un forte vantaggio competitivo (se vuoi approfondire, dai un’occhiata a questo articolo). La costruzione del brand e delle citazioni, il content marketing e i social media ne sono un esempio. In altre parole, la SEO off-page crea segnali che, basandosi su fattori chiave di fiducia e pertinenza, aiutano i motori di ricerca e gli utenti ad acquisire una percezione dell'autorità del tuo sito. Pensala in questo modo: se lavori sul tuo sito, stai praticando SEO on-page; se lavori su un altro sito o piattaforma, stai praticando SEO off-page.
  • La SEO locale: essenziale per le aziende che operano in un'area geografica specifica, si occupa dell’ottimizzazione di un sito web per i risultati di ricerca locale. Un po’ come quando vuoi ordinare una pizza e Google ti indica le pizzerie più vicine a te. Per farlo, la SEO locale si focalizza: 1) sulla creazione, sull’aggiornamento e sulla gestione delle schede negozio su piattaforme quali Google My Business, Google Maps, Apple Maps, Yelp, Tripadvisor, ecc., con l’inserimento di tutte le informazioni più rilevanti (i cosiddetti dati NAP, “nome - indirizzo - numero di telefono) e la gestione delle recensioni raccolte; 2) sulla creazione di pagine e contenuti specifici per parole chiave circoscritte a determinati ambiti geografici (ad esempio, “tipografia mantova”); 3) sull’Iscrizione del sito web a directories locali per finalità di visibilità locale e link building (off-page).

2. SEM

La SEM (Search Engine Marketing) consiste in una forma di marketing digitale che utilizza la pubblicità a pagamento sui motori di ricerca per aumentare la visibilità di un sito. Questa strategia comprende svariate attività, tra cui la creazione e la gestione di campagne pubblicitarie su piattaforme come Google Ads e Bing Ads, e il suo principale obiettivo è generare traffico qualificato attraverso annunci a pagamento che appaiono nei risultati dei motori di ricerca.

SEM_2.png

Sebbene SEM e SEO siano spesso utilizzati insieme, esistono alcune differenze fondamentali tra le due strategie:

  • Metodo di visibilità: mentre la SEO si concentra sul miglioramento della visibilità organica attraverso l’ottimizzazione dei contenuti e degli aspetti tecnici del sito, la SEM mira a ottenere visibilità immediata mediante annunci a pagamento.
  • Costi: come avrai già capito, la SEO prevede investimenti in termini di tempo e risorse per l’ottimizzazione, ma non comporta costi diretti per il traffico generato. Al contrario, la SEM richiede un budget variabile da rinnovare costantemente, perché prevede costi diretti ogni volta che un utente clicca su un annuncio (Pay-Per-Click o PPC)
  • Tempistiche: i risultati della SEO richiedono tempo, spesso alcuni mesi, siccome dipendono da fattori come la rilevazione e l’indicizzazione dei contenuti da parte dei motori di ricerca o la frequenza di acquisizione di backlink. Viceversa, i risultati della SEM sono immediati. Attenzione, però: questo non significa necessariamente che siano duraturi. Ci sono altri fattori in gioco, tali per cui la SEM non può essere improvvisata. Se vuoi andare sul sicuro, potresti pensare di affidarti a un’agenzia SEM che si occupi di ottimizzare il tuo budget e ridurre il tuo costo per conversione.

È indubbio che ottenere visibilità immediata sia uno dei principali vantaggi della SEM. Una sorta di asso nella manica, soprattutto per le nuove aziende che hanno bisogno di attirare rapidamente traffico al proprio sito. La capacità di raggiungere il pubblico giusto al momento giusto, grazie a strumenti avanzati di targeting, e di monitorare costantemente le performance e il budget delle tue campagne Google Ads la rende una soluzione perfetta per l’ottimizzazione della tua strategia di web marketing.

3. Blog e content marketing

Nel contesto del web marketing, il blog rappresenta uno degli strumenti più sfruttati ed efficaci nell’ottica di una strategia di content marketing vincente. Pubblicare regolarmente contenuti di qualità, infatti, non soltanto porta benefici diretti alla SEO, ma permette anche di espandere la visibilità del sito attraverso vari canali. In breve, crea opportunità di condivisione virale e rafforza l'autorità del brand nel settore.

