Mancano idee per attirare nuovi clienti? Ecco 10 spunti da attuare subito!

In determinate situazioni e nei periodi di crisi economica può capitare che un'azienda fatichi a trovare nuovi clienti.

Questa problematica può derivare da molteplici cause differenti tra loro. Tuttavia, ci sono alcuni tratti comuni nelle diverse origini della mancanza di clienti e, soprattutto, ci sono alcuni input che gli imprenditori possono adottare per fronteggiare il problema. Ecco 10 spunti per attirare nuovi clienti!

Contenuti in breve:

#1 Search Engine Optimization: SEO

Il primo step per attirare nuovi clienti è fare in modo che persone che io non conosco riescano a trovare il mio sito aziendale. Come faccio ad essere trovato online? Attraverso una strategia di SEO, ossia quell’attività che mi permette di far trovare il mio sito a nuovi potenziali clienti, SEO sta per Search Engine Optimization e, in pochissime parole, indica tutte quelle attività volte al posizionamento del proprio sito sui motori di ricerca. L’indicizzazione SEO e la successiva ottimizzazione permettono al sito aziendale di essere visibile a Google e co. e, di conseguenza, di ottenere un ranking. Grazie a questo, potrai essere trovato dagli utenti quando effettuano una ricerca specifica, per determinate parole chiave.

Facciamo un esempio per rendere tutto più comprensibile: gestisci una gioielleria di paese, il cui bacino geografico è delimitato unicamente alle persone della zona che ti conoscono. Il tuo obiettivo aziendale potrebbe essere quello di espandere i tuoi confini e poter vendere i tuoi gioielli anche a coloro che non abitano nella tua città. Ecco, la SEO entra in gioco proprio per farti raggiungere questo obiettivo e potrebbe farti trovare per la parola chiave “gioielli donna”: in questo modo potresti ampliare notevolmente il tuo bacino d’utenza, richiamando utenti da tutto il mondo.

Tutto il processo di SEO prende il via con l’analisi delle parole chiave efficaci per le quali posizionare il tuo sito. Successivamente, l’aggiornamento costante dei contenuti del tuo sito e una solida attività di link building (alcune tra le attività principali della SEO) ti consentiranno di essere trovato dagli utenti e potrai, quindi, mostrare loro cosa sai fare e la tua professionalità.

Consiglio bonus: fai attenzione alle parole chiave per le quali decidi di posizionarti! Utilizza, a questo proposito, Google Keyword Planner per aiutarti nella ricerca delle keyword migliori per la tua azienda.

Hai già qualche domanda?

Prosegui la lettura. Ma se non vedi l’ora di chiacchierare con noi, raccontaci qual è il tuo progetto.

#2 Il Content Marketing

Quando vediamo fallire davanti ai tuoi occhi ogni tentativo per attirare nuovi clienti attraverso il nostro sito, significa che c’è qualcosa che non funziona. In questi casi, è opportuno fermarsi e cercare le lacune del tuo sito aziendale per poterle colmare. In questo contesto, potresti notare che l’attività di Content Marketing è praticamente inesistente. Cos’è il Content Marketing? Si tratta del principale “driver” di clienti organici – ossia provenienti dai motori di ricerca – all’interno del tuo sito aziendale. È un’attività che sfrutta i contenuti – testuali, visivi e di altri tipi – presenti all’interno di un sito per attirare nuovi clienti. 

Anche se non gestisci un e-commerce, se hai investito tempo e denaro nella realizzazione di una piattaforma online per la tua azienda, è perché ne hai intuito l’importanza, sia a livello di immagine aziendale, sia a livello di “traghettatore” di nuovi clienti per il tuo business. Entrambi gli obiettivi risultano nulli e irraggiungibili senza una strategia di Content Marketing, il cui mezzo principale è quello del blog, che ti permette, attraverso la pubblicazione di articoli interessanti per il tuo pubblico, di dimostrare loro che sei competente nel tuo ambito e che vuoi soddisfare le loro esigenze. Molte imprese che sono nate e cresciute a livello offline, sono riuscite a diventare famose in tutto il mondo grazie al blog aziendale: è per questo che non puoi pensare di sfruttare al meglio tutte le potenzialità di un sito efficace senza adottare una strategia di Content Marketing!

