<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=955744661221576&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Il 16 agosto, 2018
Topic SEO

Non prendere in considerazione alcuna strategia per aumentare le visite sul tuo sito è come scrivere un libro e tenerlo nel cassetto del comodino con la speranza che venga letto. Un controsenso, vero? Eppure è proprio così: realizzare un sito per la tua attività che sia bello esteticamente e funzionale internamente risulta inutile se non fai qualcosa per attirare gli utenti. Esistono tante soluzioni che puoi adottare per rendere efficace il tuo sito: in questo articolo riassumiamo brevemente 8 di queste tattiche, sulla base della nostra esperienza. 

aumentare visite sito

Perché è importante aumentare le visite sul tuo sito?

aumentare visite sito 2Prova a pensare: cosa ti ha spinto ad investire tempo e denaro nella realizzazione del tuo sito? Qual è il fine ultimo di una piattaforma online, se non permettere di farti conoscere anche nel mondo vastissimo del web? E come puoi riuscirci se i tuoi competitor sfornano migliaia e migliaia di visite mensili e tu sei ancora fermo a qualche decina? Non preoccuparti! In questo articolo troverai le soluzioni che possono aiutarti ad incrementare il numero di utenti che arrivano sul tuo sito, esattamente come hanno aiutato i nostri clienti!

Allora, perché è importante aumentare le visite sul tuo sito? Prima di tutto, avere un buon séguito, ossia un buon gruppo di utenti che naviga nel tuo sito web, ti permette di mettere in mostra le tue qualità. Crei un mondo attorno al tuo marchio ed espandi il tuo mercato oltre i confini della tua città. Ciò ti aiuta anche a comunicare al meglio la tua immagine aziendale: il sito diventa la tua finestra sul mondo, nella quale esponi i tuoi prodotti migliori e il tuo modo di differenziarti dalla concorrenza.

Oltre a questo, più visite hai e meglio è anche nell’ottica di conoscere i comportamenti e gli interessi del consumatore indirizzato al tuo settore. Per fare un esempio, se gestisci una gioielleria, puoi constatare quale sia il materiale o il modello di gioielli in cui gli utenti si soffermano maggiormente: se noti che molti entrano nella pagina dedicata ai braccialetti d’oro e pochi in quella che parla dei braccialetti d’argento, potrai intuire che i primi suscitino maggiore interesse. Ciò non ti è utile solo nell’online, ma anche nella tua azienda fisica, perché saprai su cosa puntare per ottenere maggiori vendite.

Infine, aumentare le visite sul tuo sito ti offre maggiore visibilità e, soprattutto, maggiori probabilità di vendere. Riuscire ad essere trovati da utenti di tutto il mondo ti consente di proporre le tue soluzioni ad un pubblico vasto ma allo stesso tempo qualificato, in linea con la tua buyer persona: in questo modo ti sarà più facile proporgli esattamente ciò di cui necessita e, una volta soddisfatto, lo vedrai sicuramente tornare.

Vediamo ora 8 metodi per portare nuovo traffico al tuo sito!

#1 SEO, Search Engine Optimization

La SEO è il metodo più conosciuto per aumentare le visite su un sito. Di cosa si tratta? Il termine “SEO” sta per Search Engine Optimization, ossia ottimizzazione per i motori di ricerca: grazie a questa strategia di marketing puoi sfruttare il posizionamento su Google, Yahoo!, Bing per far sì che nuovi utenti qualificati possano raggiungerti.

Che cosa significa tutto ciò? Vediamolo con un esempio. Supponi di star cercando una collana per tua moglie, che a breve compirà gli anni. Prima di andare in gioielleria decidi di guardare cosa si trova su Internet. Cosa fai? Accendi il PC, apri Internet e digiti su Google “collana donna”. Ecco cosa appare:

aumentare visite collana donna

Ci sono 2 tipi di risultati: gli annunci “sponsorizzati” – ossia a pagamento – che sono i primi della lista (quelli con la scritta “ANN” di fianco), e quelli organici, che provengono da un’intensa attività di SEO. Gioiapura.it e stroilioro.com hanno ottimizzato il proprio sito affinché potessero comparire tra i primi risultati. È proprio lì, infatti, che cade l’occhio dell’utente che sta cercando di soddisfare il proprio bisogno: notando questi due risultati e cliccandoci sopra, riuscirai ad incrementare il numero delle loro visite e se troverai la collana perfetta per tua moglie loro potranno vantare una nuova vendita.