BLOG.jpg

Quali sono i vantaggi? Di fatto, un blog risulta decisamente utile nella misura in cui favorisce:

  • Un aumento del traffico organico: se ci rifletti, ogni nuovo articolo pubblicato sul blog ti dà modo di inserire nuove parole chiave rilevanti. Questo aumenta le possibilità che il tuo sito appaia nei risultati di ricerca per specifiche query. Ad esempio, se gestisci un blog di fitness e pubblichi un articolo sulle "migliori routine di allenamento per principianti", chi cerca queste informazioni riuscirà a trovare il tuo sito molto più facilmente.
  • Un aggiornamento costante del sito: i motori di ricerca come Google, l’abbiamo detto, apprezzano i siti che vengono aggiornati regolarmente, con contenuti freschi, univoci e rilevanti. Un blog attivo dimostra che il sito è dinamico, in continua evoluzione, e migliora di conseguenza il suo posizionamento nei risultati di ricerca. Pubblicare settimanalmente nuovi articoli mantiene il sito attuale e interessante per gli utenti. E per i motori di ricerca, ovviamente.
  • Maggiori opportunità di backlink: articoli ben scritti e informativi hanno una maggiore probabilità di essere citati e linkati da altri siti web. Non è un qualcosa da sottovalutare: i backlink provenienti da siti autorevoli sono uno dei fattori di ranking più importanti per Google, in quanto indicano che il tuo contenuto è considerato di valore e degno di essere condiviso.
  • Espansione di visibilità sugli altri canali: i contenuti del blog sono perfetti per essere condivisi sulle piattaforme social. Ogni nuovo articolo offre materiale fresco da pubblicare sui tuoi profili, aumentando l'engagement con il pubblico e attirando nuovi visitatori al tuo sito. Insieme, questi contenuti possono essere inclusi nelle tue campagne di email marketing e nelle tue newsletter, che puoi sfruttare al meglio per mantenere il tuo pubblico informato, certo, ma soprattutto coinvolto. Se ci pensi, non stai solo aumentando il traffico al sito: stai rafforzando le relazioni con tutti i tuoi iscritti. Un doppio guadagno, non c’è che dire. Non dimenticare inoltre che il tuo blog offre ottime opportunità di collaborazioni con altri esperti del settore: invitare guest blogger a scrivere per il tuo sito o contribuire con articoli per altri blog autorevoli può espandere la tua audience e aumentare non poco la credibilità del tuo brand.

Creare contenuti di qualità che rispondano alle esigenze, alle domande e agli interessi del tuo pubblico tanto migliora il posizionamento nei motori di ricerca, quanto espande la tua presenza su vari canali. Con una gestione strategica del blog, puoi attrarre e mantenere un pubblico fedele, aumentare la visibilità del tuo brand e costruire una solida autorità online.

4. Social media marketing e advertising

Il social media marketing può essere ormai considerato un pilastro fondamentale nelle strategie di web marketing per le aziende di ogni settore. Utilizzare i social per il marketing significa sfruttare piattaforme utili a promuovere prodotti e servizi, creare connessioni con i clienti e generare lead. Ma quali sono i canali più efficaci per il B2B? Quali per il B2C? E perché è importante combinare attività organiche con campagne di advertising?

SOCIAL MEDIA MARKETING.jpg

Per quanto riguarda il B2B, ad oggi LinkedIn ne rappresenta probabilmente la piattaforma per eccellenza. Infatti, è utilizzata tanto per il networking professionale, quanto per la pubblicazione di contenuti rilevanti per pressoché ogni settore. Le aziende B2B possono sfruttare LinkedIn per costruire relazioni con altri professionisti, condividere articoli di approfondimento e mostrare la propria expertise. Sulla stessa linea, anche se leggermente a lato, troviamo X (Twitter), l’ideale per la condivisione di notizie, aggiornamenti di settore e, perché no, conversazioni in tempo reale utili a mantenere un dialogo costante coi clienti.

E Facebook? Merita probabilmente una menzione a parte. Nonostante sia più popolare nel B2C, grazie alla sua vasta base di utenti e alle sue avanzate capacità di targeting, non c’è dubbio che possa essere utilizzato efficacemente anche nel B2B. Specie per la condivisione di contenuti, la creazione di gruppi di interesse e le campagne di advertising mirate.

Sul fronte B2C, invece, non possiamo che citare Instagram e TikTok: il primo come soluzione perfetta per le aziende che desiderano promuovere la brand awareness attraverso immagini e video, il secondo per le imprese che mirano ad aumentare la visibilità del brand per mezzo di contenuti brevi, coinvolgenti e, soprattutto, virali.

In ogni caso, che si tratti dell’una o dell’altra piattaforma, resta saldo un consiglio generale che può davvero mettere il boost al tuo business: combinare razionalmente e in modo efficace attività organiche e attività di advertising.

