<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 19 luglio, 2018

All'interno di un'impresa, l'immagine aziendale è uno dei punti chiave per poter richiamare nuovi potenziali clienti e permettere il riconoscimento del brand anche al di fuori dei comuni confini. Molte aziende sottovalutano il potere dell'immagine aziendale, che, però, se sviluppata adeguatamente attraverso attività di marketing specifiche, è fondamentale per far crescere l'attività. In questo articolo tratteremo proprio questa tematica: come poter migliorare efficacemente l'immagine aziendale? Scopriamolo assieme!

immagine aziendale

Cos’è l’immagine aziendale?

immagine aziendale cos'èAnni e anni fa una lamentela su un prodotto o un servizio offerto non era un enorme problema per il titolare di un’azienda: prima dell’avvento di Internet, infatti, se un cliente non si era trovato bene in un negozio, lo poteva riferire solo ad amici e parenti. Oggi, con Google My Business e i Social Network, tutto è amplificato, tanto che una sola critica, letta però da migliaia di utenti, può portare ad innumerevoli perdite e ad una decrescita esponenziale del fatturato. È per questo motivo che è importante riuscire a comunicare al meglio la propria immagine aziendale. Ma di cosa si tratta, precisamente?

L’immagine aziendale è la percezione che un consumatore ha nei confronti di un determinato brand. Tutto nasce da una conoscenza specifica dei prodotti e dei servizi che l’azienda offre e dai messaggi lanciati dall’azienda stessa per attirare nuovi clienti. L’immagine aziendale non si ferma al processo di acquisto da parte del singolo consumatore, ma perdura nel tempo ed è collettiva: in pratica, se hai un'immagine aziendale negativa, è probabile che tu faccia davvero molta fatica ad attirare nuovi clienti. È per questo che uno degli obiettivi principali delle imprese dev’essere quello di costruirsi una buona immagine aziendale, da alimentare costantemente per poter ottenere credibilità e un’ottima reputazione.

L’immagine aziendale si sviluppa principalmente attorno a:

  • Il logo. Facciamo un esperimento: se ti dico “Mc Donald’s” e “Michelin”, cosa ti viene in mente? Tiro ad indovinare: una M arrotondata di colore giallo ed un omone bianco. È così? Sì? Non ti spaventare, non leggo ancora nella mente: semplicemente queste 2 aziende hanno puntato le loro strategie di marketing attorno ad un logo preciso, che coniughi il nome dell’impresa con un simbolo che le contraddistingue;
  • Il colore. Ora pensiamo alla Coca Cola ed è subito un’ondata di rosso, nella nostra mente. Mentre, se pensiamo a Facebook, ecco che ci avviciniamo al blu tipico di questo Social Network. Anche i colori sono importanti e diventano parte dell’immagine che l’azienda vuole offrire di sé.
  • Il tono di voce. Ci sono aziende che puntano tutto sulla professionalità: prova ad immaginare di interfacciarti con il mondo degli avvocati, degli assicuratori e di quanti necessitano di partner al loro fianco che fanno della competenza il loro valore aggiunto. Sicuramente, il tuo tono sarà più risoluto e autoritario rispetto a chi deve rapportarsi con aziende di dolciumi, giocattoli, che si incuriosiscono con un livello di marketing più “leggero”. Come puoi constatare, il tono che la tua impresa assume quando lancia i suoi messaggi al pubblico è elemento fondamentale dell’immagine aziendale.

Proprio per la molteplicità di aspetti che tocca, la strategia per comunicare l’immagine della tua azienda deve essere pensata nei minimi dettagli. In tutto questo, l’Inbound Marketing può davvero rappresentare il tuo cavallo di battaglia.

Migliora la tua immagine aziendale con NetStrategy! Scopri come!

Cos’è l’Inbound Marketing?

Uno degli strumenti principali che l’azienda ha tra le sue mani per raggiungere l’obiettivo di costruire e fortificare la propria immagine aziendale è l’Inbound Marketing: si tratta di un metodo innovativo rispetto al marketing tradizionale e che, se svolto con cura in ogni suo passo, può portare l’impresa sotto i riflettori e comunicare i suoi veri valori.

inbound marketing cos'èL’Inbound Marketing agisce in modo differente rispetto ai metodi di marketing tradizionali: mentre un volantino che piomba sulla testa di un qualunque consumatore ha lo scopo di incuriosirlo e spingerlo ad entrare nel negozio, con l’Inbound Marketing è il consumatore a trovare l’azienda, sulla Rete. Attraverso, quindi, una serie di step, la tua attività potrà rispondere alle diverse esigenze del potenziale cliente, instaurare una relazione con lui e, alla fine, spingerlo delicatamente all’acquisto. Successivamente, poi, prenderà il via la fase di “delight”, che consentirà di arrivare ad una fidelizzazione del cliente. In tutto questo processo, potrai evidenziare le caratteristiche che ti contraddistinguono dai tuoi competitor e mostrare la tua professionalità. Tutto questo potrà aiutarti a comunicare la tua immagine aziendale.