Curioso di conoscere di più quest’attività? Leggi la nostra guida dedicata all’argomento: “Guida al Content Marketing: come farlo funzionare in 4 mosse”.

Consiglio bonus: quando realizzi il tuo blog, ricordati di tenere monitorate le visite ad ogni singolo articolo, tramite Google Analytics. In questo modo, potrai facilmente intuire se stai trattando gli argomenti giusti, ossia se risultano interessanti ad un pubblico vasto; se ti stai posizionando per parole chiave efficaci o se sono troppo generiche o poco ricercate; quali topic attraggono maggiormente l’attenzione dei visitatori e, quindi, quali argomenti tralasciare e quali approfondire.

#3 Inbound Marketing

L’Inbound Marketing è un metodo innovativo di fare marketing, che non sfrutta tanto la voglia di vendere, quanto quella di educare l’utente. In questo contesto, vengono realizzati all’interno del sito aziendale contenuti specifici a seconda dello step del processo decisionale in cui si trova l’utente: se si trova all’inizio, dovrà essere principalmente informato in modo generico; se si trova a metà, potrai cominciare a stuzzicarlo con idee e contenuti personalizzati. Se, invece, è alla fine del suo processo e ad un passo dall’acquisto, sarà tuo compito mostrargli i dettagli dei tuoi prodotti e il beneficio che potrà trarre dall’affidarsi alla tua azienda.

Questa è una delle strategie di marketing più efficaci, in quanto, al giorno d’oggi, l’utente richiede di toccare con mano la professionalità di un’azienda, prima che messaggi continui di vendita e sconti e promozioni. Grazie all’Inbound Marketing, l’utente riuscirà a mettersi appieno nelle tue mani, verrà istruito e, successivamente, individuerà nei prodotti che offri quello che è più congeniale alle proprie esigenze e, dopo l’acquisto, promuoverà la tua azienda, tramite passaparola e recensioni positive online. Per questo, se vuoi convertire in modo efficace i visitatori del tuo sito in clienti, l’Inbound Marketing fa al caso tuo: realizza un piano editoriale con argomenti specifici per ogni passo dell’utente all’interno del Buyer’s Journey e conducilo, step by step, verso l’acquisto. Grazie a questo metodo di marketing, riuscirai ad attirare innumerevoli nuovi clienti!

Consiglio bonus: per un risultato ottimale della tua strategia, affidati ad un’Inbound Marketing Agency. I professionisti del settore analizzano, attraverso strumenti specifici, il volume di ricerca delle diverse parole chiave e scelgono per te quelle che risultano più adatte a portarti nuove vendite. Provare per credere!

#4 Social Media Marketing

È inutile girarci attorno, al giorno d’oggi la presenza sui Social Network, anche e soprattutto per un’azienda, è fondamentale. Si tratta, infatti, di piattaforme in cui si connettono, ogni giorno, miliardi di utenti e, di conseguenza, possono divenire strumenti utilissimi nella causa di richiamare nuovi utenti nel sito e, soprattutto, nuovi clienti.

L’obiettivo principale del Social Media Marketing è quello di sfruttare i Social Network per ottenere maggiore visibilità e costruire una brand awareness, ossia la consapevolezza del marchio: l’utente riconosce il brand e sa in che modo si distingue dalla concorrenza. Tutto ciò porta ad un maggior afflusso di visitatori nel sito, che poi, attraverso l’Inbound Marketing, vengono spinti delicatamente all’acquisto. Inoltre, questi canali consentono di avere feedback immediati riguardo la propria attività, i propri prodotti e i propri servizi: tutto ciò permette di migliorare fin da subito gli aspetti che i potenziali clienti considerano negativi.