Le attività organiche sui social media comprendono tutte quelle azioni che non prevedono un investimento in pubblicità a pagamento. La creazione e la pubblicazione di contenuti, l'interazione con i follower e la gestione della community ne sono un perfetto esempio. I vantaggi principali sono i seguenti:

  • Branding, in quanto aiutano a costruire e mantenere una presenza coerente e autentica del brand online.
  • Engagement, poiché favoriscono l'interazione e la costruzione di relazioni con il pubblico.
  • Fiducia, perché si avvalgono della comunicazione diretta e autentica per instaurare e consolidare un senso di lealtà nel brand.

D’altra parte, non bisogna certo sottovalutare le attività di advertising, che implicano la promozione a pagamento dei contenuti attraverso campagne altamente targettizzate in base a criteri quali demografia, interessi, comportamento e posizione geografica. Altrettanti sono infatti i benefici apportati dall’advertising:

  • Lead generation, in quanto aiutano a raggiungere nuovi potenziali clienti attraverso annunci mirati.
  • Visibilità immediata, poiché forniscono visibilità istantanea ai contenuti, ampliando rapidamente la portata del brand.
  • Targeting preciso, perché permettono di segmentare il pubblico con grande precisione, massimizzando il ROI.

La loro combinazione consente alle aziende di ottenere il massimo dai propri sforzi di marketing. Ciò sia in termini di branding che di vera e propria generazione di lead. Utilizzando i canali social appropriati e integrandoli coerentemente nella tua strategia di web marketing, godrai di un vantaggio decisamente competitivo nel mercato digitale.

5. Email marketing e marketing automation

Mantenere un contatto costante con i clienti e ottimizzare i processi interni sono punti fondamentali per la tua strategia di web marketing. Ti dirò di più: queste due attività non solo aiutano a fidelizzare i clienti esistenti, ma possono contribuire significativamente a risparmiare fatica, tempo e costi. Da qui l’importanza strategica e operativa dell’email marketing e della marketing automation.

Una delle principali funzioni dell'email marketing è appunto quella di mantenere un contatto persistente con i clienti. Inviare newsletter periodiche, aggiornamenti su nuovi prodotti o servizi e offerte speciali ti dà modo di consolidare una sorta di dialogo digitale con la tua audience, ottimo per costruire fiducia e lealtà.

Per farti un esempio, un'azienda di eCommerce potrebbe inviare una newsletter mensile ai propri clienti con consigli su come utilizzare al meglio i prodotti acquistati, storie di successo di altri clienti e anteprime di nuovi arrivi. Questo tipo di comunicazione, se da un lato mantiene i clienti informati, dall’altro ha il pregio di coinvolgerli emotivamente, rendendoli pertanto più propensi a fare acquisti ripetuti.

EMAIL MARKETING.jpg

La marketing automation, dal canto proprio, permette di automatizzare molte attività di marketing, riducendo pertanto tempo e costi operativi. Alcuni strumenti sono in grado di gestire la segmentazione dei contatti, l'invio di email, il monitoraggio delle interazioni e l'analisi delle performance. Come sopra, poniamo il caso di un’azienda di software B2B: essa potrebbe utilizzare la marketing automation per inviare una serie di email educative ai nuovi lead, tra cui tutorial su come utilizzare il software, casi di studio di successo e inviti a eventuali webinar. Pensaci bene: automatizzare queste attività significherebbe nutrire i lead senza l'intervento manuale - e il conseguente dispendio di tempo e risorse - del team di marketing.

MARKETING AUTOMATION.jpg

Di fatto, automatizzando la segmentazione dei contatti e il follow-up personalizzato, le campagne automatizzate possono aumentare le possibilità di conversione e migliorare le tue performance di vendita: ti permettono di raggiungere il giusto pubblico con il giusto messaggio.

Torniamo alla nostra azienda di software: se alcuni suoi lead contattati in passato non sono mai diventati clienti effettivi, essa potrebbe riprenderli come target per una campagna di email marketing automatizzata, proponendo loro offerte speciali, inviti a eventi esclusivi o contenuti personalizzati. Ciò li incentiverebbe a prendere nuovamente in considerazione un prodotto o servizio che avevano deciso di tralasciare!

6. Advertising e pubblicazioni su riviste online di settore

Oltre alla presenza sui social media e all’utilizzo dell'email marketing e della SEM, una componente spesso trascurata quanto altamente efficace sono le pubblicazioni e l’advertising su riviste online di settore. Collaborare con editori online specializzati, infatti, può orientare l’accesso a un pubblico qualificato e interessato, migliorando la visibilità del brand e aumentando le opportunità di acquisizione clienti.