Ma come si svolge la SEO? Tutto inizia con l’analisi delle parole chiave efficaci per la tua azienda. Facciamo finta che tu gestisca una gioielleria in centro a Genova. Per quale keyword vorresti comparire ai tuoi utenti? Stila una lista delle parole chiave che puoi associare alla tua attività, per esempio:

  • Collana donna
  • Collana d’oro
  • Collana d’argento.

Il tuo compito, da questo momento in poi, sarà quello di riuscire ad ottenere un posizionamento elevato sui motori di ricerca per le parole chiave che hai trovato. Ciò significa che non potrai dire che il tuo obiettivo sia raggiunto finché non ti troverai tra i primi risultati: tieni presente che durante una ricerca, di norma, un utente ignora le pagine dalla 2 in poi. Oltretutto, vengono preferiti i primi risultati o gli ultimi della prima pagina: quelli centrali passano perlopiù inosservati. La tua posizione ideale, quindi, oscillerebbe tra i primi 3 risultati e, al limite, gli ultimi 3, sempre della prima pagina. Solo in questo modo potrai essere certo che l’attenzione dell’utente non si volgerà verso i siti dei competitor.

In che modo puoi ottenere visibilità organica, ossia tramite motore di ricerca? Numerose sono le attività a cui fa capo la SEO. Puoi scoprirle in modo dettagliato negli articoli dedicati:

Il benefit della SEO. L’ottimizzazione per i motori di ricerca è una strategia di marketing che porta risultati duraturi. Quasi tutti, al giorno d’oggi, cerchiamo su Google la risposta al nostro bisogno: è proprio questo comportamento a rendere la SEO così importante per aumentare le visite al tuo sito. Essere presenti tra le prime posizioni su Google significa accaparrarsi una buona ondata di visibilità e possibilità di vendita. Attenzione! Si tratta di una metodologia con obiettivo a medio-lungo termine: il posizionamento elevato si ottiene con una strategia che va attuata per mesi e che comporta costanza, impegno e risorse.

Vuoi aumentare le visite sul tuo sito? Con NetStrategy puoi! Scopri come!

#2 SEM, Search Engine Marketing

Qual è la via più semplice per ottenere visibilità dai motori di ricerca senza dover aspettare mesi? Indubbiamente la SEM. Questo acronimo sta per Search Engine Marketing. Di cosa si tratta? È una strategia di marketing che ti consente di “pagare” i motori di ricerca per ricevere, in cambio, un posizionamento elevato.

Facciamo un esempio. In questo momento stai cercando un tagliaerba nuovo perché quello che hai si è rotto e l’erba del giardino sta crescendo a dismisura. Inserisci su Google la parola “tagliaerba” ed ecco cosa ti esce:

aumentare visite tagliaerba

Prima dei risultati organici, quelli generati da un processo di SEO, puoi notare la presenza di un altro tipo di annunci, quello con la scritta “ANN” di fianco. Questi sono risultati a pagamento. Tramite gli annunci a pagamento, agrieuro.com, amazon.it, leroymerlin.it e qualescegliere.it sono riusciti ad ottenere nel giro di poco tempo la prima posizione su Google. Il processo di SEM è molto simile a quello della SEO, in quanto si basa sempre sull’individuazione di parole chiave specifiche per la tua attività per le quali posizionarti. Da qui in poi si stabilisce un budget, ossia il tetto massimo di quanto vuoi spendere quotidianamente. Come si calcola il costo di una campagna di SEM? Di norma si parla di cost-per-click (CPC): in pratica, il costo della campagna dipende da quanti utenti cliccheranno sull’annuncio.

Qual è la piattaforma principale per svolgere attività di SEM? Numerosi sono i tool che ti permettono di realizzare annunci a pagamento. Ciononostante, il più noto è Google Ads, un servizio che Google mette a tua disposizione con lo scopo di farti raggiungere il maggior numero di utenti.