Consiglio bonus: ricorda di trovare il Social Network che risulta più congeniale alla tua attività: ogni azienda ha il proprio canale prediletto, quello che le permette di attirare il maggior numero di utenti. Per esempio, un hotel troverà più efficace Instagram, per rendere evidenti a primo impatto le particolarità di ogni singola stanza della struttura.

#5 Email Marketing

Una delle idee più efficaci nell’ottica di trasformare potenziali clienti in clienti è l’attività di email marketing, che ti permette di mantenere alta l’attenzione dell’utente anche quando non è ancora pronto per l’acquisto. Come abbiamo detto precedentemente, infatti, il visitatore di un sito può trovarsi in uno stadio preciso del processo decisionale: non tutti, purtroppo, presentano fin da subito le idee chiare e sono pronti ad acquistare. Sarebbe tutto troppo facile e, soprattutto, bello, vero? È per questo che è importante attuare attività come l’email marketing, che non devono essere, ovviamente, orientate alla vendita ma all’educazione dell’utente.  

Partiamo dal presupposto che, quando avvii un’attività di questo tipo, sei già a buon punto: l’utente si è fidato di te e ti ha lasciato il suo indirizzo di posta elettronica. In questo momento, si tratta solo di continuare a solleticare la sua curiosità: prendi spunto dai suoi comportamenti all’interno del sito (ha scaricato qualche offerta specifica? Se sì, su che argomento?) per proporgli contenuti simili: video tutorialarticoli del blog correlati, infografiche. In questo modo, otterrai un doppio benefit: prima di tutto, il tuo brand rimarrà impresso nella mente dell’utente e non verrà dimenticato tra le migliaia di cose a cui deve pensare quotidianamente; contemporaneamente, lo condurrai, email dopo email, all’acquisto, dopo essere stato ammaliato con video e altri contenuti interessanti.

Consiglio bonus: se senti il timore che l’attività di email marketing possa portarti via troppo tempo, sappi che al tuo fianco hai una valida aiutante: si tratta della marketing automation, sistema automatizzato di invio delle email, anche personalizzate, in base agli interessi dell’utente.

#6 Search Engine Marketing: SEM

È sicuramente la strategia più veloce ed immediata per attirare nuovi clienti: il SEM, Search Engine Marketing, ti permette di realizzare annunci sponsorizzati a pagamento per la tua attività: paghi il motore di ricerca per essere posizionato in alto al suo interno. Infatti, grazie a questi annunci, per determinate parole chiave, il tuo sito appare sulla SERP (Search Engine Page Results, la pagina dei risultati del motore di ricerca), tra le prime posizioni, e, quindi, acquisisce visibilità. I diversi annunci risulteranno pertinenti alla keyword da lui inserita e corrisponderanno ad una risposta immediata alla sua domanda: potrai, di conseguenza, mettere in risalto i tuoi prodotti, i tuoi servizi, quali sono gli obiettivi e le attività della tua azienda. A questo punto, una volta entrato nel tuo sito, l’utente si informerà, verrà educato e, successivamente, sarà pronto per l’acquisto.

Consiglio bonus: per ogni annuncio realizzato, analizza tutte le metriche che hai a disposizione (per esempio, il CTR, ossia il rapporto tra quanti vedono l’annuncio e quanti ci cliccano sopra per entrare nel tuo sito) per capire se la tua strategia sta funzionando. Eventualmente, modifica in corso d’opera l’annuncio per renderlo il più efficace possibile!

#7 Remarketing

Quella del remarketing è una strategia che sta prendendo particolarmente piede. Si tratta di un’attività che, come dice il nome stesso, riporta l’utente alla fonte: in pratica, attraverso una serie di annunci visualizzabili in diversi siti, un ex visitatore del tuo sito riesce a ricordare la tua attività e viene spinto a rientrarci.