Le riviste online di settore rappresentano una risorsa preziosa per raggiungere un pubblico specifico. Basti pensare alle pubblicazioni: di norma, attirano lettori interessati a tematiche precise, che cercano informazioni, tendenze e aggiornamenti nel proprio campo di interesse. Seguire questa linea consente oltretutto all’azienda di aumentare la propria credibilità e generare lead qualificati. Del resto, se consideri che il lettore tipo di una rivista di settore è spesso un decision-maker o un professionista, pensa quanto aumenterebbe il tuo indice di conversione.

Ora che hai compreso l’importanza di una simile attività, scommetto che ti stai chiedendo come procedere. Bene, gli step da seguire sono quattro:

  1. Identifica le riviste giuste: il primo passo è identificare le riviste online più rilevanti per il tuo settore. Cerca pubblicazioni con una buona reputazione, un pubblico ampio e un elevato tasso di engagement. Strumenti come Google, LinkedIn e altre piattaforme professionali possono fare al caso tuo!
  2. Stabilisci obiettivi chiari: definisci chiaramente gli obiettivi della tua collaborazione. Vuoi aumentare la brand awareness? Generare lead? Promuovere un nuovo prodotto? Importi obiettivi precisi ti aiuterà a misurare l'efficacia della collaborazione e a ottimizzare le strategie future.
  3. Contatta gli editori: una volta identificate le riviste giuste, contatta gli editori per discutere possibili opportunità di collaborazione. Puoi proporre articoli sponsorizzati, pubblicità display, interviste o partecipazioni a eventi. Presenta la tua azienda, spiega i benefici della collaborazione e fornisci esempi di precedenti partnership di successo.
  4. Crea contenuti di qualità: assicurati che i contenuti proposti siano di alta qualità, pertinenti e informativi. Gli articoli devono essere ben scritti, fornire valore ai lettori e allinearsi con i temi trattati dalla rivista.

7. Influencer marketing

Una strategia sempre più utilizzata dalle aziende per promuovere i propri prodotti e servizi è quella del cosiddetto influencer marketing, che come potrai intuire sfrutta la credibilità e l'influenza di figure rilevanti. Il bello di questa forma di marketing è che permette di raggiungere un pubblico ampio e targettizzato, costruendo fiducia e aumentando conseguentemente la visibilità del tuo brand.

Se intendi istituire una collaborazione di successo, devi in primis identificare gli influencer giusti per la tua azienda. Cerca figure che abbiano un seguito di persone in target con il tuo prodotto o servizio, ma che insieme condividano valori e tematiche simili alle tue. Quindi, al solito, definisci gli obiettivi della collaborazione: vuoi aumentare la brand awareness? Generare vendite? Raccogliere feedback sui prodotti? Guida l'influencer nella creazione di contenuti che siano in linea con ciò che ti sei prefissato di ottenere. Stai attento a non esagerare, però: forniscigli un brief dettagliato che includa informazioni sull’azienda, sui prodotti, sui servizi da promuovere e sui messaggi chiave da trasmettere, ma ricorda di lasciargli spazio d’azione per esprimere la propria creatività. Se ti comporti da “burattinaio”, corri il rischio che il messaggio non appaia come autentico.

Per quanto riguarda i servizi, ecco alcuni esempi che potrebbero fare al caso tuo:

  • Product review e unboxing: gli influencer possono realizzare video o post in cui recensiscono e mostrano in dettaglio i tuoi prodotti, presentandone in modo autentico ed efficace caratteristiche e benefici.
  • Giveaway e contest: organizzare giveaway o contest in collaborazione con gli influencer può aumentare la tua visibilità e coinvolgere attivamente i tuoi follower.
  • Ambasciatori del brand: collaborare con influencer nei termini di “ambasciatori del tuo brand” per un periodo prolungato può rafforzare la relazione con il pubblico e creare una connessione più profonda e duratura.
  • Creazione di contenuti sponsorizzati: gli influencer possono creare post sponsorizzati, storie su Instagram o video su YouTube che mostrino come utilizzare i prodotti nella vita quotidiana, rendendo il contenuto rilevante e interessante. Quantomeno più interessante di un manuale d’istruzioni.