Vuoi saperne di più riguardo l’Inbound Marketing? Eccoti alcuni articoli che approfondiscono la tematica:

Dopo aver scoperto di tutto e di più sull’Inbound Marketing, siamo pronti ad affrontare il nostro viaggio: in che modo questa strategia di marketing potrà rappresentare la mossa vincente per comunicare la tua immagine aziendale? 

#1 L’Inbound Marketing ti aiuta a rivolgerti al pubblico giusto: il tuo Buyer Persona

buyer persona immagine aziendale-1Non puoi lanciare un messaggio specifico relativo alla tua azienda, se non sai chi vuoi colpire veramente. Sarebbe come sparare su una folla di migliaia di persone e sperare di colpire il proprio nemico: è quello su cui si punta quando si realizzano spot per Mediaset o per la Rai. La concezione primaria dell’Inbound Marketing è, però, diversa da quella tradizionale e tutto prende il via con la definizione del tuo Buyer Persona. È fondamentale, infatti, sapere qual è il tuo target ideale per potergli comunicare al meglio la tua brand identity. Senza questo step, sarebbe come se un’azienda che produce collant da donna, cercasse di arrivare anche al pubblico maschile. Sarebbe poco efficace e probabilmente le campagne di marketing finirebbero con il risultare un fallimento, non credi?

Per poter rendere positiva la tua immagine aziendale, tutte le  strategie di marketing devono improntarsi verso il tuo target di riferimento: le persone non si sentiranno coinvolte, se non riuscirai a fare breccia nel loro cuore con prodotti e contenuti creati appositamente per loro. Dopo aver definito il tuo Buyer Persona, saprai perfettamente chi sono coloro a cui ti rivolgi, qual è la loro età, la loro zona di residenza, la loro composizione familiare, il loro lavoro e cosa vogliono dalla tua impresa. A questo punto, potrai finalmente iniziare a veicolare messaggi specifici, che arrivino come enormi cartelli luminosi ad utenti che davvero potrebbero acquistare nella tua azienda, senza mirare anche a coloro che al momento non necessitano del tuo aiuto e a cui tu risulteresti un fastidio. Il fatto di definire un Buyer Persona ti permetterà, quindi, di essere riconosciuto dal tuo target e di improntare nei loro confronti una strategia per comunicare al meglio la tua immagine aziendale.

Vuoi conoscere nel dettaglio come realizzare il tuo Buyer Persona? Leggi il nostro articolo dedicato, dal titolo “Guida ai Buyer Persona: cosa sono e come crearli passo dopo passo” o guarda il video tutorial collegato!

#2 L’Inbound Marketing ti permette di creare un “salotto online” per la tua azienda

Il sito è la parola chiave dell’Inbound Marketing: l’intera strategia e, quindi, anche il modo di comunicare la tua immagine aziendale, passa da lì. È per questo che possiamo dire che la tua piattaforma online è il volto della tua impresa, la rappresentazione di te che dai a tutti quei tuoi potenziali clienti che non possono venire a visitarti dal vivo. Per farti capire meglio, si può dire che, se il tuo brand rappresenta la tua casa, il tuo sito è il salone in cui accogli i tuoi ospiti: è per questo che dev’essere pulito, ordinato, chiaro. E, soprattutto, deve mostrare fin da subito la tua personalità, i tuoi valori, ciò che ti contraddistingue rispetto a tutti gli altri.