Questa è un’attività fondamentale da attuare, soprattutto quando noti che molti utenti entrano nel tuo sito per poi uscire per sempre. Ricorda che non è detto che un visitatore se ne vada solo perché non gli sei piaciuto: nel frattempo, potrebbe essere stato colto da un imprevisto – economico o non – che non gli ha permesso di proseguire nel suo processo decisionale e l’ha portato ad abbandonare l’idea di acquistare. È proprio nell’ottica di mettergli un cartello davanti con la scritta: “Ehi! Ricordi di aver cercato quel prodotto specifico? Vieni a trovarmi, posso offrirtelo con un super sconto!” e, di conseguenza, di riaccendere la fiamma della curiosità che si era spenta, che nasce il remarketing. Sfruttalo al meglio: ti sorprenderà sapere quanti nuovi clienti riuscirai a portare nella tua azienda!

Consiglio bonus: non presentare i medesimi annunci a tutti i tuoi visitatori. Ognuno, infatti, entra nel tuo sito con uno scopo ben preciso e non è detto che tutti vogliano la stessa cosa dalla tua azienda. Per questo, il remarketing ti permette di segmentare il tuo pubblico e di mostrare ad ogni utente l’annuncio perfetto per lui. Sfrutta quest’opzione per cogliere appieno il suo bisogno e fargli capire che solamente tu puoi soddisfarlo!

#8 Customer Service

Fino ad ora, le nostre efficaci idee per attirare nuovi clienti riguardavano perlopiù strategie da attuare all’interno del sito per poter richiamare l’attenzione dell’utente. Ora facciamo un ulteriore passo in avanti e ci chiediamo: cosa non deve mancare nella tua attività per condurre più facilmente un potenziale cliente alla vendita? Dal mio punto di vista, un elemento indispensabile è rappresentato da un servizio clienti efficiente: abbiamo detto fino ad ora che l’utente, nell’era dominata da Google e dagli altri motori di ricerca, non cerca più un prodotto da acquistare, ma vuole essere educato ed informato prima di tirare fuori il portafoglio.

 In quest’ottica, poter disporre di un customer care che si prenda cura di lui, prima, durante, dopo l’acquisto è senz’altro un valore aggiunto per la tua attività. Non serve che ci sia una persona specifica addetta a parlare con il potenziale cliente (anche se, ovviamente, sarebbe meglio): puoi semplicemente sfruttare WhatsApp Business, con il quale i visitatori interessati possono mettersi in contatto con te e richiederti informazioni, esponendo le proprie perplessità. Si tratta di un ulteriore modo per mettere in mostra le tue competenze e riuscire a conquistare la loro fiducia!

Consiglio bonus: se decidi di gestire autonomamente il servizio clienti, ricordati di destinare un tot di ore preciso al giorno a quest’attività. L’utente, infatti, si aspetta che tu risponda in modo rapido e se non lo farai, potrebbe scappare nel sito del tuo competitor!

#9 Promozioni sul primo acquisto

È inutile girarci attorno, quando si vuole trasformare un visitatore in un cliente uno dei “must” riguarda sconti, promozioni, offerte. Il tuo obiettivo dev’essere quello di incuriosire e stuzzicare l’utente a tal punto da condurlo ad effettuare il suo primo acquisto all’interno della tua attività. Da qui in poi, attraverso le attività di fidelizzazione del cliente e un’ottima user experience, riuscirai a farlo tornare spesso e volentieri. Cosa fare, dunque, per invogliarlo ad acquistare? Una delle strategie principali, a questo proposito, è la promozione sul primo acquisto: se possiedi un e-commerce, puoi inserire le spedizioni gratis per i nuovi clienti. Se il tuo, invece, è semplicemente un sito vetrina, puoi realizzare un coupon specifico da mandare tramite posta elettronica e da presentare in azienda. Non sottovalutare il potere delle promozioni: ti permettono di realizzare delle vere e proprie “esche” per trasformare i visitatori del tuo sito in clienti.

Consiglio bonus: realizza un piano di marketing efficace, in cui consideri preventivamente quanto le promozioni che vorresti mettere in atto possano incidere sul tuo fatturato. In questo modo, non ti troverai nelle condizioni di dover fare dietrofront durante la tua attività perché certi sconti non convengono alle tue tasche!