Casi studio

Sei quasi giunto alla fine del nostro percorso nel mondo del web marketing. Hai visto tutto quello che c’era da vedere e capito tutto quello che c’era da capire. Tuttavia, ti stai domandando quante e quali di queste strategie possano veramente garantire alla tua azienda il successo che merita. Quante e quali di queste strategie, in altri termini, funzionino davvero

Per questa ragione, ti ho preparato un carosello di tre case study firmati NetStrategy, in cui, grazie alle tecniche di web marketing di cui sopra, abbiamo aiutato aziende come la tua a conseguire risultati eccellenti.

  • Cicalia: grazie a una strategia SEO avanzata, analisi approfondite, ottimizzazione SEO on-site, un lavoro di link building mirato e iniziative di marketing strategico, l’eCommerce ha aumentato il numero di visite al proprio sito di un bel +855% e il fatturato di oltre il 600%. Leggi qui il caso studio completo.
  • Juice: immagina un mondo in cui ogni clic ha il doppio delle probabilità di trasformarsi in vendita. Fatto? Ecco, questi sono i risultati di un approfondito studio comportamentale dei visitatori. Mediante ottimizzazioni lato UX, l’e-commerce ha conseguito un incremento del tasso di conversione del +100%. Vuoi saperne di più? Leggi qui il caso studio completo.
  • EIS Service Provider: un rinnovamento completo, un processo di rebranding totale che rispecchiasse valori e servizi in ogni dettaglio, su ogni piattaforma, sia online che offline. Era questa la richiesta di EIS e l’abbiamo accolta e trasformata in successo. Partendo dallo studio del logo, passando per la palette di colori e i caratteri tipografici e concludendo con il sito web, le piattaforme social e i printed media, abbiamo rinnovato e adattato l’immagine dell’azienda alla sua nuova identità. Ti interessa approfondire? Leggi qui il caso studio completo.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo visto quali sono le migliori strategie di web marketing del 2024 e i loro benefici. Si tratta di importanti attività per tutte le aziende che si pongono come obiettivo primario quello di ottenere visibilità online e aumentare conseguentemente il proprio fatturato.

Tra le principali troviamo anzitutto la SEO, ossia l’ottimizzazione per i motori di ricerca: quest’attività permette di raggiungere un posizionamento elevato su Google, in grado di attirare numerosi visitatori online. Per molti aspetti simili alla SEO, c’è anche la SEM, che riguarda la creazione di annunci sponsorizzati di qualità. Gli annunci di questo tipo permettono di raggiungere traguardi nel breve termine e portano risultati nell’immediato.

Anche la presenza di un blog, nell’ottica di una buona azione di content marketing, risulta fondamentale, così come una cura strategica delle varie piattaforme social, in grado di metterti in contatto diretto con i tuoi clienti.

Ma abbiamo anche visto come tutto questo percorso risulti inutile, se non finalizzato alla conversione da potenziale cliente a cliente. In questo senso, le attività di email marketing e marketing automation aiutano a mantenere vivo il rapporto e a generare valore. Un valore che il cliente percepisce tale anche grazie all’ausilio di una figura in linea con il tuo brand e i suoi valori, come l’influencer, o attraverso pubblicazioni strategiche su riviste online di settore.

Hai già scelto le strategie di web marketing che potrebbero risultare più efficaci per la tua azienda? Per ogni dubbio o per ogni soluzione, prenota ora una consulenza web marketing personalizzata e creiamo insieme una strategia su misura per il tuo business.

BuildingFutureTogether

It's time to connect.

Facciamo crescere il tuo progetto insieme

Compila il form per essere contattato dal nostro team. Insieme cercheremo di capire se siamo l'agenzia giusta per aiutare la tua azienda.

    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    We collaborate with ambitious brands and people. Let's build.
    We collaborate with ambitious brands and people. Let's build.
    Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la nostra newsletter:qui puoi leggere come trattiamo i tuoi dati.Puoi cambiare idea quando vuoi: il link per disiscriverti sarà all'interno di ogni newsletter.
    ©2024IT04197660238
    Via Carlo Cipolla snc, 37045, Legnago (VR) +39 0442 321 391
    Via San Raffaele 1, 20121, Milano (MI) +39 02 800 12162
    Preferenze sui cookies
    IT04197660238©2024
    https://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/sky_partner_badge_82401cf1e3.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Partner_RGB_2_f46_3b32e81856.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/GA_certified2_fd8e9c8c11.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/fit_1280x720_12_1ece3e3214.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/Hubspot_partner_7c0294931f.webphttps://www.netstrategy.it/uploads/FMP_Badges_Dark_RGB_medium2_d776f4e391.webp
    Caricamento immagine contatti

    Confermo di aver preso visione della privacy policy
    Confermo di aver preso visione della privacy policy