Sulla base di questa consapevolezza, prova a pensare: il sito della mia impresa è ben fatto? Risulta user friendly, è veloce sia da desktop che da smartphone e non spazientisce l’utente? Si intuisce perfettamente il messaggio che voglio lanciare? Se hai risposto “no” ad almeno una di queste domande, cerca di rimediare il prima possibile!

salottoSulla base di tutto ciò che abbiamo detto finora, il logo, il colore e il tono di voce che vuoi dare alla tua impresa devono essere presenti all’interno di ogni pagina del tuo sito. Per fare un esempio, proviamo a visitare il sito di Coca Cola Italia. Fin da una prima occhiata si entra appieno nel mondo dell’azienda di bibite più famosa al mondo: il rosso e il bianco dominano appieno la scena, e, fatalità, sono proprio i colori che Coca Cola ha fatto suoi. Il logo è presente in alto ed è la prima cosa che appare al caricamento di ogni singola pagina. Giusto per non dimenticare di essere sul suo sito. Le immagini presenti richiamano principalmente ragazzi che bevono Coca Cola e la famiglia, che normalmente è ritratta a tavola. Il messaggio, a questo punto, è chiaro: per unire grandi e piccoli c’è una sola soluzione, una buona bottiglia di Coca Cola!

Questo è il modo giusto di fare marketing. Questo è il modo migliore per poter dare un’immagine della tua azienda, offrirla a tutto il mondo ed essere riconosciuto nell’immediato. Ovviamente, non tutte le imprese sono Coca Cola e non tutte le aziende possono rivolgersi alla propria clientela in modo leggero. Ma l’importante è: riuscire a mostrarsi per quello che si è, per quello che si fa, attraverso il proprio sito. Una piattaforma online anonima è come un salotto d’attesa per i tuoi ospiti privo di qualsiasi elemento personalizzante: nessun quadro, nessuna fotografia, nessun mobile, nessun tappeto. Tutto resta nell’anonimato e non produce alcun effetto nel visitatore.

La progettazione del sito rappresenta il primo tassello per la realizzazione di una campagna di Inbound Marketing efficace: al suo interno potrai costruire un percorso che, proprio come la mappa del tesoro, spinge l’utente esattamente nelle pagine che ti sembrano più indicate per potergli mostrare il tuo valore aggiunto.

Migliora la tua immagine aziendale con NetStrategy! Scopri come!

#3 L’Inbound Marketing consente alla tua azienda di essere visibile

seo immagine aziendalePartiamo dal presupposto che è inutile avere un sito efficace, se l'utente non lo si riesce a trovare. Sarebbe come costruire un palazzo nel bel mezzo del deserto e sperare di sentire suonare il campanello per poter fare due chiacchiere con qualcuno: per quanto la tua casa sia bella, grande, dotata di tutti i comfort, se abiti nel deserto, sarà difficile udire DIN DON, almeno che non sia un cammello a voler parlare con te.😉 L’Inbound Marketing ti aiuta anche in questo senso: ormai tutte le aziende hanno un proprio sito web. Ciò che distingue quelle che lo sfruttano con successo e quelle che si lamentano perché è inefficace, è principalmente il fatto di attuare o meno l’indicizzazione e l’ottimizzazione SEO. Si tratta del primo, vero, step dell’Inbound Marketing, che ti permette di risultare visibile agli occhi dei motori di ricerca: grazie all’utilizzo di parole chiave per la tua azienda da inserire all’interno di meta title e meta description e delle pagine e dei contenuti del tuo sito, ad un’attività di link building e ad altri accorgimenti, Google potrà capire di cosa ti occupi e posizionarti tra i suoi risultati.

Allo stesso modo, questa strategia di marketing può sfruttare anche il Social Media Marketing, che ti permette di entrare in contatto con un pubblico decisamente ampio, che decide autonomamente di supportarti su Facebook e Instagram. Altri modi per portare traffico al tuo sito e per poter rendere maggiormente efficace l’Inbound Marketing riguardano l’email marketing, SMS marketing e annunci sponsorizzati, su Google AdWords o Facebook Ads. Tutte queste attività accelerano enormemente il processo di acquisizione di un’immagine aziendale, permettendo alla tua impresa di essere visibile su molteplici canali che mirano tutti al tuo sito, il vero punto cardine dell’intera strategia.

Desideri conoscere più a fondo il mondo dell’ottimizzazione SEO? Di seguito trovi una serie di articoli che approfondiscono la tematica. Buona lettura!

#4 L’Inbound Marketing si fonda sulla formazione dei tuoi visitatori

Il content marketing rappresenta una delle attività per eccellenza dell’Inbound Marketing: realizzare contenuti non ti aiuta solo nell’ottica della SEO, per migliorare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca, ma anche per riuscire a colpire fino in fondo l’esigenza dell’utente.