Tieni presente che, anche se per la SEM solitamente si intendono gli annunci a pagamento presenti sui motori di ricerca, ci possono essere anche altre tipologie di annunci: stiamo parlando dei banner pubblicitari che appaiono su siti che hanno elementi in comune con la tua azienda e di annunci video che compaiono su YouTube e altri siti partner di Google. 

Vuoi conoscere più a fondo la SEM? Ecco i nostri articoli dedicati a questo argomento:

Il benefit del SEM. Se non hai tempo di aspettare che Google posizioni in prima pagina nel lungo periodo i tuoi contenuti, la SEM fa decisamente al caso tuo! Si tratta di una strategia di marketing più costosa rispetto alla SEO; ciononostante, riesce a far raggiungere alla tua azienda importanti traguardi fin da subito. In questo modo hai la certezza di essere sempre tra i primi 4 risultati della prima pagina dei motori di ricerca. Ciò ti assicura l’aumento delle visite sul tuo sito in un lasso di tempo estremamente breve.

#3 I rich snippet

Nell’ottica di aumentare le visite dai motori di ricerca si inseriscono anche i rich snippet di Google, elementi apparentemente superficiali, che però possono combattere al tuo fianco questa battaglia. Che cosa sono? Si tratta letteralmente di “frammenti dettagliati”: di norma, nell’ambito dell’online, con “snippet” si indicano Meta Title e Meta Description, le due parti di cui si compone un tradizionale risultato su Google:

restyling sito meta title meta description-1

I frammenti dettagliati, come si può intuire dal nome stesso, arricchiscono di informazioni i risultati dei motori di ricerca. Vengono utilizzati principalmente per le ricette, ma negli ultimi tempi si stanno diffondendo anche in altri ambiti, per gli eventi o le sezioni specifiche. Di seguito trovi un esempio concreto di rich snippet:

bella napoli aumentare visite

Digitando il nome di una nota pizzeria di Verona, su Google appaiono non solo Meta Title e Meta Description, ma anche altre informazioni: la media delle recensioni ricevute, il numero di clienti che hanno votato e la fascia di prezzo in cui è inserita l’attività. In questo modo chi cerca un determinato risultato può disporre una panoramica completa della pizzeria, sia per quanto riguarda le valutazioni degli altri consumatori, sia per quanto riguarda l’aspetto economico.

Come inserire i rich snippet? Niente di più semplice! Per esempio, su WordPress esiste un plugin specifico per implementare ulteriori informazioni sui risultati del motore di ricerca inerenti alla tua attività. Ti basterà installarlo e il gioco sarà fatto.

Il benefit dei rich snippet. Prova ad immaginare un utente che cerca una pizzeria nella tua zona: trovandosi di fronte a risultati scarni, poveri di informazioni, e ad un risultato – quello della tua attività – che presenta a prima vista i dettagli di cui necessita, in quale sito pensi che entrerà per prenotare un tavolo? I rich snippet servono proprio a questo: differenziando il tuo risultato da quello della concorrenza, riuscirai ad aumentare le visite sul tuo sito e a “rubare” clienti ai tuoi competitor. Oltre a questo, i rich snippet aumentano la tua autorità agli occhi di Google e ti permettono di raggiungere un posizionamento più elevato.

#4 I Social Network

In un mondo in cui tutto ruota attorno ai Social Network, se si vuole portare nuova linfa al proprio sito è opportuno avere profili aziendali all’interno di questi. Queste piattaforme smuovono ogni giorno milioni e milioni di persone, basti pensare che un miliardo e mezzo della popolazione mondiale si connette a Facebook almeno una volta al giorno. Sarebbe impensabile non sfruttare questi canali per aumentare le visite al tuo sito, non credi?

social mediaCome puoi fare per raggiungere nuovi utenti con i Social? Innanzitutto, scegli le piattaforme che potrebbero risultare più efficaci per la tua attività. Instagram, per esempio, risulta essere particolarmente selettivo: si rivolge soprattutto agli albergatori o alle agenzie turistiche, che possono mettere in mostra attraverso le immagini le loro strutture o i viaggi in programmazione. LinkedIn, allo stesso modo, è più professionale, luogo ideale di attività che offrono servizi e non prodotti. Tutti gli altri – Facebook, Twitter, … – sono più generici e si sposano bene con ogni esigenza dell’utente, basta saperli sfruttare come si deve. Dopo aver deciso su quale Social Network vuoi essere presente, puoi prendere due strade. Vediamole assieme.