#10 Offri di più rispetto ai tuoi competitor

Eccoci giunti alla fine del nostro percorso attorno alle 10 idee per attirare nuovi clienti. Dopo aver visto i metodi principali per attirare nuovi visitatori e stuzzicarli con promozioni e offerte, spingendoli al primo acquisto, siamo giunti ad un nuovo punto focale: quello in cui tu metti in mostra le tue qualità e offri di più rispetto ai tuoi competitor. Al contrario di quanto puoi pensare, soprattutto se la tua concorrenza è rappresentata da un’azienda grande e ben strutturata, non serve copiare i suoi comportamenti: trova il beneficio, quel valore aggiunto che tu puoi dare rispetto alle altre attività del tuo settore, ed evidenzialo. L’utente non è stupido: al momento di acquistare, sa fiutare perfettamente dove, a parità di prezzo, troverà maggiore qualità e una risposta soddisfacente alla propria esigenza. Per esempio, se gestisci una gioielleria, perché non offri annualmente il servizio di pulizia dei gioielli? Si tratta di un’operazione che non ti impiega troppo tempo e che può davvero attirare l’attenzione di molti, che, indecisi tra te e la storica gioielleria della zona, ripiegheranno sulla tua attività.

Consiglio bonus: realizza una “value proposition” per il tuo sito. Si tratta di uno slogan, composto da poche parole e normalmente intriso di numeri e statistiche, che mette in mostra il benefit a cui l’utente può accedere acquistando all’interno della tua azienda.

In conclusione

In questo articolo abbiamo visto 10 idee per attirare nuovi clienti. Alcune, in particolare, sono da intendersi come acquisizione di visibilità e posizionamento online e, di conseguenza, permettono di far arrivare sul sito nuovi utenti da stuzzicare. Stiamo parlando di SEO e SEM: la prima strategia, che rappresenta un obiettivo a medio-lungo termine, consente alla piattaforma online di risultare visibile ai motori di ricerca e di ottenere un posizionamento tramite parole chiavi; la SEM ha obiettivi a breve termine, poiché si tratta di annunci sponsorizzati a pagamento, che vengono inseriti tra i primi risultati di Google e co. Assieme a queste 2 strategie, ci sono anche il remarketing, che riporta all’“ovile” i visitatori usciti dal sito e mai più rientrati, e il Social Media Marketing, che dai Social Network conduce gli utenti sulla piattaforma online. Una volta dentro il sito, gli user verranno spinti delicatamente all’acquisto tramite l’Inbound Marketing, il Content Marketing e l’avvio di un’attività di email marketing. Accanto a queste strategie, ci sono elementi indispensabili per poter risultare la soluzione migliore per soddisfare le loro esigenze: le promozioni sul primo acquisto – per esempio, coupon con sconti esclusivi –, un servizio clienti efficiente, in grado di rispondere alle loro domande e alle loro perplessità, e uno slogan – la cosiddetta “value proposition” – composto da poche parole, per mettere in mostra il benefit a cui il potenziale cliente può accedere acquistando nella nostra attività. Il risultato perfetto, ovviamente, si ottiene mescolando tra loro queste strategie e affidandosi ad agenzie di Web Marketing. Tuttavia, ognuna di queste attività, porta con sé la possibilità di attirare nuovi clienti e di risultare, quindi, fondamentale per aumentare il fatturato dell’azienda.

Sei curioso di conoscere più a fondo una o più attività di marketing di cui abbiamo parlato in questo articolo? Contattami direttamente o prenota una consulenza!

Stefano Robbi

Stefano Robbi

C.E.O. di NetStrategy. Appassionato di digital marketing con forte propensione all'analisi quantitativa dei dati, ha dato vita al cuore digitale di NetStrategy® nel lontano 2009. Alla passione e alle competenze maturate sul campo nell’ambito del search marketing, Stefano può accostare una formazione specifica di marketing strategico, acquisita nel M.Sc. in Marketing Management all'Università Bocconi e nella pregressa esperienza presso Microsoft Italia.

Inizia a fare marketing sul serio. Parla con NetStrategy