Proviamo a fare un esempio: per quale motivo un utente dovrebbe avvicinarsi alla tua impresa, che produce scarpe da calcio? Probabilmente, perché gestisce una società sportiva e necessita di scarpe di questo tipo per i suoi atleti. Se la società, poi, non è neonata ma esiste da qualche anno, perché mai dovrebbe cambiare la propria azienda fornitrice di scarpe da calcio? Per esempio, quest’ultima potrebbe aver chiuso i battenti. Oppure, potrebbe aver rincarato i prezzi. O, addirittura, la società potrebbe essersi accorta che le scarpe da calcio di quest’azienda durano solo il tempo di una stagione, mentre altrove riescono a resistere addirittura 3 anni. L’Inbound Marketing, grazie alla sua attenzione nei confronti dei contenuti – fondamentali per portare a termine con successo la strategia – ti permette di porti domande profonde sulle esigenze degli utenti che da Google o dai Social atterrano sul tuo sito. E di soddisfarle.

content marketing immagine aziendaleGrazie al blog, ai video, alle guide specifiche e personalizzate a seconda degli interessi, del settore e delle problematiche dell’utente a cui ti rivolgi, riuscirai a cogliere il suo “mal di pancia” e, quindi, potrai mostrargli la soluzione che puoi offrirgli. In questo caso, potresti scrivere un articolo dal titolo: “È già settembre, la stagione sportiva sta per cominciare, e tu non hai ancora le scarpe per i tuoi atleti?”, mostrando i tuoi prodotti, oppure “Desideri scarpe da calcio che durino anni ed anni per la tua squadra?”, descrivendo le caratteristiche delle tue scarpe da calcio. Con un uso congeniale di contenuti specifici all’interno del tuo sito, una volta entrato nel sito, l’utente si troverà di fronte ad una vasta scelta di informazioni gratis e, se i contenuti saranno di suo gradimento, sentirà la voglia di girovagare nella tua piattaforma ed ispezionare ogni modello di scarpe da calcio, rilasciandoti i suoi dati. In questo modo, sarai certo di aver attirato la sua attenzione. Da questo momento in poi, sarà tuo compito spingerlo delicatamente verso l’acquisto.

Oltre ad aver acquisito un nuovo cliente e aver rimpolpato il tuo portafoglio, gli avrai dimostrato di essere professionale e, dopo 3 anni, quando avrà di nuovo bisogno di scarpe da calcio, si ricorderà del tuo marchio, della buona esperienza vissuta nella tua azienda e comprerà di nuovo da te. Riassumendo il tutto, l’Inbound Marketing ti aiuta nell’approccio con il cliente, che non deve essere principalmente di vendita, ma di supporto: crei e pubblici contenuti che informano e istruiscono; condividi il tuo punto di vista e dai suggerimenti importanti; rispondi alle domande prima ancora che vengano poste e riferisci ai tuoi potenziali clienti qualcosa che loro non sanno. In questo modo puoi dimostrare la tua leadership di pensiero e l'esperienza in materia, creando fiducia nell’utente e divenendo per lui una risorsa e un consulente di valore, concetto ben diverso dal classico “imprenditore che vuole vendere”, non credi?

Migliora la tua immagine aziendale con NetStrategy! Scopri come!

#5 L’Inbound Marketing rende unica ed inimitabile la tua value proposition

value proposition immagine aziendaleSu Internet ogni impresa che studi a fondo le proprie strategie di marketing può far sapere al mondo le proprie qualità. Come fare, allora, in un mondo così pieno di voci che si contrastano a vicenda, ad essere l’azienda con il tono più sicuro, in grado di fare silenzio attorno a sé? Quando immagino questo concetto, la mia mente mi riporta sempre a quelle scene di film in cui un gruppo di persone litiga e, ad un certo punto, si avvicina uno sconosciuto che urla: “Basta!”. Ebbene, nonostante tutt’attorno ci siano caos e grida, basta una sola parola, pronunciata in modo autoritario, per far tornare il silenzio più assoluto. Ecco, l’Inbound Marketing ti aiuta ad essere così unico ed inimitabile da permetterti di individuare la tua nicchia competitiva, in maniera tale da differenziarti rispetto alla tua concorrenza.