La prima direzione, quella meno costosa, è quella di aspettare i “mi piace” e le reazioni spontanee di chi ti conosce e chi viene attratto dai tuoi contenuti. A questo proposito, rimani aggiornato sulle tendenze del Social Media Marketing per poter proporre post sempre freschi e mai arretrati e strizza l’occhio al Real Time Marketing. Questa strategia sfrutta gli eventi esterni ed interni all’azienda per creare contenuti virali, divertenti, autoironici o riflessivi. Se riuscirai ad incuriosire l’utente, catturerai la sua attenzione e potrai indirizzarlo al tuo sito.

Ma c’è anche un’altra strada che puoi percorrere: è quella degli annunci sponsorizzati. Si tratta di un procedimento simile alla SEM: l’unica differenza è che si rivolge ai Social Network e non ai motori di ricerca. Annunci inerenti alla tua attività vengono mostrati sulla home di quegli utenti che hanno dimostrato interesse nei confronti di prodotti o servizi che tu puoi offrire. È il mezzo più veloce per ottenere un grande numero di supporter. Come svolgere in modo efficace una campagna sui Social Network? Scoprilo con le nostre guide a Facebook Ads:

Il benefit dei Social Network. Essere presenti in modo attivo e costante sui Social Network rappresenta oggigiorno un “must” per le aziende che vogliono raccogliere consensi e attirare nuovi clienti. I Social Media contribuiscono non solo a traghettare gli utenti verso il sito aziendale, ma anche a costruire una Brand Awareness, permettendo al consumatore di riconoscere il marchio.

Vuoi aumentare le visite sul tuo sito? Con NetStrategy puoi! Scopri come!

#5 Content Marketing

Dopo aver parlato di motori di ricerca e di Social Network, concentriamoci su un altro metodo per aumentare le visite sul tuo sito: il Content Marketing. Si tratta di un’attività che sfrutta i contenuti per portare visibilità alla tua attività. Attenzione, non ci stiamo riferendo unicamente al blog: dietro al mondo del Content Marketing c’è molto di più!

Il ruolo da protagonista che il Content Marketing svolge nel mondo digitale è riconosciuto da molti, tanto che si è diffuso lo slogan “Content is king”, pronunciato per la prima volta da Bill Gates. Quest’espressione indica l’incisività che contenuti di alto valore ed elevata qualità possono avere nell’online, in quanto hanno la possibilità di differenziarsi dall’oceano di contenuti presenti sul web.

content marketing aumentare visiteA che cosa si riferisce il Content Marketing? Se questa strategia è il “king”, possiamo dire che il blog aziendale sia il futuro principe, il primogenito della famiglia reale: articoli interessanti, ricchi di tematiche che incuriosiscono l’utente, scritti da professionisti ed esperti del settore riescono ad attirare l’attenzione dei visitatori. Oltre al blog, fanno parte della famiglia reale anche le immagini, che devono essere originali e di qualità; video, realizzati con cura per chiarire i dubbi del target di riferimento; infografiche, che racchiudono in un’unica immagine le informazioni di un intero articolo; guide in PDF da scaricare. Qual è lo scopo del Content Marketing? Arrivare a colpire l’esigenza più profonda dell’utente che entra nel tuo sito, immedesimandosi nel suo “mal di pancia”, ossia il problema che l’ha spinto da te, e proponendogli la cura migliore.

Il benefit del Content Marketing. Il Content Marketing non è una strategia da sottovalutare: non basta pubblicare un articolo ogni 2 mesi per poter dire “sto facendo Content Marketing!”. Quest’attività richiede costanza ed impegno, elementi che ti portano a rispettare il piano editoriale precedentemente realizzato. Il Content Marketing riesce a traghettare numerosi utenti nel tuo sito: puoi creare una prima comunicazione con l’utente che, se interessato, si metterà in contatto con te per ascoltare la soluzione personalizzata per lui. Infine, contenuti suggestivi e ricchi di spunti di riflessione ti permettono di differenziarti da quei competitor che non praticano in modo efficace l’attività di Content Marketing.

#6 Email marketing e SMS marketing

sms email marketing aumentare visiteUn’altra tattica per portare nuove visite al tuo sito è relativa alle strategie di email marketing o SMS marketing, molto simili l’una all’altra. Nel primo caso si tratta di inviare al proprio database di clienti newsletter che rimandino a promozioni esclusive, comunicazioni importanti da parte dell’azienda o nuovi contenuti presenti sul sito. L’SMS marketing ha la stessa funzione dell’email marketing, ma qui bisogna essere più sintetici. Sia le newsletter che gli SMS conducono l’utente al sito.

Ciò che differenzia queste 2 tecniche dalle strategie di cui abbiamo parlato finora è che, in questo caso, c’è già stato un approccio con il potenziale cliente. In pratica, sei riuscito ad ottenere il suo numero di cellulare o il suo indirizzo di posta elettronica ed ora puoi agire nell’ottica di rafforzare il rapporto e condurre l’utente all’acquisto. Tutto ciò rientra nella strategia di Lead Nurturing. Di cosa si tratta? Quest’attività ha lo scopo di mantenere vivo il rapporto con il potenziale cliente, informandolo e incuriosendolo a tal punto che, alla fine del percorso, dovrebbe essere pronto ad acquistare nella tua attività.

Il benefit dell’email marketing e dell’SMS marketing. Il benefit principale di queste attività è quello di portare all’interno del sito visitatori che già sanno cos’è la tua attività e di cosa si occupa, permettendo loro di conoscerti in modo più approfondito. Queste due strategie, inoltre, ti permettono di costruire una relazione forte con il potenziale cliente attraverso una comunicazione mirata principalmente ad educare, prima che alla vendita. Infine, quando ci si rivolge a qualcuno che è già cliente, l’email marketing e l’SMS marketing agiscono nell’ottica di arrivare ad una fidelizzazione del cliente.

#7 Guest Blogging

Finora abbiamo trattato strategie molto conosciute; ora ci buttiamo sui metodi meno sfruttati per aumentare le visite del sito, che possono però risultare incisivi per raggiungere questo obiettivo. Uno di questi riguarda il Guest Blogging, una pratica che negli ultimi tempi si sta diffondendo a macchia d’olio.

guest blogging aumentare visiteCos’è il Guest Blogging? Stiamo parlando di un’attività che prevede la pubblicazione di articoli originali su blog esterni al proprio sito. In pratica, è come entrare da ospiti all’interno della casa di un amico e aggiungervi propri dettagli. Lo scopo del “padrone di casa” è arricchire il proprio blog con contenuti su cui non è competente o tematiche su cui non aveva mai riflettuto. Dal canto suo, l’ospite può mettere in mostra la propria capacità, che potrà sfruttare per portare nuovi utenti al proprio sito: al termine dell’articolo, oltre al nome dell’autore e ad una breve biografia, sarà linkato il sito dell’attività.

Non è sempre facile, in un mondo dominato dalla competizione, trovare un sito che possa ospitarci e darci visibilità, anche se, alla fine dei conti, offriamo un servizio. Ciononostante, non sono poche le piattaforme online che sono nate proprio con lo scopo di raccogliere i post esterni. Per fare un esempio, in Italia abbiamo a disposizione HosThePost, il cui slogan recita proprio “Inviaci post o ricevili, rete di guest blog in italiano: pubblica il tuo guest post con un click!”. Il sito è diviso in categorie, attirando l’attenzione di esperti di tutti i settori. HosThePost è solo un esempio: tantissimi sono i siti di questo tipo che stanno nascendo, anche specializzati in campi ben precisi!

Il benefit del Guest Blogging. L’attività di Guest Blogging ti consente di sfruttare siti che presentano anche una grande portata di utenti per poter sottolineare la tua professionalità e conoscenza nel settore di riferimento. Inoltre, grazie ai link in entrata che derivano da questa pratica diventerai più autorevole e credibile agli occhi di Google e migliorerai anche a livello di posizionamento. Non meno importante, potrai rafforzare sul web il marchio della tua attività.