Proprio per le caratteristiche di questa strategia evoluta di marketing, sei costretto a guardare dentro la tua impresa e a trovare quella che viene definita “value proposition”, ossia una “proposizione di valore”. Si tratta di quella qualità che ti permette di distinguerti rispetto a tutti gli altri e di comunicare la tua immagine aziendale. Non serve che tu sia una startup per dimostrare che sei “diverso” ai tuoi potenziali clienti: ti basta solo guardare la tua azienda dall’alto e chiederti cosa potrebbe fare così rumore da zittire la concorrenza. A questo punto, so già che risponderai: “professionalità, competenza, qualità dei prodotti”. Ma non ci siamo. Sono valori troppo comuni e risposte troppo scontate. La tua proposta di valore corrisponde ad una qualità ancora più profonda, alla cura che sei in grado di offrire per guarire il mal di pancia dell’utente. Di norma, la proposizione di valore è espressa in un messaggio ridotto e presenta numeri concreti per risultare più incisiva. Per esempio, la proposta di valore della nostra azienda che vende scarpe da calcio e si rivolge alle società sportive: “Il 90% delle Associazioni Sportive che si sono rivolte a noi si dichiara soddisfatto dei nostri prodotti. Le nostre scarpe durano il 30% in più rispetto a quelle di tutti gli altri marchi. E costano uguale”. Stiamo parlando della vera essenza della tua impresa, del motivo per la quale hai deciso di fondarla e della risposta che tu daresti ad un utente che ti chiede: “Perché dovrei scegliere la tua azienda e non le altre 10.000 presenti là fuori?”.

L’Inbound Marketing conduce i visitatori in un processo che viene generalmente diviso in 4 fasi: attirare, convertire, concludere, deliziare. Infatti, al contrario di ciò che succede con i tradizionali metodi di marketing, la tua azienda non punterà più solo alla vendita, ma soddisferà appieno i bisogni e i dubbi dell’utente, sia che esso si trovi all’inizio del suo processo decisionale (detto anche Buyer’s Journey) e abbia ancora le idee confuse, sia che si trovi ad un passo dall’acquisto. Durante tutto questo lungo cammino verso un incremento delle vendite, l’Inbound Marketing mette in prima pagina la tua value proposition, e, di conseguenza, l’utente saprà bene perché ti vuole e perché deve scegliere te e non i tuoi competitor. In questo modo, al momento cruciale dell’acquisto, riuscirai a soddisfare alla perfezione le sue esigenze. La conseguenza? Un’immagine aziendale positiva, che possa così permetterti di attirare nuovi clienti e di diffondere il tuo brand oltre ogni confine, grazie ad una strategia che opera online e non più offline.

Conclusione

In questo articolo abbiamo visto cos’è l’immagine aziendale, in cosa consiste e, soprattutto, come riuscire a comunicarla al meglio. L’immagine aziendale è la percezione che il consumatore prova nei confronti di un marchio: per questo, più è positiva, maggiori saranno le possibilità di essere riconosciuti in un territorio ampio e di attirare nuovi clienti. In quest’ottica, l’Inbound Marketing può divenire la soluzione migliore: questo modo innovativo di fare marketing, ti consente di rivolgerti solo al tuo pubblico di riferimento e, quindi, di non sparare sulla folla nella speranza di colpire la persona giusta. Inoltre, l’Inbound Marketing ti porta a prestare maggiore attenzione al tuo sito, che funge da “salotto online” in cui approdano i tuoi visitatori: dev’essere user friendly, veloce, intuitivo e, soprattutto, rappresentare appieno il logo, il colore, il tono di voce della tua attività. In poche parole, dev’essere lo specchio della tua attività. L’Inbound Marketing ti consente di essere visibile ad un pubblico ampio, oltre i classici confini che si possono raggiungere con i metodi di marketing tradizionali, e di istruire e informare l’utente tramite contenuti personalizzati. Infine, l’intera strategia fa leva sulla tua “value proposition”, ossia il tuo punto forte, quello che ti contraddistingue da tutti gli altri. Grazie all’Inbound Marketing, l’utente che approda sul tuo sito dai motori di ricerca, dagli annunci sponsorizzati o dai Social Network, viene spinto all’acquisto tramite 4 step principali, in grado di rispondere appieno ad ogni sua esigenza. Di conseguenza, vivrà un’esperienza ottima all’interno della tua azienda e la tua immagine aziendale migliorerà in maniera esponenziale.

Sei curioso di sapere a che risultati può portare l’Inbound Marketing nella tua impresa? Contattami direttamente o prenota una consulenza!

Migliora la tua immagine aziendale con NetStrategy!

Share This Article

Alessandro Agnoli

Laureato in comunicazione e diplomato in design, Alessandro è il talento artistico di NetStrategy®. Grazie ad un passato trascorso con importanti agenzie di comunicazione e un master in Social Media Marketing, Alessandro ha potuto approfondire le strategie più persuasive per una comunicazione efficace e rivolta al futuro. Esperto comunicatore, Alessandro riesce a coniugare la passione per la scrittura con quella del design formando un binomio vincente all'interno di NetStrategy®.

Leave A Comment