Vuoi aumentare le visite sul tuo sito? Con NetStrategy puoi! Scopri come!

#8 Rispondi sulle piattaforme a domanda e risposta

Un altro modo per ottenere nuove visite al proprio sito è quello di sfruttare le potenzialità delle piattaforme Q&A. Si tratta di strumenti utilissimi non solo per ottenere nuove informazioni, ma anche per sottolineare la propria preparazione nel settore di riferimento.

piattaforme q&a aumentare visiteCosa ti viene in mente se ti parlo di “siti Q&A”? L’esempio lampante è Yahoo Answers, che dal 2005 ha realizzato una community in cui un utente può fare una domanda e ricevere risposte. Se alcuni ne hanno approfittato per porre quesiti sciocchi, è anche vero che esistono categorie in cui si parla in modo molto più serio. A Yahoo Answers, in tempi più recenti si è aggiunto Quora, che è molto più controllato e professionale: qui si riuniscono gli esperti dei vari settori che vogliono aiutarsi e chiarirsi i dubbi a vicenda.

Ma in che modo le piattaforme a domanda e risposta possono essere utili alla causa di aumentare le visite sul sito? Rispondere alle domande degli esperti ti consente di mostrare ad un pubblico ampio (questi siti vantano migliaia e migliaia di visite ogni giorno!) la tua preparazione. Inoltre, potrai commentare le domande altrui partendo dalle esperienze realmente vissute nella tua attività: questo tipo di marketing, che risulta particolarmente efficace, viene definito “comment marketing”.

Il benefit delle piattaforme Q&A. All’interno delle piattaforme a domanda e risposta si riuniscono utenti che presentano dubbi su una materia specifica, inerente ogni settore. È proprio qui che tu, con la tua disponibilità e la tua professionalità, puoi inserirti: gli utenti soddisfatti delle tue risposte saranno incuriositi e vorranno conoscerti più da vicino, entrando nel sito della tua attività. Inoltre, attraverso i siti Q&A potrai conoscere altri specialisti del settore e ricevere informazioni che ignoravi o che non avevi mai approfondito, migliorando la tua preparazione.

Conclusione

In questo articolo abbiamo approfondito 8 soluzioni per aumentare le visite sul sito: numerose sono le strategie che si possono attuare. Tra queste, si può sfruttare il potere dei motori di ricerca, grazie alla SEO, che permette di arrivare ad un posizionamento elevato per determinate parole chiave con un costo decisamente basso. Oltre alla SEO c’è anche il SEM, con il quale si realizzano annunci a pagamento che consentono di apparire nelle prime posizioni in breve tempo. Anche i rich snippet contribuiscono a portare traffico organico al sito: si tratta di elementi aggiuntivi inseriti nei risultati dei motori di ricerca, come recensioni, fascia di prezzo, … Per aumentare le visite sul sito non si può sottovalutare il potere dei Social Network, che si tratti di post semplici o sponsorizzati, e del Content Marketing, che mette in mostra la tua competenza. Se possediamo già un database con i dati di potenziali clienti possiamo dare il via ad attività di email e SMS marketing, strategie che realizzano una relazione forte con lui e lo spingono a tornare sul sito per conoscerci meglio. Infine, metodi meno sfruttati ma che portano grande visibilità online sono quelli relativi al Guest Blogging e alla presenza attiva su piattaforme a domanda e risposta.

Sei curioso di sapere quale tra queste strategie potrebbe risultare maggiormente efficace per la tua attività? Contattami direttamente o prenota una consulenza: valuteremo assieme la soluzione migliore per la tua azienda!

Vuoi raggiungere la #1 posizione su google?

Condividi questo articolo

Mattia Mella

SEO Expert - Talento SEO di NetStrategy, Mattia si è laureato all’Università di Verona e si è poi subito immerso nel mondo degli algoritmi e delle ottimizzazioni approfondendo sul campo le sue competenze sulla Search Engine Optimization. Grazie al suo spirito analitico e all’interesse naturale per il mondo digitale, è entrato a far parte del nostro team e oggi, navigando tra una keyword e l’altra, Mattia è il SEO Expert di NetStrategy.

Lascia un commento